Ultimo articolo delle 21:40 a cura di Redazione Controcampus
venerdì, 27 marzo 2015
23 marzo 2006
 

Magna Græcia: Neurologia al quinto posto in Italia per la cura del Parkinson

Importante riconoscimento scientifico per la Neurologia dell’Università Magna Græcia, diretta dal Professor Aldo Quattrone, che ha sede nel

Importante riconoscimento scientifico per la Neurologia dell’Università Magna Græcia, diretta dal Professor Aldo Quattrone, che ha sede nel nuovo e moderno Policlinico del Campus di Germaneto.
La Neurologia Universitaria di Catanzaro, infatti, si è classificata al quinto posto in Italia nell’ambito di un’inchiesta condotta dal Corriere della Sera sui migliori centri italiani ed europei per la cura del Parkinson. L’inchiesta tiene conto della rilevanza delle pubblicazioni scientifiche sulle più autorevoli riviste del settore.
“Esprimo grande soddisfazione per l’importante risultato raggiunto dal settore neurologico della nostra Università, grazie al lavoro del professor Quattrone e della sua equipe ha detto il Rettore dell’Università Magna Græcia Salvatore Venuta. Una dimostrazione concreta dell’impegno primario dell’Ateneo e del nuovo Policlinico Universitario nella ricerca, dell’alta produttività scientifica della nostra Università e dell’eccellenza ormai riconosciuta tra le maggiori istituzioni nazionali.
Questi risultati – ha evidenziato il Rettore Venuta – sono il giusto riconoscimento all’eccellenza e alla qualità del nostro progetto, basato sul rapporto diretto e costante tra ricerca e clinica, che proprio nel Policlinico di Germaneto trova la propria concretezza, e dimostrano il grande valore dei nostri docenti, dei nostri medici, dei nostri ricercatori e di tutte le professionalità che qui operano.”
La Neurologia dell’Università Magna Græcia si interessa ormai da molti anni al Parkinson, sia per quanto riguarda gli studi che per la diagnosi e la terapia della malattia. È all’avanguardia, infatti, nella diagnostica genetica e per immagini ed ha sviluppato nel tempo una grande esperienza nella terapia farmacologica.
Numerose sono le attività scientifiche in corso che vedono impegnata l’equipe di Neurologia.
Di recente, infatti, stato brevettato uno strumento elettronico, utile per misurare la velocità dei movimenti, e quindi la severità della malattia, e importante per valutare cos concretamente la risposta del paziente ai farmaci somministrati.
Inoltre in uno degli ultimi studi condotti, in corso di pubblicazione sulla rivista Radiology, il gruppo del professor Quattrone ha scoperto la possibilità di utilizzare la risonanza magnetica per effettuare una diagnosi precoce e precisa del Parkinson, distinguendolo nettamente da tutte quelle altre malattie simili, denominati parkinsonismi, che non rispondono alla terapia farmacologica.

 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche



Ricerca Articoli

Ricerca Appunti

Ricerca Annunci

Erasmus

Arts & Entertainment

Cultura
Domenica delle Palme 2015: origini ...

Il 29 Marzo è la Domenica delle Palme 2015 e si festeggia l'ingresso di Gesù a Gerusalemme, da ...

Spettacoli
Il laureato il 28 e 29 Marzo al ...

Il Laureato è la prima opera scritta e curata interamente da Valentina Mustaro, la regista ...

Eventi
Week end Pasqua e Pasquetta 2015: ...

Il 4 e 5 Aprile è il Week end Pasqua e Pasquetta 2015: ecco le offerte per vacanze, viaggi low ...

Cinema
Acque contaminate: anticipazione le ...

Dopo il servizio sui cibi contaminati da metalli pesanti e sulla frutta inquinata, torna Nadia ...

Associazioni

Protesta studentesca Unisalento contro Giannini e ...

All'UniSalento una protesta studentesca prende vita durate l'inaugurazione dell'anno accademico con la presenza del Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini e il ...

Sport

CUS Unime e CUG uniti per “Un calcio al razzismo”

CUS UNIME - Ha avuto un grande successo l’iniziativa benefica “Un calcio al razzismo”, realizzata congiuntamente dal CUS Unime e dal Comitato Unico di Garanzia ...