• Google+
  • Commenta
20 giugno 2010

A fine Settembre Padova ospita “YOUniverCITY”, il Forum europeo per il diritto allo studio

Dal 30 Settembre al 3 Ottobre Padova ospiterà l’edizione 2010 di “YOUniverCITY”, il Forum europeo sul diritto allo studio e alla formazione universitaria giunto alla 2° edizione. Questo evento “euroitinerante”, che si è già affermato con successo in Francia e Germania, giunge per la seconda volta in Italia, dopo essere stato accolto nel 2008 dalla città di Perugia.

L’evento si presenta come un concentrato di attività che si svolgeranno nell’arco di quattro giorni e sarà inaugurato dal Governatore della Regione Veneto Luca Zaia, alla presenza del Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, del Ministro delle Politiche Giovanili Giorgia Meloni e del Ministro della Cultura Sandro Bondi. Da qui si alterneranno conferenze, tavole rotonde e anche eventi musicali e sportivi.

YOUniverCITY”, come si deduce dal nome, pone al centro la sinergia, imprescindibile, tra università e città e quindi tra società e sapere. “E’ importante ricordare che la conoscenza, coronata giorno dopo giorno dal raggiungimento dei differenti traguardi accademici,”- si legge in una nota – “porta con sé la necessità di investimenti sulla persona e sul suo diritto allo studio”. Nel focalizzare l’attenzione sugli studenti dunque ci si propone di promuovere l’attenzione dei governi locali affinché offrano a studenti e studentesse pari opportunità per competere, crescere e realizzarsi all’interno dello spazio globale della conoscenza.

“I diversi attori” – si legge ancora – “appartenenti al mondo del diritto allo studio e dell’università, della società civile, dell’economia e della politica possono agire in totale sinergia per creare le condizioni migliori per permettere ai giovani che hanno intrapreso un percorso accademico di realizzarlo nel migliore dei modi.” La manifestazione dunque sarà il punto d’incontro tra i “vari mondi” che compongono il sistema università.

Questo importante momento di riflessione sull’università e sull’attenzione che viene ad essa prestata nella società contemporanea, ha come principali promotori ANDISU (Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario), ECSTA (European Council for Student Affairs) e gli Organismi locali per il diritto allo studio universitario.

Si spera che anche in Italia questa iniziativa possa ottenere lo stesso successo ottenuto in altri paesi europei e che, soprattutto, possa portare ad una seria riflessione sull’università e sul sostegno dato ai giovani che hanno intenzione investire sul proprio futuro. E che, troppo spesso lo si dimentica, rappresentano i protagonisti del domani.

Per ulteriori informazioni si visiti il sito

Arturo Catenacci



© Riproduzione Riservata

I commenti sono chiusi.