• Google+
  • Commenta
21 febbraio 2012

Pavia: Musica in Università

All’università di Pavia si inaugura la ventinovesima stagione di “Musica in Università”, organizzata dall’ADRAT (Associazione Docenti e Ricercatori Ateneo pavese) e dal CUP (Circolo dell’Università di Pavia) che propone le nove sinfonie di Beethoven.

Un appuntamento tradizionale, che da anni affianca alla stagione di musica sinfonica e da camera, con concerti tenuti nelle aule storiche dell’Ateneo e al teatro Fraschini, unico teatro di Pavia, inaugurato nel 1773; è un teatro all’Italiana, con tre ordini di palchi e in aggiunta due ordini superiori. La pianta della sala è a campana con cassa armonica (soluzione ottimale per l’ acustica) ricavata da una galleria non praticabile sotto la platea. L’affresco della sala, ad opera del Bignami, è risalente al 1909.

La stagione 2012 di “Musica in Università” propone anche il “Ciclo di musica sacra” che, come negli anni passati, spiega il presidente dell’ADRAT Piero Milani “unisce il fascino delle chiese romaniche pavesi all’esecuzione di un repertorio raro di musica sacra”.

Tra gli obbiettivi prefissati c’è la speranza di poter realizzare due di questi concerti nel Duomo di Pavia, dedicato a Santo Stefano è la più imponente chiesa di Pavia ed un’importante edificio rinascimentale, sintesi di pianta centrale e longitudinale che anticipa le ricerche tipologiche intorno alla basilica di San Pietro a Roma.

Il primo appuntamento è il 23 febbraio in aula del 400 alle ore 21,15

L’Orchestra Filarmonica Italiana, diretta da Nurhan Arman eseguirà di L. van Beethoven

Sinfonia n.1 op. 21 in do maggiore

sinfonia n.3 op. 55 “Eroica” in mi bem. magg.

 

 



© Riproduzione Riservata