• Google+
  • Commenta
1 marzo 2012

ENUO: un network europeo per le orchestre universitarie

Incoraggiare gli studenti di paesi diversi a fare musica insieme.

E’ questo lo scopo che si prefigge l’ ENUO (European Network of University Orchestras), un network per le orchestre universitarie di tutta Europa creato dall’Università di Uppsala nell’autunno del 2011, su iniziativa del direttore Stefan Karpe.

Un gruppo di progetto; costituito da Sara Helperin, Project manager, e Marleen Elshof , Project assistant, ha iniziato a lavorare su un piano per la rete e alla fine del 2011 le orchestre universitarie in Europa sono state invitate a diventare partner nella rete.

Il 22 febbraio del 2012 la rete è stata lanciata ufficialmente con 96 orchestre partner provenienti da 16 paesi.

L’ufficio della rete è gestita dal team di progetto che è responsabile per il sito web, facebook, newsletter e organizzazione delle attività di ENUO.

L’équipe sta progettando di formare un comitato consultivo con membri provenienti da diverse orchestre in Europa, perché è importante conoscere quali orchestre ne vogliono far parte.

Gli studenti universitari all’interno della Comunità europea provengono da varie culture e parlano lingue molto diverse. Ma quando questi suonano diversi strumenti musicali insieme, come in un orchestra sinfonica, comunicano tra loro attraverso uno linguaggio che si chiama musica “.

E’ ciò che afferma Stefan Karpe, promotore del progetto.

La rete aiuterà le orchestre a contattare con più facilità, in modo da potersi scambiare informazioni e consigli, aiutandosi a vicenda con lo scambio di spartiti. Del rapporto che si creerà con la rete, ne beneficeranno anche i singoli membri delle orchestre: si apriranno nuovi orizzonti  per chi vuole studiare all’estero entrando a far parte, ad esempio, di un’orchestra in una delle università nella rete.

E’ da molto che si avverte la necessità di una piattaforma comune europea per le orchestre universitarie. La rete contribuirà ad evidenziare le opportunità di scambio per continuare a suonare in un’orchestra e condividerne la conoscenza “.

Dice Kasper Teglgaard Koch, Presidente di SymfUni – Università di Copenhagen Symphony Orchestra.

La Manchester University Music Society orchestra si sta unendo alla ENUO
perché pensiamo che sia una fantastica opportunità di ampliare il nostro bagaglio esperenziale.
Che si tratti di organizzare eventi a livello locale o tournée internazionali, speriamo che ENUO possa fornire un supporto per noi, e ci auguriamo di poter aiutare le orchestre degli altri membri nei loro sforzi. Ci auguriamo che ENUO diventi una rete solida e robusta per rafforzare la  musica nelle Università
di tutta Europa.

Continua Seb Huckle, Presidente dell’Università Manchester Music Society .Questi sono solo alcuni dei pareri di chi ha aderito al progetto.

Quindi  l’obiettivo di creare una rete di telecomunicazione dove scambiarsi informazioni, creare opportunità di confronto, di turismo, stimolare lo scambio e imparare gli uni dagli altri può essere realizzato con l’ausilio del sito web di ENUO www.enuo.eu  .

Inoltre è possibile contattare il team di progetto inviando una e-mail a info@enuo.eu.

In una società nella quale si è cittadini del mondo, dove  ormai la telecomunicazione fa da padrona alle nostre vite, rendendo effimere le distanze, si vuole creare “un’ orchestra europea”, incoraggiando gli universitari a suonare insieme fondendo lingue e culture differenti.



© Riproduzione Riservata