• Google+
  • Commenta
20 marzo 2012

Facoltiadi 2012: intervista ad Alberto Tenderini

Dall’11 aprile al 16 maggio 2012 si svolgerà la II edizione delle Facoltiadi, le Olimpiadi di Roma Tre. Si tratta di una manifestazione sportiva che vedrà confrontarsi le 8 facoltà di Ateneo. A parlarci dell’evento sarà proprio il coordinatore dei servizi sportivi d’Ateneo, Alberto Tenderini.

Perché si organizzano le Facoltiadi?

Bisogna dire che siamo riusciti a realizzare questo evento soprattutto grazie ai due rappresentanti del comitato universitario sportivo, Marco Carotti e Edoardo Marcozzi. Si voleva raggruppare in un unico evento più discipline sportive e creare un senso di appartenenza, per stare insieme e divertirsi, ma ovviamente come in ogni sport poi nasce sempre la competizione.

Rispetto allo scorso anno sono state introdotte delle novità?

Le attività sportive sono aumentate (circa 5 in più). Inoltre, dopo la prima edizione si è voluto collegare l’evento con le Olimpiadi, cioè a partire da quest’anno la III edizione avverrà tra due anni, poiché l’impegno è corposo e per dare un significato diverso all’evento.

Chi viene coinvolto?

Si coinvolgono tutti gli uffici dell’Ateneo: diversamente abili, ascolto psicologico, mobility manager, ecc… e le varie facoltà. Ciò perché deve essere un evento sentito da tutti coloro che partecipano alla vita universitaria, quindi studenti, personale e docenti.

Dove si svolgono le gare?

L’area è tutta la zona Ostiense, vi è principalmente una location: lo Stadio “Alfredo Berra”. Alcune gare, invece, si svolgono al Centro Sportivo “Le Torri” e altre in alcuni campi che durante l’anno collaborano con noi, ad esempio il torneo di Tennistavolo si svolge nell’Istituto Armellini.

Nelle altre università vengono organizzati eventi simili a quello delle Facoltiadi? Se si Roma Tre in cosa si differenzia?

Si, è organizzato dall’Università di Bolzano, però loro lo articolano diversamente: l’evento si svolge in un solo giorno. Noi, invece, abbiamo deciso di impostarlo in un mese di sport per dare maggiore rilevanza all’evento sportivo, in modo, poi, da far nascere una comunicazione sulle attività sportive che organizziamo durante tutto l’anno.

Alle gare partecipano i presidi e il Rettore?

Si, per esempio al torneo di bocce partecipano tutti i presidi delle facoltà, il Rettore, il direttore amministrativo.

Partecipano più studenti di determinate facoltà piuttosto di altre? Sono più maschi o femmine?

Si riscontrano maggiori partecipanti delle facoltà di Lettere, Ingegneria e Scienze matematiche e fisiche. C’è omogeneità nella partecipazione, tendiamo a offrire pari opportunità, infatti, alcune gare richiedono necessariamente la presenza di entrambi i sessi.

È presente anche una categoria Erasmus…

Si, oltre alle 8 facoltà abbiamo voluto coinvolgere anche gli studenti Erasmus, capitanati dal Rettore, anche se non c’è stata una grande affluenza.

Secondo Lei perché?

Forse abbiamo sbagliato a non coinvolgerli in modo più determinante.

In termini di organizzazione che costi sostenete?

Costi di organizzazione degli impianti, di comunicazione, delle medaglie, delle magliette, ecc…

L’evento oltre ad essere pubblicizzato sul sito dell’Ufficio Sportivo di Roma Tre su quali altri canali viene divulgato?

Principalmente lavoriamo sul passaparola e sulla divulgazione dal basso e dall’alto. Dal basso cerchiamo di coinvolgere i rappresentanti degli studenti e dall’alto coinvolgiamo i presidi e gli uffici di presidenza. Un grande lavoro, inoltre, viene svolto dai ragazzi del servizio civile che si occupano della divulgazione e promozione dell’evento attraverso volantinaggio presso le varie facoltà dell’Ateneo e parlando direttamente con gli studenti. Si occupano anche dell’organizzazione delle squadre.

Durante le Facoltiadi le gare comprendono poche attività sportive tradizionali. Come mai?

Innanzitutto è un problema di location perché non abbiamo impianti sportivi tali che ci permettono di gestire alcuni sport, quindi non riusciamo a fare tornei di basket e pallavolo se non avvalendoci della collaborazione esterna.

 

Per partecipare alle Facoltiadi è necessario inviare un’email a facoltiadi@uniroma3.it.


 

© Riproduzione Riservata

© 2004-2015 Controcampus è una testata registrata al Tribunale di Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro, Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Area riservata | Web agency