• Google+
  • Commenta
22 marzo 2012

Progetto Axìa: un innovativo modello di finanziamento alla ricerca interuniversitaria

 

 La ricerca italiana, grazie al progetto Axìa – un innovativo modello di finanziamento alla ricerca interuniversitaria promosso e finanziato da Nestlé in collaborazione con la CRUI – propone soluzioni per una gestione ecosostenibile delle risorse idriche.

Si celebra domani la Giornata mondiale dell’acqua. Un’occasione per ricordare a tutti che adottare atteggiamenti sostenibili è possibile anche nel consumo su larga scala di acqua, una risorsa rinnovabile ma non inesauribile.
Partendo dalla considerazione che circa il 70% del patrimonio idrico mondiale è destinato a usi agricoli, riuscire a ottimizzare l’utilizzo di acqua per le irrigazioni  può realmente significare tutelare le esigenze ambientali future.

La ricerca italiana, grazie a uno studio che fa capo all’Università Bicocca di Milano e finanziato all’interno del progetto Axía, promosso da Nestlé in collaborazione con CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), ha dimostrato come sia possibile individuare, attraverso un sistema di telerilevamento, le condizioni di stress idrico delle aree coltivate e intervenire tempestivamente ‘su misura’ dosando equamente la somministrazione di acqua.
Analisi effettuate con sensori (ottici e termici) aviotrasportati consentono infatti di studiare lo stato di salute delle colture, rilevandone alcuni indicatori precoci di stress idrico I risultati ottenuti hanno consentito la programmazione di strategie e azioni che aiutano a definire una migliore gestione ecosostenibile delle risorse idriche.



© Riproduzione Riservata

I commenti sono chiusi.