• Google+
  • Commenta
30 marzo 2012

Spazi per gli studenti all’Università di Urbino

Il 19 marzo scorso si è svolta una Conferenza pubblica sul tema degli spazi che l’Università di Urbino intende offrire all’autogestione degli studenti. All’assemblea hanno partecipato una trentina di studenti, in gran parte appartenenti ai più noti gruppi universitari. I presenti hanno concordato su alcunipunti fondamentali.

Innanzitutto sul fatto che questi spazi debbano essere liberamente accessibili da tutti gli studenti, organizzati e non, e che il loro uso debba essere regolato prioritariamente in considerazione della capacità dei diversi soggetti di avviare iniziative culturali e politiche. Solo quando tali spazi risulteranno saturi si considereranno criteri di turnazione nell’uso.

Altro punto di accordo generale, la necessità di installare bacheche che consentano la comunicazione, anche se molti hanno segnalato la necessità di evitare che con l’accumulo di materiali lo spazio si caratterizzi troppo per la presenza di alcuni gruppi finendo con lo scoraggiare l’accesso ad altri soggetti.

Gli studenti presenti hanno anche espresso l’esigenza di spazi aperti dopo le ore 19 per poter attivare iniziative oltre il termine degli orari di lezione.

L’Amministrazione ha perciò deciso di proporre agli studenti un regolamento che detti alcune condizioni minimali per l’autogestione.

Si prevede un numero minimo di firme (50) per la convocazione dell’Assemblea per l’autogestione degli spazi e la necessità di un segretario che ne curi i verbali. Negli spazi non si potrà lasciare materiale che si accumuli giorno dopo giorno mentre gli spazi per l’affissione saranno autogestiti.

I dettagli dell’autogestione saranno definiti dall’Assemblea stessa. L’Università si impegna a dotare questi spazi di attrezzature informative e multimediali, mentre per l’apertura serale studierà le possibili soluzioni alle attuali difficoltà organizzative.



© Riproduzione Riservata