• Google+
  • Commenta
13 marzo 2012

Unimol aderisce al Progetto “Io vado di corsa…e tu?” tutti possono essere campioni!

Anche l’Università degli Studi del Molise aderisce al Progetto “Io vado di corsa…e tu?” organizzato della Provincia di Campobasso in collaborazione con il CIP, Comitato Regionale del Molise.

Il primo, dei tre appuntamenti in programma, è avvenuto il 12 marzo presso l’Aula “G. A. Colozza” di viale Manzoni a Campobasso. Il Magnifico Rettore, prof. Giovanni Cannata, ha voluto essere presente per testimoniare l’attenzione dell’Ateneo molisano, ad una sempre maggiore sensibilizzazione e promozione delle attività sportive per tutti e in particolar modo per le persone affette da disabilità.

Il progetto, infatti,sostiene un modello di sport che non ammette differenze e vuole far comprendere che una persona disabile può diventare un atleta e un campione a tutti gli effetti se posto in condizioni di pari opportunità.

I tre ospiti, scelti per le loro testimonianze,sono grandi atleti e due di loro hanno ottenuto ottimi risultati nell’ambito della disciplina di appartenenza, nonostante le difficoltà motorie, conseguenza di infortunio o malattia.

A dimostrazione del fatto che attraverso lo sport tutto è possibile, ogni barriera può essere abbattuta, nonostante il concetto di disabilità che troppo spesso la nostra società impone. Grazie allo sport ci si può rialzare e tornare ad esprimersi al meglio soprattutto nella vita quotidiana. È questo il messaggio che il Rettore ha voluto lanciare agli studenti Unimol del corso di Laurea in Scienze Motorie, attraverso il suo intervento.

Il progetto vedrà il coinvolgimento anche delle classi quinte delle scuole superiori, che ricadono sul territorio della città di Campobasso e che avranno la possibilità di partecipare agli incontri previsti, interagendo con i campioni sportivi e ponendo loro domande sull’attività sportiva praticata e sulle problematiche che gli stessi hanno affrontato con la loro disabilità.

Il primo testimonial, presente il 12 marzo, è stata Annalisa Minetti, accompagnata dal suo allenatore Andrea Giocondi. Il secondo ospite, il 29 marzo, sarà Giusy Versace, nipote del compianto stilista, accompagnata da Francesco Carbone, presidente della Fispes nazionale. A maggio, invece, sarà la volta dell’ex giocatore della Juventus Alessio Tacchinardi.





© Riproduzione Riservata