• Google+
  • Commenta
27 aprile 2012

Una nuova ricerca a dimostrazione che l’amore fa bene al cuore

Il professore Andrea Lenzi dell’Università La Sapienza di Roma, insieme ad un gruppo di ricercatori, ha condotto una ricerca che fa vedere sotto una nuova luce determinati farmaci (come il Viagra),che finora sono stati considerati dannosi per il sistema cardio-circolatorio.

La ricerca dimostra che questi farmaci avrebbero provocato dei problemi a livello cardiaco, solo perché usati insieme ad altri farmaci. La pasticca blu, nota per la sua utilità nella risoluzione dei problemi di natura sessuale, avrebbe dei veri e propri benefici per alcune patologie cardiovascolari.

Il Viagra e i farmaci simili agiscono su una molecola bersaglio, la fosfodiesterasi di tipo 5, che può intervenire positivamente sulle conseguenze del diabete mellito sul cuore. Infatti il diabete, così come tutte le patologie del sistema cardiovascolare, può comportare un ingrossamento del cuore, rendendo difficile la corretta contrazione del muscolo.   In pratica il professor Lenzi con la sua equipe, in collaborazione con le strutture di radiologia e di cardiologia della Sapienza, ha scoperto che quei farmaci possono agire sulla fosfodiesterasi di tipo 5 per riportare le alterazioni a livelli quasi di normalità.

Lo studio è così determinante per aprire nuovi scenari sulla ricerca, che è stato pubblicato su Circulation, che è la più importante rivista scientifica che si occupa del sistema cardiocircolatorio. Difatti, come ha affermato il professor Lenzi, dopo questa scoperta potrebbe essere più semplice contrastare il sopraggiungere dello scompenso cardiaco, provocato dal diabete, che può rappresentare anche causa di morte.

Il professore ha anche giustamente aggiunto che tale scoperta è anche una dimostrazione che l’università italiana, insieme alle sue giovani risorse (infatti nell’equipe c’erano due giovani ricercatori, Elisa GiannettaAndrea Isidori) ha ancora la capacità di poter competere con ricerche di livello internazionale.



© Riproduzione Riservata

I commenti sono chiusi.