Ultimo articolo delle 15:04 a cura di Redazione Controcampus
giovedì, 28 agosto 2014
29 agosto 2012
 

Il digiuno intermittente fa bene alla salute

La BBC, nota emittente pubblica inglese, ha mandato in onda questo mese un servizio sui risultati ottenuti da un esperimenteo fatto fare al suo giornalista e presentatore Michael Mosley famoso in patria soprattutto per il programma “Inside the human body“.

Come spiegato sul sito della televisione, gli scienziati stanno ottenendo prove che brevi periodi di digiuno, se adeguatamente controllato, possono portare una serie di benefici per la salute, oltre che potenzialmente aiutare nei problemi di sovrappeso, come Michael Mosley ha scoperto su se stesso.

Per il presentatore l’idea era inizialmente poco convincente “Ho sempre pensato al digiuno come a qualcosa di spiacevole, senza evidenti benefici a lungo termine. Così, quando mi è stato chiesto di fare un documentario che mi avrebbe fatto stare senza cibo, non ero entusiasta.” Dopo alcune rassicurazioni, e spinto dall’interessante risultato di alcuni studi scientifici che già dal 1930 dimostrano come un ridotto apporto calorico, mangiare bene ma non molto, sia una delle poche cose che sia capace di prolungare l’aspettativa di vita, almeno nei topi – ma ci sono sempre più prove che sia altrettanto vero per quel che riguarda le scimmie – Mosley ha deciso di buttarsi in questa stravagante esperienza.

Un settore di ricerca attualmente in corso per quel che riguarda la dieta è il digiuno a giorni alterni (ADF), con la possibilità di mangiare qualsiasi cosa si voglia un giorno, una dieta molto limitata (meno di 600 calorie) quello successivo.

La dottoressa Krista Varady dell’Università dell’Illinois, a Chicago, ha effettuato uno studio della durata di otto settimane durante il quale ha messo a confronto due gruppi di pazienti in sovrappeso e la loro reazione all’ADF. La dottoressa ha spiegato che “Se si è molto attenti a rispettare i giorni di digiuno, in termini di rischio di malattie cardiovascolari, non sembra avere alcuna importanza se si sta seguendo un regime ad alto o basso contenuto di grassi durante i giorni di digiuno.

Michael Mosley, pensando di non riuscire a gestire il digiuno a giorni alterni, in quanto troppo poco pratico, ha pensato bene di farne una versione più semplice, la cosiddetta dieta 5:2. Come suggerito dal nome, si mangia normalmente cinque giorni la settimana mentre i due rimanenti si introducono 500 calorie se sei una donna, 600 calorie se sei un uomo. Il giornalista ha poi organizzato in questo modo la sua giornata a ridotto contenuto calorico: una colazione leggera (uova strapazzate, una fetta sottile di prosciutto, molyo tè nero, per un totale di circa 300 calorie), molta acqua e tisane durante la giornata, quindi una cena leggera (pesce alla griglia con molte verdure) la sera.

Questa sorta di dieta è stata portata avanti per cinque settimane con risultati a dir poco sorprendenti: quasi sei chili persi e le analisi del sangue – in particolare i dati riguardanti IGF-1, il glucosio e il colesterolo – migliorate, con forte riduzione del rischio di contrarre malattie legate all’età come il cancro e il diabete.

Ovviamente la corrente opinione dei medici è che i benefici del digiuno non siano del tutto comprovati e finché non ci saranno più studi sull’uomo è meglio continuare a mangiare almeno 2000 calorie al giorno. Ma qualora si volesse veramente tentare la strada del digiuno si potrebbe fare ricorso a una clinica vera e propria o comunque tenersi sotto stretto controllo medico, poiché ci sono persone per cui potrebbe risultare pericolosa, come le donne in stato di gravidanza o i diabetici in cura farmacologica.

Fonte foto: http://www.bbc.co.uk

 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche



Ricerca Articoli

Ricerca Appunti

Ricerca Annunci

Ricerca

Bicocca: In alta quota la pressione arteriosa sale

Università degli Studi di Milano – Bicocca - In alta quota la pressione arteriosa sale. Lo dimostra una ricerca sull’Everest della Bicocca Ricerca Bicocca La ...

Erasmus

Erasmus: Bando per borse Erasmus+ per la mobilità di ...

Università degli Studi di Perugia - Bando per borse Erasmus+ per la mobilità di studenti Erasmus Le domande per per borse Erasmus+ entro le ore 12 del 7 aprile ...

Arts & Entertainment

Cultura
Anita Nair: libri, biografia e vita ...

"Da quando ho pubblicato il mio romanzo “Come lacrime nella pioggia”, ambientato ...

Spettacoli
Premio Charlot 2014: XXVI Edizione ...

XXVI Edizione Premio Charlot. Mercoledì e giovedì la prima edizione de “Il Monello” ovvero ...

Eventi
Marcia per la Pace 2014 Perugi ...

1914-2014: a cento anni dalla grande guerra, un appello per lo ius ad pacem dalla Marcia per la ...

Cinema
Suor Cristina, The Voice 2014: ...

Suor Cristina vince The Voice 2014, la suora canta "Lungo la Riva" di Neffa e conquista pubblico ...

Associazioni

Infopoint Universitario: Studenti al Servizio degli ...

Intesa Universitaria presenta il progetto “Infopoint Universitario” Infopoint Universitario Nasce il progetto Infopoint Universitario – Studenti al Servizio ...

Sport

Monoposto Unipg Racing Team pronta per Gran Premio ...

Università degli Studi di Perugia - La monoposto dell'Unipg Racing Team pronta per il Gran Premio d'Italia. Le prove, con 5 gruppi di lavoro, si svolgono ...