Forconi
  • Google+
  • Commenta
25 novembre 2013

Sciopero Forconi dal 9 al 13 dicembre: sciopero autotrasporto 120 ore

Il 9 dicembre è previsto in tutta Italia lo sciopero dei Forconi.

Sciopero

Sciopero

Lo sciopero dei Forconi è stato indetto per protestare contro i danni apportati dalla crisi economica e alla conseguente politica di austerità che ne è derivata. Oltre e insieme a questo ci sarà uno sciopero di 5 giorni, dalla mezzanotte del 9 alle 24 del 13 dicembre, che prevede il blocco totale per quanto riguarda l’autotrasporto.

Il Movimento dei Forconi che rappresenta in prevalenza autotrasportatori, allevatori, agricoltori e piccoli commercianti, ha già protestato in particolar modo in Sicilia, mentre oggi lancia una nuova iniziativa che prende le mosse da Facebook per allargare il proprio campo d’azione e tentare di bloccare, questa volta,  l’Italia intera. L’accusa posta a chi governa risulta subito molto dura in quanto sono poste in risalto sul social network e sui siti che si occupano della protesta, le parole: “ci hanno accompagnati alla fame, hanno distrutto l’identità di un paese, hanno annientato il futuro di intere generazioni”.

L’iniziativa dello sciopero dei Forconi vuole per questo mostrare il dissenso di tutta la popolazione che produce di qualsiasi settore, ma anche di precari, disoccupati e studenti che sono ugualmente invitati a scendere in piazza, in quanto colpiti in egual modo dagli effetti della crisi.

Durata sciopero trasporti dall’8 al 13 dicembre 2013. Quello degli autotrasporti è uno sciopero abbastanza lungo, 120 ore, da non poter non creare problemi in qualsiasi periodo dell’anno, ma saranno certamente maggiori le problematiche relative alla consegna nei negozi nei giorni a cavallo di Santa Lucia, periodo che proprio per l’imminente festività natalizia risulta cruciale per gli acquisti.

Lo sciopero dei Forconi: un’assenza di programmazione. Sono tuttavia molti coloro che sono scettici verso lo sciopero dei Forconi in quanto, si sostiene, non sia studiato  in modo capillare; si pensa quindi che quest’assenza di una programmazione minuziosa possa in qualche modo sfociare in un flop della giornata di protesta. Non resta dunque che aspettare l’avvicinarsi della data per sapere se verrà effettuata una programmazione più sistematica e quali saranno gli effetti di quest’imponente sciopero.

Emanuela Conficconi



© Riproduzione Riservata