• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2013

Cenone di Natale 2013: menù e ricette cenone di natale da nord a sud

Cenone di Natale

Le feste natalizie sono a ricorrenza più attesa dell’anno. Oltre al significato religioso sono un’occasione per stare insieme a parenti e amici, e così ha inizio il tour de force di pranzi e il noto cenone di Natale.

Cenone di Natale

Cenone di Natale

Il conto alla rovescia è ormai iniziato. Manca meno di una settimana al Santo Natale e fervono i preparativi per gli ultimi acquisti. In tempo di crisi, però, le famiglie di tutta Italia ridurranno ai minimi termini il budget dedicato al cenone di Natale 2013 e al pranzo.

Il cenone di Natale 2013 in famiglia. Si riconferma la “vecchia” tradizione di ogni buon italiano che anche quest’anno ha deciso di trascorrere il periodo natalizia a casa con la propria famiglia. Come recita il “famoso” proverbio: Natale con i tuoi..Pasqua con chi vuoi….anche quest’anno la maggior parte delle famiglie italiane resterà a casa per festeggiare il Santo Natale, il privilegio o il lusso, come lo vogliamo chiamare, delle vacanze verso mete esotiche spetterà solo a pochi.

Per coloro che trascorreranno il Natale a casa, secondo le varie tradizioni gastronomiche da Nord a Sud, il menù del cenone di Natale sarà molto vario e ampio. In particolar modo, riemergono le numerose tradizioni culinarie, tramandate di generazione in generazione, che si trasformano in deliziosi piatti tutti da gustare.

Cucinare per il Cenone di Natale

Cucinare per il Cenone di Natale

Il menu del cenone di Natale prevede la preparazione di ricette molto apprezzate  principalmente realizzate  a base di pesce in quasi tutte le regioni, per questo nonostante le differenze, c’è sempre qualcosa che accomuna un po’ tutti. 

Menù e ricette cenone di Natale Nord e Centro Italia:  Nelle regioni del Nord e del centro Italia vengono portati in tavola il giorno di Natale i tortellini, cappelletti in brodo, ravioli e agnolotti al sugo, gnocchi preparati con una base di speck, salame, pancetta e pane raffermo.

La tradizione piemontese ci regala per Natale la ricetta degli agnolotti ripieni di carne e verdure; seguono a ruota bollito misto e cappone, possibilmente accompagnati da una delle tipiche salse piemontesi.

La cucina lombarda per il cenone di Natale propone un trionfo di tortelli di zucca e gnocchetti agli spinaci. Tra i secondi piatti di Natale più cucinati trova posto il cappone ripieno con Mostarda di Cremona. La cucina emiliana e romagnola si incontrano nella tradizione natalizia: il culatello va sempre bene. Tra i primi patti, i classici tortellini ripieni e i passatelli in brodo, si alternano alla sugosità delle tagliatelle al ragù. Tra i secondi piatti, non si può che citare il celebre cotechino di Modena.

Cenone di Natale Romani

Cenone di Natale Romani

Le ricette del Cenone di Natale Romano e Laziale includono cappelletti in brodo tra i primi piatti e secondi a base di pesce d’acqua dolce.

La cucina natalizia umbra si avvale di cappelletti ripieni di cappone e cappone bollito con cardi, come piatti forti per la cena di Natale.

Primi piatti marchigiani di Natale sono i maccheroni allo stoccafisso, maccheroncini di Campofilone o spaghetti al sugo di filetto magro; tra i secondi piatti cappone arrosto o tacchino.

Menù e ricette del Cenone di Natale Campano. A Napoli, per il cenone della Vigilia, protagonista assoluto è il pesce: i primi piatti tipici sono rappresentati dagli spaghetti con le vongole e dagli scialatielli ai frutti di mare. In altre regioni si prediligono invece pietanze cosiddette “di terra” ovvero timballi e lasagne al forno, oppure tortellini e cappelletti ripieni. Per quanto riguarda i secondi piatti, tipici campani sono il capitone ed il baccalà fritto, altre regioni preferiscono optare per secondi piatti a  base di agnello, manzo, cappone ed anatra. Ancora, frittelle di baccalà, pesce al forno, polipo all’insalata e non possono mancare i broccoli di Natale, chiamati in gergo “piere ‘e vruoccole”,

Sempre a Napoli, la tradizione vuole che si porti in tavola la tipica insalata di rinforzo preparata con cavolfiore lesso, insaporito da alici salate, olive e “papaccelle napoletane” (peperoni conservati nel aceto).

Quasi ovunque è presente la frutta secca anche farcita ed aromatizzata, e le verdure di stagione, preparate nei modi più variegati.

Cenone di Natale Campano

Cenone di Natale Campano

I Dolci della tradizione Campana: I dolci sono un vero e proprio capitolo a parte per quanta concerne la tradizione campana abbiamo quindi: le zeppole, tipiche ciambelline fritte preparate con una pasta a base di farina acqua latte ed anice;  tipico dolce natalizio sono gli struffoli la cui forma è a base di sfere ricoperte di miele infatti il nome deriva dal greco strongulos, cioè pasta a forma sferica, arrotondata o incavata. Troviamo poi i mustacciuoli, dalla forma romboidale ricoperti di glassa al cioccolato, il loro nome è legato alle antiche preparazioni contadine che utilizzavano il mosto, mustacea era infatti il loro nome latino, col quale venivano preparati per essere resi più dolci; il roccocò, a forma di ciambella, adatto a chi ha denti solidi, trae la sue origini invece dal francese rocaille per la barocca e rotondeggiante forma di conchiglia e i susamielli, a forma di ‘S’ i sosamielli venivano impastati con del miele liquido.

Infine le paste di mandorle o pasta reale sono altri dolcetti che trovano la loro origine nei conventi napoletani, dai delicati colori pastello che vanno dal rosa, al verde al giallino, preparati con mucchietti di paste di mandorle sistemati su di un ostia tagliata che serve da base e dalle forme più’ svariate.

Cenone di Natale

Cenone di Natale

Per completare questo quadro generale della tradizione napoletana, il pranzo di Natale, è invece un vero e proprio elogio alla carne in tutte le sue forme.

Un menù tipico per il cenone di Natale prevede sicuramente una classica minestra maritata, delle tagliatelle all’uovo fatte in casa e condite con ragù napoletano, cappone ripieno e un gran fritto alla napoletana.

Immancabile il contorno che può essere costituito o da una semplice insalata di broccoli o dalle gustose patate al forno.

Non ci resta, quindi che assaggiare tutte queste prelibatezze accompagnate naturalmente con la compagnia e l’amore dei nostri cari!!


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy