• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2013

Esame di Avvocato 2013: abbinamenti corti d’appello correzione compiti

Soluzioni parere penale esami avvocato 2015
Esame di Avvocato 2013

Esame di Avvocato 2013

Nei giorni 10, 11 e 12 dicembre si sono tenute le prove scritte dell’esame di avvocato 2013. Ora gli aspiranti avvocati attendono gli abbinamenti per la correzione delle prove.

Le prove scritte dell’esame di avvocato 2013 verranno corrette da una commissione sita presso una corte d’appello differente da quella in cui hanno avuto luogo gli esami.

Il Ministero della Giustizia attraverso un sorteggio stabilisce ed indica gli abbinamenti delle Corti D’appello per la correzione dei compiti dell’esame di avvocato 2013.

Verranno istituite ulteriori sottocommissioni al fine di garantire una corrispondenza tra il numero delle sottocommissioni istituite presso le sedi di Corte di Appello, dove i candidati all’esame di avvocato svolgeranno le prove scritte, con il numero delle sottocommissioni ove avrà luogo la correzione degli elaborati. E’ stato stabilito che ogni sottocommissione dell’esame di avvocato fa capo ad un determinato numero di candidati e più precisamente di 300 candidati, in caso di esubero sono previste seconde sottocommissioni.

Le critiche sull’esame di avvocato 2013. Non potevano mancare le critiche anche qui e per il ritardo nella trasmissione degli abbinamenti e per la lentezza nella produzione dei dati, a distanza di giorni ormai dalla conclusione delle prove scritte, ha creato una folla di studenti impegnati in rete.

Un ritardo che è stato superiore agli anni precedenti, dove in genere dopo le prove scritte dell’esame di avvocato 2013 si attendeva massimo un giorno.

Le difficoltà e i disagi sono emersi ovunque perfino sulla piattaforma informatica del Ministero della Giustizia che non è riuscita a reggere il flusso costante di visitatori che confluiva sul sito. A questo bisogna aggiungere i dati fasulli che purtroppo sono circolati in rete che venivano indicati come corretti e relativi all’anno corrente.

Sul web per ore sono circolate false notizie che hanno creato un forte malcontento tra coloro che attendevano con ansia gli abbinamenti delle corti d’appello per l’esame di avvocato 2013.  Sono così iniziati i lunghi monologhi sui forum pieni di rabbia e di scontento, ma anche lì le notizie prive di fondamento sono circolate come: ”Si vocifera che Roma sarà corretta da Milano, siamo messi bene” .

Le critiche all’esame di Avvocato 2013: dai forum ai candidati che hanno sostenuto le prove

Sui forum le criticare sul metodo per le correzioni delle prove scritte dell’esame di avvocato e c’è chi propone il metodo anglosassone cioè un metodo a crocette:

“L’esame fatto con il metodo a crocette toglie totalmente la discrezionalità del giudizio sulla commissione che corregge i compiti, in quanto la risposta a crocette è giusta o e’ sbagliata punto- invece c’è l’interesse a mantenere l’attuale modus di correzione affinché le commissioni possano continuare con un metodo assolutamente personalizzato e quindi insindacabile a giudicare e soprattutto a bocciare senza possibilità di eccepirne il metodo”.

Ma c’è anche chi è d’accordo con le modalità dell’esame di avvocato e crede che sebbene debba essere “alleggerito” è un ottimo metodo per fare “selezione”: “l’esame a crocette sarebbe una baggianata, sia perché per l’accesso alla professione di avvocato è più che giusto saggiare le doti del candidato con un esame scritto+orale che sia un minimo impegnativo (ciò non toglie comunque che le modalità del medesimo potrebbero essere un istante aggiustate, su questo non ci piove) sia perché con la pletora di capre che fuoriescono da giurisprudenza, un po’ di sana selezione è assolutamente sacrosanta”.

I pareri sul metodo dell’esame di avvocato adottato nel Bel Paese sono divergenti da una parte gli aspiranti avvocati desiderano un metodo più semplice, più soft dato già il pesante percorso di studi che hanno affrontato e a questo sono da sommare i due anni di tirocinio spesso gratuiti. Vengono così proposti sistemi diversi come quello anglosassone. Dall’altra parte avvocati o aspiranti tali credono che il sistema adottato sia giusto e che sia essenziale dato il vasto numero di laureati in legge.

Al di là delle critiche, il giorno 18 dicembre sono stati pubblicati sul portale  Corte di Appello di Firenze gli Abbinamenti delle Corti d’Appello per la correzione dell’esame di avvocato 2013.

Cerchiamo di passare alla fase successiva dell’esame di avvocato 2013: la fase orale. Per i fortunati che sono riusciti a superare la prova scritta dell’esame di avvocato dovranno affrontare la prova orale articolata in tre momenti:  

  •  Illustrazione e confronto sugli elaborati scritti dell’esame di avvocato: La prima parte della fase orale degli esami avvocato consiste nella discussione delle prove scritte che, cuna volta corrette hanno consentito ai candidati di raggiungere la fase orale. Gli elaborati verranno discussi e analizzati, il candidato dovrà dare prova alla commissione di conoscere a pieno tutti gli argomenti e le materie che sono state citate nella prova scritta degli esami avvocato.
  • La discussione dell’esame di avvocato: Dopo aver dimostrato che l’esame di avvocato, parte scritta è tutta farina del proprio sacco e che il lavoro è stato fatto con cognizione di causa, si passa al cuore pulsante degli esami avvocato. il candidato dovrà sostenere con la commissione delle brevi discussioni su cinque materie a scelta, una delle quali dovrà essere obbligatoriamente diritto processuale. Di seguito un elenco delle materie che possono essere oggetto delle brevi discussioni:
    • diritto costituzionale
    • diritto civile
    • diritto commerciale
    • diritto del lavoro
    • diritto penale
    • diritto amministrativo
    • diritto tributario
    • diritto processuale civile
    • diritto processuale penale
    • diritto internazionale privato
    • diritto ecclesiastico
    • diritto comunitari
  • Dimostrazione di conoscenza dell’ordinamento forense e del codice deontologico dell’avvocato.
  • La terza parte dell’esame di avvocato ovvero la fase orale rappresenta la parte più semplice. La commissione ipotizza da parte del candidato una perfetta conoscenza del tema base per ogni aspirante avvocato. Tutti coloro che vogliono fregiarsi di questo titolo si presuppone sappiano a menadito i loro doveri e a cosa vanno incontro.

Struttura fase orale esame di avvocato. L’esame si terrà come di consueto a porte aperte e durerà per ogni candidato 45 minuti.

Il punteggio di valutazione per la parte orale dell’esame di avvocato è il seguente:

  • 10 punti a materia (per un totale di 300 punti di cui dispongono i commissari)
  • minimo di 180 punti
  • massimo di 300 punti .

Bisogna quindi raggiungere un minimo di 30 punti per ogni materia.

Consigli esame di avvocato 2013: fase orale

Riportiamo qui di seguito un abstract dell’intervista rilasciata dall’avvocato Eduardo Guido che così ha voluto consigliare i suoi colleghi: “E’ sempre conveniente assistere alle sedute della fase orale degli esami avvocato della propria commissione, in modo da potersi annotare le domande più ricorrenti e i punti deboli su cui spesso si cade. In ogni caso è opportuno preparare almeno un argomento che funga da “apertura” all’interrogazione, per il caso, non infrequente, in cui venga posta la classica “domanda a piacere. Altrettanto fondamentale è la rilettura dei propri elaborati , poiché l’esame dovrà aprirsi proprio con un breve commento su di essi: prepararsi, dunque, un discorso ovvero essere pronti a correggere in sede di esame orale eventuali errori o sviste consentiranno già di partire con il piede giusto e di fare un’ottima impressione sulla Commissione”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy