• Google+
  • Commenta
20 dicembre 2013

Università di Torino: convenzione tra Unito e Compagnia di San Paolo

Università degli Studi di TORINO – Rinnovata la Convenzione tra Unito di Torino e Compagnia di San Paolo. Poco meno di 60 milioni di euro in tre anni per ricerca, didattica e innovazione.

Unito

Unito

Il Rettore dell’Unito Gianmaria Ajani e il Presidente della Compagnia di San Paolo Sergio Chiamparino hanno siglato la convenzione triennale che regolerà i rapporti tra le due istituzioni fino al 2015.

L’Unito e la Compagnia si impegnano a sviluppare un programma pluriennale di interventi concentrando le risorse su progetti di Unito, al fine di accrescerne l’impatto nella ricerca, nella didattica e nell’innovazione gestionale.

La Compagnia impegnerà sui tre anni contributi complessivi per 21 milioni di euro, mentre l’Unito interverrà con circa 38,6 milioni di euro di cofinanziamento. La positiva esperienza della Convenzione 2010-2012 ha portato i due enti a rinnovare la convenzione come strumento regolatore dei reciproci rapporti utile a perseguire efficienza, integrazione, trasparenza e accessibilità, elementi indispensabili per permettere al nostro Ateneo di offrire una formazione di eccellenza e interloquire adeguatamente con le migliori Università estere.

“Con la firma di questa convenzione l’Unito ha la possibilità di rilanciare, insieme alla Compagnia di San Paolo che condivide le nostre aspirazioni, l’internazionalità dell’Ateneo, ponendo in atto tutte le misure utili per consentire un incremento significativo delle risorse e sostenendo la nostra presenza nei territori che affidano all’Ateneo prospettive di innovazione e di crescita” – così ha commentato Gianmaria Ajani, Rettore dell’Unito – “L’impegno del nostro Ateneo e della Compagnia di San Paolo è quello di rafforzare attivamente la convergenza di due grandi istituzioni nel sostenere il ruolo centrale della ricerca e della didattica nella consapevolezza della loro rilevanza per la promozione dello sviluppo culturale, economico e sociale del territorio”.

“Il cospicuo impegno della Compagnia di San Paolo, di cui circa la metà è destinata al sostegno alla ricerca, mira a favorire l’attrattività e la competitività dell’Ateneo in un periodo in cui il programma Horizon 2020 dell’Unione Europea, che costituirà la principale fonte di finanziamento per la ricerca, vedrà l’Unito confrontarsi con i più importanti atenei europei” – ha commentato Sergio Chiamparino, Presidente della Compagnia di San Paolo –“Altro investimento di grande rilevanza per noi, non solo economicamente, è l’impegno sulla didattica, in particolare le borse di dottorato, fondamentale per favorire ulteriormente tale capacità competitiva e di crescita del sistema”.

La firma della Convenzione tra Unito e Compagnia di San Paolo e rappresenta un momento di alto significato sia per il rinsaldarsi della lunga collaborazione tra le due istituzioni, sia per i positivi effetti di sistema che essa andrà ad innescare. La dimensione europea, la qualità e l’internazionalizzazione della didattica, della ricerca e dei servizi, l’innovazione dei processi di gestione e comunicazione sono alcuni dei più rilevanti ambiti di intervento indicati in Convenzione.

Gli indirizzi strategici e la definizione delle priorità annuali saranno formulati – come nella Convenzione precedente – dal Comitato di Programmazione e Monitoraggio presieduto dal Rettore dell’Unito Ajani. I due enti concordano inoltre sulla centralità di un sistematico processo di monitoraggio e valutazione delle iniziative avviate nel quadro della convenzione. Per il rafforzamento della capacità di ricerca dell’Ateneo, sarà cruciale la collaborazione con gli enti strumentali della Compagnia, centri di ricerca e alta formazione costituiti insieme con l’Università.

I principali punti delle macroaree operative

Ricerca: La principale linea di investimento è relativa al potenziamento delle infrastrutture e delle strumentazioni funzionali all’attività di ricerca all’interno dell’Unito, in una prospettiva di razionalizzazione e condivisione con altri soggetti. Si intendono sia le strumentazioni scientifiche e i laboratori di ricerca, sia le biblioteche, con l’obiettivo di investire su infrastrutture capaci di garantire la competitività della ricerca.

Per quanto riguarda i bandi competitivi per progetti di ricerca, i temi, così come il loro disegno, riprenderanno le previsioni del Programma quadro Horizon 2020, con particolare riferimento ai pilastri Excellent Science e Societal Challenges.

Didattica e alta formazione: Obiettivi prioritari in questo settore rimangono la promozione dell’efficienza, il rafforzamento e allargamento dell’offerta didattica e una maggiore rispondenza alle esigenze del sistema produttivo. Tra le finalità strategiche della Convenzione tra Unito e Compagnia di San Paolo rimane confermata la crescita del profilo internazionale dell’Università, rinnovando strutture e metodi di insegnamento. Per quanto riguarda i dottorati, la voce principale della didattica, il contributo della Compagnia sarà rivolto prevalentemente a quelli svolti in collaborazione con atenei di altri Paesi, con rilascio di titolo doppio o congiunto, o con altri atenei italiani. Fra le iniziative didattiche di limitato impatto finanziario, ma di rilevante interesse sociale, continua l’esperienza del Polo universitario per studenti detenuti presso il carcere Lorusso e Cutugno di Torino.

Innovazione gestionale e interventi trasversali: Anche in linea con il nuovo mandato rettorale, sono state individuate quattro azioni nel quadro del progetto strategico “Innovazione, comunicazione e competitività”: elaborazione partecipata del bilancio di Ateneo, interventi di process re-engineering, sviluppo di Social reference sulle opportunità di finanziamento per la ricerca, realizzazione di un hackathon, la hack-marathon che intende migliorare la vita all’interno dell’Università andando ad intervenire direttamente sui prodotti, sui servizi e sui processi esistenti per migliorarli, innovarli o addirittura crearne di nuovi (#hackunito). A queste iniziative si affianca l’acquisizione mirata di materiale bibliografico on line (abbonamenti a riviste e banche dati) di vitale importanza per una università che vuole essere aggiornata e dinamica.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy