• Google+
  • Commenta
5 gennaio 2014

Calza Befana personalizzata e calza befana fai da te: come prepararla

Cosa regalare alla befana

La Befana anche quest’anno solca con la sua scopa i cieli del mondo per portare nel nuovo anno tante calze cariche di buoni presupposti per ognuno di noi: trovare un lavoro – retribuito -, fare la dieta e tanti altri.

Calza Befana

Calza Befana

Sono anche iniziati i già attesi saldi. Ci sono alcuni negozi che hanno deciso di regalare i vestiti a condizione che le persone si rechino al negozio semplicemente indossando l’abbigliamento intimo.

Il mondo delle calze ha avuto un posto di rilevante importanza nel panorama culturale internazionale: si vedano ad esempio i film tratti dal romanzo della scrittrice svedese Astrid Lindbren Pippicalzelunghe, in cui la protagonista indossa calze alle ginocchia di colori diversi o il film del 1956 intitolato Baby Doll con la famosissima Elia Kazan. Una moda che contraddistingue di solito persone un po’ fuori dal comune e soprattutto durante il periodo adolescenziale, sono le controverse “calze con le dita”, in genere di colori sgargianti. Un tocco di creatività che riesce a strappare un sorriso a prima vista.

Ma ora dopo questo breve excursus ecco degli utili consigli per preparare e realizzare della calze Befana fai da te:

  • Calza Befana

    Calza Befana

    La calza Befana con  carta da regalo riciclata: calza della befana semplice che lascia spazio alla creatività. Il materiale è solo ed esclusivamente carta da regalo riciclata dai regali di Natale. Non bisognerà fare altro che distendere la carta per la vostra calza e farla a pieghe non necessariamente precise una volta finito il lavoro basterà disegnare sopra la forma della calza e ritagliarla con le forbici. Infine unire i lati con la macchina da cucire. Se preferite potete anche disegnarla, colorarla o scriverci sopra il nome.

  • Calza della Befana

    Calza Befana

    La calza Befana con stoffa che non si usa più: anche qui è la fantasia ad essere la padrona indiscussa. Basterà prendere delle vecchie stoffe che non utilizzate più e dopo aver disegnato due sagome di calza basterà unirle, cucirle e abbellirle a nostro piacimento. Ovviamente questo lavoro può essere fatto con tutti i materiali che volete: vecchi jeans, vecchi maglioni, ecc…

  • La calza Befana guanti. per chi è stanco della solita calza è vuole qualcosa di diverso possiamo inserire i dolciumi nei guanti anche se questa calza è perfetta per chi è a dieta e non vuole rinunciare alla befana
  • La calza Befana golosa: e per chi non è interessato alla linea e non si accontenta c’è sempre l’opportunità di sbizzarrirsi in cucina creando delle calze dolci o salate.

Come riempire le calze Befana 2014?

Dopo aver deciso come creare la nostra calza è il momento di pensare come riempirla. Grazie ai consigli di Margherita su Benesserevillage.it ognuno potrà creare la sua befana fai da te:

  • Befana

    Befana

    1. Calza befana tematica: Varie sono le alternative o i soliti dolci oppure possiamo pensare ad una calza tematica. Specie se a riceverla sono i ragazzi: scelgiamo un tema in base alle preferenze del destinatario della nostra calza e la riempiamo.

  • 2. Calza befana make-up: Perfetta per le ragazze amanti del make-up. Possiamo riempire la nostra calza con smalti, ombretti, mascara, fondotinta, pennelli, ecc…
  • 3. Calza befana beauty-care: Perfetta anche per gli uomini. Possiamo riempirla con per il viso e per il corpo, bagno schiuma, ecc…
  • 4. Calza befana e accessori o Calza befana preziosa: Dipende da quanto siamo intenzionati a spendere. Possiamo nascondere tra i vari dolciumi piccoli pensieri dal semplice portachiavi al più impegnativo anello di fidanzamento.
  • 5. Calza befana seducente: Possiamo riempire la nostra calza con diversi capi di abbigliamento intimo.

Con l’augurio che la simpatica vecchietta porti nelle calze di ognuno di voi, per questo 2014, tanti sorrisi, affinché le calze che vi porterà la simpatica vecchietta siano colorate e stimolino a iniziare un nuovo cammino nell’anno in cui è possibile riciclare addirittura il calendario del 1986. Augurandosi di non ripetere alcuni eventi, drammatici per l’intera Umanità.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy