• Google+
  • Commenta
15 gennaio 2014

Scadenze Fiscali 2014: scadenze fiscali per mese e adempimenti

Feste finite, tutti tornano a lavoro, la scuola, la solita routine e si ripresentano le scadenze fiscali del nuovo anno da pagare.

Scadenze fiscali

Scadenze fiscali

A causa delle scadenze fiscali del 2014, il risparmio fiscale di un giovane operaio senza familiari a carico si attesterà a 111 euro, contro i 15 euro del 2013. Per una famiglia bireddito con un figlio a carico, lo sgravio passerà dai 178 euro del 2013 ai 183 del 2014.

Per una famiglia monoreddito con due figli a carico, che nel 2013 ha sperimentato un risparmio fiscale di 250 euro, nel 2014 il peso delle tasse aumenterà di 164 euro.

Fino ad ora le famiglie sono stati costretti a sanare tramite ravvedimento la rata della scadenzi fiscali dell‘IRPEF non pagata nel mese di dicembre, le scadenze fiscali dell’IVIE (Imposta sul Valore degli Immobili situati all’Estero) e le scadenze fiscali dell’IVAFE (Imposta sul Valore delle Attività Finanziarie detenute all’Estero). E’ stato necessario versare l’acconto sulla scadenza fiscale dell’IRAP (Imposta Regionale sulle Attività Produttive) e l’addizionale del 25% alle scadenze fiscali sul reddito, da applicare sui ricavi e corrispettivi derivanti dalla produzione, distribuzione, vendita e realizzazione di materiale pornografico e d’incitamento alla violenza.

Le detrazioni sulle spese sanitarie, quelle sostenute per i portatori di handicap e per l’assistenza dei non autosufficienti, quelle veterinarie, quelle per i funerali, gli interessi dei mutui contratti per l’acquisto della prima casa, le assicurazioni vita e infortuni, quelle sulle spese scolastiche e universitarie dei figli, sugli affitti degli studenti fuori sede, e sulle erogazioni liberali concesse a favore dei partiti politici, la ricerca e le organizzazioni non governative.

In questa giungla di scadenze non passa inosservata quella che nello scadenziario fiscali è la più nota:la mini IMU. Va pagata entro il 24 gennaio 2014 e sono soggetti al versamento i proprietari di prima casa, il cui Comune in cui ricade l’immobile ha aumentato l’aliquota rispetto a quella standard del 4 per mille dello scorso anno. I contribuenti sono chiamati a versare il 40% della differenza con bollettino postale o modello F24 da presentare a uno sportello bancario o postale. Il restante 60% è a carico dello Stato.

Scadenze Fiscali per Mese

Scadenziario Fiscale per Mese

Pensionati e lavoratori autonomi, quindi, saranno chiamati probabilmente a pagare di più nel 2014 rispetto a quanto hanno versato nel 2013.

Di seguito lo scadenzario e tutti gli adempimenti fiscali, il calendario fiscale del 2014 diviso per mese:

Ricordiamo che chi non riuscisse a presentare nei termini il modello 730 può comunque compilare e trasmettere il modello Unico.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy