• Google+
  • Commenta
2 gennaio 2014

Test Ingresso 2014: test ingresso medicina e facoltà a numero chiuso

Novità per il 2014 circa il calendario dei test ingresso universitari. Quest’anno gli esami alle facoltà a numero chiuso si terranno con largo anticipo rispetto al solito, ovverosia in primavera.

I motivi dell’anticipo dei test ingresso università. 

L’esigenza di anteporre i tempi nasce e dalla necessità, per l’Italia, di allinearsi alle tempistiche in vigore nel resto dell’Unione Europea, e dall’esigenza di ottemperare all’esigenza di poter avviare l’anno accademico con graduatorie definitive e in modo regolare.

L’anno passato, infatti, c’erano stati problemi proprio con l’apertura dell’anno accademico, a causa proprio della pubblicazione, uscita addirittura il 19 dicembre, delle graduatorie definitive concernenti l’esito delle ammissioni, a causa del reinserimento del bonus maturità una tantum, che da quest’anno invece non sarà più previsto.

La decisione di anticipare gli esami per i corsi di laurea ad accesso programmato, in realtà, era già contenuta nel decreto Profumo e già da parecchio si conoscevano le date dei test.

Test ingresso Professioni Sanitarie. La scelta però non riguarderà i corsi delle Professioni Sanitarie, i cui test ingresso si terranno in data 3 settembre: questo perché, pur essendo sì a numero chiuso, prevedono numero programmato a livello locale, e perciò con test ingresso diversi a seconda dell’ateneo di riferimento.

Le date dei test ingresso:

  • Medicina e Chirurgia in lingua italiana, 8 aprile 2014;
  • Veterinaria, 9 aprile 2014;
  • Architettura, 10 aprile 2014;
  • Medicina in lingua inglese, 29 aprile 2014;
  • Professioni sanitarie, come prima segnalato, 3 settembre 2014.

Le obiezioni e le critiche test ingresso universitari. La decisione del ministro Carrozza non ha accolto riscontri positivi soprattutto fra studenti che da quest’anno dovranno affrontare i test di ammissione nel bel mezzo dell’anno scolastico, stressati dall’imminente esame di maturità e dalla preparazione per compiti orali e scritti che, nel secondo quadrimestre dell’anno, soprattutto dell’ultimo anno di superiori, diventa serratissima, per poter rialzare i voti in dirittura della fine e potersi presentare all’esame con una media discreta o comunque accettabile.

Doppio stress per i maturandi insomma, che dovranno rimboccarsi le maniche e studiare non il doppio, ma il triplo.

Il vantaggio, per loro, sarà quello di poter cominciare l’anno accademico, qualora ammessi, in modo più sereno e disciplinato, con graduatorie definitive e certe.

Già l’anno scorso c’erano state critiche perché i test ingresso erano stati anticipati a luglio e si erano levate parole dure verso l’allora ministro Profumo, denunciando il fatto che nel decreto del MIUR erano presenti solo le date test ingresso, mentre si demandava ad un eventuale decreto successivo il compito di chiarire e definire contenuti e temi delle prove di ammissione, quando, questa la critica, prima occorre conoscere i temi con cui ci si confronterà e poi le date dei test ingresso universitari.

La necessità, però, di uniformarsi alle modalità in vigore nel resto d’Europa, indeboliscono qualsivoglia sollevazione, dato che, nel percorso di adeguamento alle normative europee in materia di istruzione, poche sono state le critiche assimilate ed accettate dal Ministero.

Test ingresso anticipati per adeguarsi al sistema universitario europeo. Sebbene il nostro sistema di istruzione differisca, rispetto a quelli degli altri paesi europei, anche e soprattutto per la portata dei programmi ministeriali previsti per i corsi di istruzione superiore, gravosi e oggetto di continui dibattiti proprio sulla necessità di essere snelliti e aggiornati,  si introducono novità di ordine gestionale sui test d’ingresso a medicina e nelle facoltà a numero chiuso che non tengono conto proprio della fisionomia peculiare del nostro percorso di studi Italiano rispetto a quello degli altri paesi.

Altra obiezione necessaria riguarda un aspetto che esula dai contenuti stessi dei programmi (che richiedono agli studenti, e ci si riferisce soprattutto agli studenti dei licei, un impegno continuativo ed intenso per essere sostenuti con risultati degni di nota): negli altri paesi europei i calendari sono diversi rispetto ai nostri, non sono previste le stesse pause estive ed invernali, che vengono gestite in modo diverso.

Anche questo ha un peso in sede di calendarizzazione delle date dei test ingresso, o quantomeno dovrebbe averne: così come dovrebbe averne il fatto che anche nelle modalità di verifica delle competenze, a scuola, vi sono spesso differenze sostanziali tra paese e paese.

Più che uniformarsi ci si appiattisce insomma, senza alcuna attenzione al contenuto e alla storia del nostro sistema scolastico: si vuol fare indossare una taglia 38 ad una donna che pesa 80 chili.  Il vestito magari è bellissimo, ma se la donna non si mette a dieta l’abito rischia di diventare un cumulo di stracci strappati. E il discorso vale anche al contrario. Occorrerebbe un’opera di armonizzazione complessiva, a partire dai programmi, difendendo i punti di forza del nostro sistema, che sono tanti e che si stanno progressivamente perdendo purtroppo.

Studiare il doppio per i test ingresso anticipati. Al netto di ogni considerazione, però, non rimane che adeguarsi, perché un certo percorso è stato imboccato e tornare indietro, hic et nunc, sarebbe utopistico. Ecco dunque che la soluzione, per gli studenti, è solo una, al solito: rimboccarsi le maniche e studiare.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy