• Google+
  • Commenta
23 gennaio 2014

Università degli Studi di Ferrara: Magnetismo e Superconduttività

Università degli Studi di FERRARA – Dall’Astronomia, alla Fisica, alle Scienze all’Università degli Studi di Ferrara. 

Università di Ferrara

Università di Ferrara

Venerdì 24 gennaio partono i Venerdì dell’Universo con Federico Spizzo che parlerà di Magnetismo e Superconduttività: l’unione fa la forza

Al via domani, venerdì 24 gennaio, alle ore 21 alla Sala Estense, (piazza Municipale), il primo appuntamento dell’Edizione 2014 de “I Venerdì dell’Universo”, storica rassegna di seminari scientifici su Astronomia, Fisica e Scienze, che si svolgono, come ogni anno, da gennaio ad aprile.

Nati negli anni ’80, proseguiti dagli anni ’90 con impronta più divulgativa, e aperti da sempre a tutta la città, “I Venerdì dell’Universo” sono organizzati dal Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Ferrara, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Gruppo Astrofili Ferraresi “Columbia“, Coop. Sociale Camelot e La Terra dell’Orso.

Relatore di questo appuntamento sarà Federico Spizzo, Ricercatore del Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Ferrara, che parlerà di Magnetismo e Superconduttività: l’unione fa la forza.

Anche quest’anno gli appuntamenti saranno trasmessi in diretta streaming all’indirizzo  Università degli Studi di Ferrara e inoltre è stato attivato l’indirizzo mail venerdiuniverso@fe.infn.it a disposizione di chiunque voglia rivolgere domande.

Ed è lo stesso Spizzo ad anticiparci l’argomento della serata..“Al giorno d’ogg i i materiali magnetici e quelli di tipo superconduttore rivestono un ruolo importante dal punto di vista tecnologico, sia grazie alle loro proprietà sia grazie all’attività di ricerca svolta nell’ambito dello studio e della produzione dei materiali, attività che permette di sfruttarne a pieno le potenzialità. Molte delle recenti scoperte relative ai materiali magnetici sono legate a quelli di tipo nanostrutturato. Nel corso della serata vedremo una panoramica delle loro caratteristiche e potenzialità e dei loro possibili ambiti di applicazione, dalla sensoristica alla memorizzazione di massa, dall’ecologia alla medicina. Partendo da quest’ultimo aspetto, arriveremo a parlare dei materiali superconduttori, mettendo in evidenza analogie e differenze con quelli magnetici, e come grazie alle loro affascinanti caratteristiche i superconduttori risultino complementari ai magnetici e ne estendano le potenzialità. Oltre ad illustrare i vari ambiti di applicazione dei sistemi superconduttori, verranno presentati i modelli che ne descrivono le proprietà, a partire da quelli a bassa temperatura fino a quelli più recenti ad alta temperatura”.

Il programma, gli abstract ed il profilo biografico dei relatori sono disponibili su Università degli Studi di Ferrara nella sezione dedicata agli incontri scientifici

Federico Spizzo: Laureato a Padova nel 1996 con 110/110 e lode. Dottorato di Ricerca in Fisica a Ferrara, gennaio 2001. Dal 2001 al 2003 ha lavorato per l’Istituto Nazionale di Fisica della Materia (INFM) e poi ha avuto vari contratti presso il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Ferrara. Ricercatore presso il Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dal 2008 Ha collaborazioni sia con gruppi di ricerca nazionali (ad es.: Università di Bologna, Università di Perugia, Università di Napoli, Università di Padova) che internazionali (ESRF, Grenoble). Ha svolto vari periodi all’estero per svolgere esperimenti presso le grandi facilities, sia sincrotroni che sorgenti di neutroni (ESRF (Grenoble), ILL (Grenoble), Elettra (Trieste), HMI (Berlino)). Circa 50 Presentazioni a congressi internazionali. 55 articoli su riviste internazionali. Referee per varie riviste (Physical Review B, Journal of Applied Physics, Journal of Nanoparticle Research, Applied Surface Science, Journal of Vacuum Science and Technology) e per proceeedings di Congressi. Dal 2000 al 2008 Partecipa a vari progetti di ricerca, sia dell’INFM che del MIUR (FIRB, PRIN); è coordinatore locale di unità per un progetto “Futuro in Ricerca” FIRB 2010 dal titolo “Controllo dell’anisotropia magnetica di nanostrutture per migliorare la stabilità magnetica di dispositivi Magnetoresistivi”. Tiene degli insegnamenti per il corso di Laurea Magistrale in Fisica e per il Corso di Laurea Triennale in Scienze Biologiche; ha insegnato anche nel Corso di Laurea Triennale in Informatica e nel Corso di Laurea Magistrale in Ecologia ed Evoluzione. Relatore di 25 tesi di laurea, per la Laurea Triennale e Magistrale in Fisica e per la laurea Triennale e Magistrale in Informatica. L’attività di ricerca principale di Federico Spizzo riguarda la preparazione e lo studio delle proprietà magnetiche di sistemi magnetici nanostrutturati. In particolare, si è dedicato allo studio della conducibilità elettronica dipendente dallo spin elettronico. Ora studia il fenomeno dell’interazione di scambio tra materiali ferromagnetici ed antiferromagnetici strutturati su scala nanometrica e l’influenza che esso ha sulla conducibilità elettronica dei materiali stessi.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy