• Google+
  • Commenta
20 gennaio 2014

Università di Pavia condannata per tasse indebitamente incassate

Università di PAVIA – Azione universitaria sul caso dell’Università di Pavia: “risarcire gli studenti e’ solo il primo passo serve politica di rilancio del diritto allo studio”

Tasse Università di Pavia

Tasse Università di Pavia

“E’ di ieri la notizia che il TAR della Lombardia ha condannato ll’Università di Pavia ha risarcire gli studenti per le tasse indebitamente incassate e che superavano la soglia del 20% del Fondo di Finanziamento Ordinario prevista prima della spending review del Ministro Profumo”– dice Azione Universitaria circa il caso dell’Università di Pavia –

“Non è il primo ateneo l’Università di Pavia costretto a restituire agli studenti i soldi delle tasse che non sarebbero mai dovuti arrivare e ci auguriamo che non sia neppure l’ultimo, ma non possiamo accontentarci di iniziative sul breve periodo, la restituzione del furto è solo il primo passo verso il rilancio degli atenei italiani, urge una politica chiara e concreta che riformi il diritto allo studio e che provveda a lungo termine a rimettere in sesto le nostre università”. – continua AU –

“Azione Universitaria si è spesa moltissimo negli anni precedenti nel denunciare tutti gli atenei fuorilegge ma allo stesso tempo non ha tralasciato proposte concrete che non si riducono a specchietti per le allodole.”

“Crediamo sia necessario una più efficace lotta agli sprechi e ai privilegi dei docenti, ancora troppo spesso liberi di abusare della propria posizione, così come è necessario porre un freno a “marchette” politiche attraverso le quali gli atenei finanziano iniziative di amici e sindacati. E’ importante continuare la lotta al caro affitti e combattere la piaga degli affitti in nero, immaginare un nuovo sistema di borse di studio e alloggi, chiedendo allo Stato l’utilizzo di immobili dismessi, quali ad esempio le caserme, per aumentare il numero degli studentati senza gravare ulteriormente sulle spalle dei singoli atenei.” – dichiara Azione Universitaria circa il caso dell’Università di Pavia –

“E’ necessario ripensare il sistema didattico e amministrativo per limitare i costi sia delle amministrazioni che dei singoli studenti. Siamo convinti che in un momento di crisi come quello che l’Italia sta affrontando restituire gli introiti illegittimi delle tasse già pagate sia una boccata d’ossigeno per tante famiglia, ma il nostro compito come rappresentanti degli studenti è anche quello di pensare alle prossime generazioni e di immaginare un’università più giusta, meritocratica e creata per gli studenti e non per i baroni” è questo il commento di Filippo Coderoni eletto al Nucleo di Valutazione dell’università di Roma Tre e dirigente romano di Azione Universitaria in merito all’accoglimento del ricorso che chiede agli atenei di restituire agli studenti i soldi relativi alle tasse universitarie. “ – Conclude Azione Universitaria circa il caso dell’Università di Pavia –

risarcire gli studenti per le tasse indebitamente incassate


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy