• Google+
  • Commenta
26 febbraio 2014

Orientamento Universitario 2014: guida all’orientamento universitario

Mario Panizza

L’orientamento universitario e la scelta dell’Università da parte, soprattutto, di tutti i ragazzi che quest’anno affronteranno la maturità è un passo fondamentale per la propria vita.

Orientamento Universitario

Orientamento Universitario

La scelta dell’Università da frequentare capita, purtroppo, che venga fatta frettolosamente e, di conseguenza, lo studente si trova di fronte a delle spiacevoli scoperte e a dover fare i conti con le difficoltà consequenziali.

Questo succede perché, secondo le statistiche, il 30% dei maturandi pensa soltanto la maturità a quale corso scegliere e quasi il 10%, invece, sceglie addirittura all’ultimo minuto senza un adeguato orientamento universitario.

Tutto ciò suscita nella matricola angoscia e afflizione soprattutto se, la scelta non ponderata, ha avuto le inevitabili conseguenze negative. Come evitare tutto questo? Di seguito alcuni consigli su quale università scegliere i consigli all’orientamento universitario da parte dei Rettori.

Guida all’orientamento universitario, consigli su quale università scegliere

  • Orientamento universitario secondo il criterio della distanza casa – università : lo studente, fresco di maturità, deve essere cosciente del grande salto di qualità che sta per compiere; non più, dunque, la vita da scolaretto con la pappa pronta a casa e gli stessi orari tutti i giorni. L’università, molto spesso, si trova a distanza da casa propria; è opportuno, dunque, che il ragazzo rifletta sulla propria personalità e sulla sua capacità di allontanarsi tanto da casa propria. Più lontano si va e meno saranno le occasioni di tornare a casa, da i propri familiari e amici. Se sapete già di amare la vostra casa e di avere bisogno di sentirvi liberi di tornarci ogni qual volta lo vogliate il suggerimento è scegliere un ateneo poco distante dal vostro paese. Nel caso in cui non è possibile, lavorate su voi stessi e cercate in tutti i modi di accettare la distanza, facendo sì da non renderla fonte di disagio fuori casa e, dunque, causa di rallentamento negli studi.
  • Orientamento universitario secondo il criterio della qualità dell’ateneo: in seguito alla scelta della facoltà (prima importante scelta), fatta in base alla consapevolezza delle proprie attitudini e passioni, è importante scegliere un ateneo capace di offrire la migliore preparazione in quella specifica materia. Per quanto ogni università italiana ha il proprio meglio da offrire agli studenti, ognuna di esse ha una certa specializzazione in una facoltà. Ci sono casi in cui, infatti, alcuni atenei sono maggiormente sviluppati nel dipartimento di economia, di lettere, di comunicazione e così via. È bene, dunque, informarsi se l’ateneo scelto sia in grado di offrire la preparazione che ci si aspetta oppure no.
  • Orientamento universitario secondo il criterio dei servizi e dei costi dell’ateneo: per quanto possa sembrare “poco elegante” e venale, è importante anche considerare il rapporto qualità-prezzo dell’ateneo scelto. Se si cerca una università in grado di soddisfare le possibilità economiche a propria disposizione è bene consultare i dati essi a disposizione dal Censis in cui sono elencate, a seconda della categoria di appartenenza, i migliori atenei in Italia.

Orientamento Universitario e Classifica Università Repubblica Censis:

Il voto è la media della valutazione di: servizi, strutture, web, internazionalizzazione e spese per borse ed altri interventi

  • MEGA ATENEI (oltre 40.000 iscritti)

1. Bologna 93,7
2. Padova 87,9
3. Pisa 85,8
4. Firenze 84,1
5. Torino 83,1
6. Roma Sapienza 81,7
7. Palermo 81,1
8. Milano Studi 80,4
9. Bari 79,0
10. Catania 77,4
11. Napoli Federico II 75,6

  • GRANDI ATENEI (da 20.000 a 40.000 iscritti)

1. Pavia 94,1
2. Calabria 93,3
3. Parma 88,5
4. Cagliari 87,3
5. Genova 86,8
6. Perugia 86,2
7. Verona 86,0
8. Roma Tor Vergata 82,7
9. Milano Bicocca 81,2
10. Salerno 79,0
11. Roma Tre 78,5
12. Messina 76,6
13. Chieti-Pescara 75,1
14. L’Aquila 73,3
15. Caserta 70,2

  • MEDI ATENEI (da 10.000 a 20.000 iscritti)

1. Siena 103,4
2. Trieste 99,5
3. Sassari 98,9
4. Trento 98,1
5. Modena- Reggio Emilia 96,1
6. Macerata 92,5
7. Udine 91,6
8. Marche 90,3
9. Brescia 90,2
10. Salento 88,4
11. Urbino 88,2
12. Ferrara 86,
13. Venezia Ca’ Foscari 84,3
14. Bergamo 82,5
15. Cassino 79,8

  • PICCOLI ATENEI (Fino a 10.000 iscritti)

1. Camerino 92,6
2. Teramo 88,6
3. Tuscia 86,4
4. Basilicata 84,9
5 Piemonte Orientale 82,9
6. Sannio 79,4
7. Insurbia 78,4
8. Molie 78,2
9. Catanzaro 76,6
9. Reggio Calabria 76,6
10. Napoli Orientale 74,4

Ivano Dionigi

Ivano Dionigi

Per avere una visione più chiara sull’orientamento universitario e al fine di avere consigli su quale università è meglio scegliere abbiamo chiesto a diversi rettori di università italiane quali, secondo loro, sono i criteri e i modi più giusti per fare in maniera oculata una scelta tanto importante.

Il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna prof. Ivano Dionigi ha voluto sottolineare l’importanza dell’orientamento universitario e della capacità degli atenei, nel casso specifico l’Unibo, di mettersi a disposizione degli studenti per valutare l’ateneo scelto e le singole facoltà.

Il 4 e 5 marzo, l’Università di Bologna promuove Alma Orienta, una due giorni dedicata all’orientamento universitario per gli studenti delle scuole superiori. L’Università di Bologna offre alle ragazze e ai ragazzi che frequentano il quarto e quinto anno della scuola secondaria di secondo grado una serie di attività che puntano ad una scelta consapevole ed informata del percorso universitario.

Tra queste, l’appuntamento principale è quello di Alma Orienta, che quest’anno si tiene il 4 e 5 marzo alla Fiera di Bologna. Sono giornate in cui un giovane si trova a decidere il proprio futuro e questa responsabilità ce la sentiamo addosso. Cercheremo quindi di creare un contesto di accoglienza attorno allo studente, per assisterlo al meglio nella sua scelta“.

Mario Panizza

Mario Panizza

A dare la propria opinione sull’orientamento universitario è stato anche il Magnifico Rettore prof. Mario Panizza, Università Roma Tre, che ha dichiarato quanto segue. “Penso sia importante che i giovani affrontino il percorso universitario tenendo conto dei propri interessi e delle proprie inclinazioni, avendo come obiettivo una formazione flessibile e polivalente, che sappia adattarsi alle continue trasformazioni del mondo del lavoro. In quest’ottica l’Università degli Studi Roma Tre cerca di offrire ai suoi studenti una preparazione che tenga conto delle innovazioni e dei cambiamenti in tutti i settori disciplinari e organizza le “Giornate di Vita Universitaria”.

“Per coinvolgere gli studenti delle superiori in una riflessione sulle loro scelte future, anche attraverso un confronto con gli studenti seniores”.

La Forgia

La Forgia

Anche l’ex Rettore dell’Università del Salento, prof. Ing. Domenico Laforgia, ha esposto quali secondo lui sono i criteri più appropriati che le matricole devono utilizzare per scegliere il migliore ateneo e per un adeguato orientamento universitario. “Ci sono diverse valutazioni da fare. La prima di ordine economico-familiare, meglio una sede vicina se le condizioni economiche non consentono di vivere a lungo fuorisede, poi l’immagine dell’Ateneo, la sua storia recente, la qualità dei suoi docenti, la qualità dei suoi corsi, i servizi offerti, i servizi generali di Ateneo. Un Ateneo 2.0 consente indubbi vantaggi rispetto ad uno che non ha ancora completato la modernizzazione informatica.”

“La presenza di adeguate iniziative extracurriculari che consentono di sviluppare in modo più armonioso la preparazione completandolo con lo sport, ovvero iniziative teatrali, musicali etc. Un elemento di valutazione è anche la rinomanza delle attività di ricerca nel settore di propria vocazione. Ogni Università presenta le sue specializzazioni che sono collocate ai primi posti in una comparazione nazionale ed internazionale. In tutte le Università si fa ricerca buona, ma  ciascuna Università ha i suoi centri di eccellenza. In generale consiglierei di fare una triennale vicino casa, generalmente  a basso investimento iniziale, poi dopo aver dimostrato le proprie capacità suggerisco di investire in una magistrale prestigiosa, la migliore del settore prescelto, dovunque essa sia. In questo modo lo studente vede ottimizzato il suo percorso universitario, completa la sua preparazione con la conoscenza di due Università, sviluppa l’autonomia personale che il vivere fuorisede consente, acquisisce il miglior titolo possibile nel settore di specializzazione che sceglie, ottimizza i i propri costi”.

Attilio Mastino

Attilio Mastino

Abbiamo avuto, infine, la possibilità di chiedere anche al Magnifico Rettore dell’Università di Sassari, prof. Attilio Mastino, quali secondo lui sono i criteri che gli studenti devono adottare per scegliere al meglio l’ateneo da frequentare, i suoi consigli sull’orientamento universitario.

Credo sia giusto che gli studenti consultino le classifiche in cui si collocano le università e le singole facoltà italiane in una graduatoria come, ad esempio, la graduatoria Repubblica-Censis nella quale il nostro ateneo si colloca al terzo posto degli atenei medi.

Credo, inoltre, che lo studente debba entrare a contatto con l’ufficio orientamento; l’Università di Sassari, ad esempio, dispone di un Centro Orientamento Studenti il quale lavora in ingresso, in itinere e in uscita dello studente dall’università. Ogni anno il Centro si occupa di organizzare il “Salone dello Studente” dove viene presentata l’offerta formativa. Quella dell’ateneo di Sassari è un’offerta molto ampia e generalista così da suscitare nello studente curiosità, interesse, passione e voglia di approfondire così da metterlo nella prospettiva di una preparazione universitaria adeguata e, soprattutto, una posizione lavorativa che sia finalizzata non tanto allo stipendio ma alla voglia di coltivare passioni proprie e di considerare, dunque, il lavoro non come un peso ma come un’occasione di benessere e di soddisfazione”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy