• Google+
  • Commenta
26 febbraio 2014

Selena Orlando dell’Uniud premio di laurea Tito Maniacco

Selena Orlando
Selena Orlando

Selena Orlando

Cerimonia di consegna del riconoscimento a palazzo Florio dell’Uniud a Selena Orlando.

Giovane dell’Uniud si aggiudica la prima edizione. Del premio di laurea Uniud dedicato a Tito Maniacco

Selena Orlando, laureata magistrale dell’Uniud in Italianistica, ha svolto una tesi intitolata “Tito Maniacco: un intellettuale poliedrico. L’opera e l’impegno civile”

La ventiseienne Selena Orlando, di Carpacco di Dignano (Ud), laureata magistrale all’Uniud nell’anno accademico 2011/2012 con il massimo dei voti e lode, presso il corso di laurea interateneo in Italianistica, si è aggiudicata – grazie alla tesi dedicata a “Tito Maniacco: un intellettuale poliedrico.

L’opera e l’impegno civile”, relatrice Anna Storti Abate – la prima edizione del premio biennale di laurea dedicato a Tito Maniacco, intellettuale fra i protagonisti della vita culturale friulana dal secondo dopoguerra. Voluto e istituito da Uniud e Associazione “Adastra Cultura”, il premio, del valore di 2.500 euro, è stato consegnato dal rettore, Alberto Felice De Toni, e dalla commissione giudicatrice, costituita da Giampaolo Borghello, già docente di letteratura italiana dell’ateneo friulano e organizzatore del premio, Marina Giovannelli, presidente di Adastra Cultura, e Andrea Del Ben, ricercatore di letteratura italiana del Dipartimento di studi umanistici dell’Uniud.

Complimentandosi con la vincitrice e con gli organizzatori del premio De Toni ha evidenziato la figura e il valore dell’opera di Tito Maniacco che, ha detto, «ha saputo coniugare il suo carisma in ambito letterario con l’impegno civile».

Il punto di Borghello sul lavoro della studentessa Selena Orlando dell’Uniud

«L’auspicio – ha detto Borghello – è che il lavoro di Selena possa essere integralmente o in parte pubblicato e che questa tesi possa rappresentare l’inizio di una nuova stagione di rilettura, di approfondimento e di scavo della multiforme opera di Maniacco». Marina Giovannelli, ricordando lo scopo dell’Associazione Adastra Cultura di promozione di un’idea di cultura articolata secondo il pensiero e l’opera di Tito Maniacco, ha voluto sottolineare come “l’Uniud sia il luogo deputato a fare da riferimento a ogni studio sistematico sul lavoro di Tito Maniacco e a divenire il centro di diffusione della conoscenza della sua opera”.

Il lavoro dei Selena “presenta – ha spiegato Borghello – un profilo molto ampio, approfondito e circostanziato di tutta la multiforme attività di Maniacco, dalla poesia alla narrativa, dalla pittura alla saggistica, il cui filo conduttore è il rapporto franco, continuo e sereno con il pensiero di Marx e con il marxismo, filosofia che tenta di capire il mondo e vuole cambiarlo“. In particolare, Orlando “coglie con finezza e acume” – aggiunge Borghello – “costanti e varianti nel lungo iter di Maniacco poeta, con una costante lucida analisi linguistico-stilistica. Di particolare interesse e novità, inoltre, l’analisi a tutto campo della produzione dell’ultimo Maniacco, e l’individuazione di alcuni nodi tematici interdisciplinar”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy