• Google+
  • Commenta
27 febbraio 2014

Università Cà Foscari di Venezia: il reale peso economico del turismo

Università Cà Foscari di Venezia – Al via il progetto del Sistema Statistico – Regione del Veneto in collaborazione con Ciset Università Cà Foscari di Venezia

Università Cà Foscaridi Venezia

Università Cà Foscaridi Venezia

Qual e’ il reale peso economico del turismo? In veneto la prima sperimentazione regionale sui “big data”

L’annuncio dato all’ultimo Steering Committee dell’UNWTO, l’Organizzazione Mondiale del Turismo

I numeri che si rincorrono spesso incontrollati su quanto vale il turismo hanno i giorni contati. Dall’UNWTO, l’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite, la parola d’ordine è “conto satellite”, una metodologia in linea con le valutazioni che si fanno abitualmente per gli altri settori produttivi. Alle stime e modelli econometrici già in uso, si affianca l’analisi sistematica della contabilità del settore turistico grazie all’utilizzo dei big data relativi alle attività produttive.La «prima volta» per l’Italia è stata con la Provincia autonoma di Bolzano. Ora, però, tocca alla prima regione italiana a statuto ordinario e la scelta è caduta sul Veneto, regione che in ambito turistico raccoglie una grande parte dei flussi italiani.

Sarà la Sezione Sistema Statistico – Regione del Veneto in collaborazione con Ciset  dell’Università Cà Foscari di Venezia (Centro Internazionale di Studi sull’Economia del Turismo) a «far quadrare i conti» per capire quanto pesa il comparto turistico sull’economia regionale partendo dai dati di contabilità e non soltanto da stime.

“Il Veneto è la prima regione in Italia per movimento turistico – sottolinea il vicepresidente e assessore regionale alla cultura e alla statistica Marino Zorzato e ha quindi tutte le carte in regola per fare da ‘apripista’ in questa sperimentazione. Sarà avviato uno studio di fattibilità per l’analisi economica della nostra regione attraverso il conto satellite. Si tratta di un progetto, peraltro, inserito nel programma statistico nazionale dell’Istat”.

L’iniziativa dell’Università Cà Foscari di Venezia segue quella sul conto satellite nazionale prodotto nel 2012 per l’Italia di cui Ciset era uno dei partner. Questa metodologia è stata già applicata in Spagna, Austria, Francia, Slovenia.

«La notizia del conto satellite per il Veneto – spiega Mara Manente, direttore Ciset dell’Università Cà Foscari di Veneziaè stata accolta con favore durante l’ultimo Steering Committee dell’UNWTO a Madrid. Attualmente i conteggi sul Veneto si fanno sulla base di stime e modelli econometrici. Gli ultimi dati disponibili sono quelli riportati dal Rapporto Statistico 2013 della Regione Veneto che quantificano il fatturato del turismo nella regione in 11 miliardi di euro corrispondenti all’8% del valore aggiunto regionale e 370mila unità di lavoro pari al 16% dell’occupazione regionale. Il conto satellite consentirà di perfezionare e rendere coerente con la contabilità la valutazione del settore che potrà così essere confrontato con gli altri comparti produttivi in modo preciso e attendibile. Il futuro ‘conto satellite’ veneto si inserisce, così, nella discussione in corso, a livello mondiale, sull’evoluzione degli strumenti per misurare l’importanza economica del turismo anche su scala sub nazionale»


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy