• Google+
  • Commenta
3 febbraio 2014

Università Cà Foscari: Mostra Fotografica Vasco Ascolini Lowtone

Mostra Fotografica Cà Foscari

Università Cà Foscari di VENEZIA – Approda a venezia negli spazi di Cfz – Zattere Cà Foscari la mostra Vasco Ascolini Lowtone fotografie proveniente dal Teatro Verdi di Pordenone, a cura di Italo Zannier e con la collaborazione di Graphistudio e Terra Ferma

Mostra Fotografica Cà Foscari

Mostra Fotografica Cà Foscari

Dopo il primo appuntamento al Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Pordenone, la mostra fotografica  VASCO ASCOLINI LowTone Fotografie a cura di Italo Zannier si sposta a Venezia, alle Zattere, negli spazi di CFZ Cultural Flow Zone dove resterà aperta con ingresso libero dal 7 al 26 febbraio. Verrà inaugurata giovedì 6 febbraio alle ore 17.00.

La mostra del Cà Foscari si compone di 40 fotografie in bianco e nero di Vasco Ascolini fotografo di livello internazionale, specializzato in immagini di scena e che si è da sempre dedicato alla fotografia teatrale, ritratte con una particolare tecnica del bianco e nero.

Garante e propulsore del progetto è Italo Zannier, uno dei padri della storia della fotografia italiana, infaticabile curatore di mostre in tutto il mondo dalla Biennale di Venezia all’Expo di Siviglia, al Guggenheim di New York.

L’esposizione comprende opere originali (dal 1979 al 1989) che ritraggono compagnie e interpreti fra i più importanti della scena mondiale – molte conservate al Metropolitan Museum e al Moma, nella raccolta delle fotografie di Teatro.

Vasco Ascolini fotografa dal 1965. Dal 1973 al 1990 è stato fotografo ufficiale del Teatro Municipale “Romolo Valli” di Reggio Emilia, occasione unica per intraprendere un confronto fra il linguaggio fotografico e quello teatrale, concentrandosi sul movimento dei corpi, sulla danza e la mimica: in quel periodo le più grandi compagnie teatrali della scena mondiale venivano ospitate in Italia ed alcune solo a Reggio Emilia come la Martha Graham Dance Co.

“Avevo iniziato a fotografare usando i toni bassi – sottolinea Ascolini raccontando di sé – ed ero passato a quelli alti, affascinato dalle immagini di Giuseppe Cavalli. Quando nel 1973  cominciai a lavorare in Teatro, feci ritorno, molto naturalmente, ai miei neri, toni che poi, oggi, sono diventati una magnifica ossessione. Mi hanno seguito, diventando sempre più densi, fino ad oggi e spero possano continuare ad accompagnarmi fino alla fine del mio percorso”.

“La fotografia – afferma Italo Zannier, “regista” del progetto – è per se stessa teatro, ossia un racconto “al vero” dell’evento, della vicenda che si sviluppa, scena dopo scena, secondo momenti “decisivi” e situazioni spaziali plastiche e scenografiche, espressamente narrative e infine concettuali. Il binomio teatro e fotografie trova ora, nel significativo progetto del Teatro Verdi di Pordenone in collaborazione con l’Università Cà Foscari, un motivo ulteriore di riflessione tra i due linguaggi: contemporaneo il primo, ancestrale l’altro, predisponendo quindi a ulteriori, e in parte già programmate, analisi interdisciplinari, con la musica, la scenografia, il video, la letteratura”.

Il passaggio da Pordenone a Venezia della mostra suggella la collaborazione che si è instaurata fra il teatro pordenonese (che per due mesi ha ospitato l’esposizione nei suoi foyer) e l’Università Cà Foscari, in particolare  nell’ambito del progetto Photoinscena. Avviato con la “regia” di Italo Zannier – uno dei padri della fotografia in Italia – ed entrato nel percorso didattico dell’ateneo, si svilupperà su più piani, anche grazie al sostegno dal colosso mondiale dell’editoria digitale Graphistudio.

Università “Cà Foscari” di VENEZIA


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy