• Google+
  • Commenta
19 febbraio 2014

Università di Catania: studenti a scuola di “nuova impresa”



Università di Catania – Un Vulcano di Idee, da venerdì 100 studenti a scuola di “nuova impresa” nei territori dell’Etna

Università di Catania

Università di Catania

Sulla via di un’Università imprenditoriale, aperta alla cultura d’impresa e alla promozione delle start up, un’altra iniziativa sta per partire, coinvolgendo un centinaio di studenti del dipartimento di Economia e Impresa dell’Università di Catania.

Venerdì 21 febbraio, alle 15.30, nei locali di Joya Academy (via Scuto Costarelli 26), partirà “Un Vulcano di Idee”, un ciclo di seminari dell’Università di Catania professionalizzanti sul tema del “fare nuova impresa” nei territori dell’Etna.

Ad organizzarlo la cattedra di Economia e Gestione delle Imprese, tenuta dal prof. Rosario Faraci dell’Università di Catania, che per l’occasione si avvarrà della collaborazione stabile di cinque studenti “imprenditoriali” – Antonio Musumeci, Alessandra Nicastro, Giancarlo Sciuto, Veronica Sotera e Giuliano Tosto – con i quali l’intera iniziativa è stata progettata e verrà realizzata a beneficio degli studenti del II e III anno di Economia aziendale.

“Nell’anno che segue immediatamente quello della consacrazione dell’Etna a patrimonio mondiale dell’Umanità – spiega il prof. Faraci, illustrando la filosofia del progetto  – il ciclo di seminari dell’Università di Catania che stiamo avviando è dedicato al tema del “fare nuova impresa” nei territori dell’Etna. Quali sono i territori dell’Etna? C’è il territorio fisico per eccellenza, delimitato dal monumentale Vulcano (o Vulcanessa?) e dal suo straordinario paesaggio circostante che dirada fino a mare (il Mare dell’Etna), che ha ispirato e ispira ancora oggi il fare impresa nei settori tradizionali dell’agricoltura, della pesca, del turismo (anzi dei vari turismi), dei servizi connessi alla tutela e valorizzazione del patrimonio naturalistico. C’è poi il territorio culturale, ancora una volta dominato dall’Etna e dalla sua forza evocatrice di miti, di storie, di leggende, che ha ispirato e ispira anche adesso il fare impresa nei settori dell’arte, del cinema, della musica, del teatro e delle più moderne produzioni audiovisive e multimediali. C’è ancora il territorio del sapere tecnologico, quello convenzionalmente denominato Etna Valley, che ha conosciuto fasi alterne di sviluppo e di declino attorno ai progetti di crescita della STMicroelectronics, che ha ispirato e ispira tuttora il fare impresa nei settori hi-tech, delle biotecnologie, delle nanotecnologie, e in più in generale dell’informatica, dell’information technology e oggi pure delle applicazioni multimediali per tablet e smartphone. C’è infine il territorio dei saperi e dei saperi locali, dove l’Etna e lo spirito vulcanico delle popolazioni che la abitano, è fonte di nuove idee e di una diffusa imprenditorialità nei settori dell’enogastronomia, dell’artigianato, dei mestieri tradizionali, del piccolo e del grande commercio, dei trasporti e della logistica. Insomma, non c’è uno solo, ma vi sono tanti territori dell’Etna, un vero e proprio Vulcano di Idee per il nostro territorio”.

Ospite del primo seminario dell’Università di Catania, sarà il vulcanologo Boris Behncke, ricercatore dell’Ingv di Catania, che aiuterà studenti ed ospite a comprendere le dinamiche di funzionamento del vulcano più attivo d’Europa e più studiato al mondo, l’Etna. Seguiranno gli interventi di Giuseppe Distefano (Etna Walk) e dello studente Giuseppe Maccarrone, appassionati walkers e naturalisti; di Alessandra Gentile e Maria Rosa De Luca, docenti dell’Università di Catania che tratteranno rispettivamente del rapporto fra Etna, territori dell’agricoltura e territori della musica; dei giornalisti Antonello Piraneo e Turi Caggegi che analizzeranno come è cambiato giornalisticamente parlando il modo di raccontare l’Etna e l’Etna Valley; di Viviana Marano di Sicilia Convention Bureau che valuterà le prospettive di rilancio turistico della Sicilia a partire dalla risorsa Etna.

Il ciclo di seminari dell’Università di Catania “Un Vulcano di Idee” proseguirà dal 25 febbraio e fino all’undici marzo al Palazzo delle Scienze, sede del dipartimento di Economia e Impresa, con altri cinque incontri. Il 12 aprile si terrà invece il Contest Day fra tutti gli studenti partecipanti. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività a sostegno di Start Up Academy, il grande gioco riservato a studenti, dottorandi e specializzandi dell’Università di Catania che vogliono fare nuova impresa.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy