• Google+
  • Commenta
21 marzo 2014

Convenzione Ordine Consulenti del Lavoro e Università Insubria

Alberto Onetti a Uninsubria

Università Insubria Varese-Como – Siglata la convenzione tra ordine consulenti del lavoro e l’Università Insubria

Università Insubria

Università Insubria

Dalla laurea alla libera professione il passo è breve: è oggi possibile attivare il tirocinio durante il percorso di studi accademico

Un aiuto concreto per un rapido inserimento dei laureandi nel mondo del lavoro: è questo l’obiettivo della convenzione stipulata tra l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Varese e l’Università Insubria, in particolare il Dipartimento di Economia, con sede a Varese.

Reso possibile dalla convenzione quadro tra il Miur – Ministero dell’istruzione, università e ricerca -, Ministero del Lavoro e Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro datata 24 luglio 2013, l’accordo offre agli studenti che si iscrivono ad Economia dell’Università Insubria e stanno per completare il percorso di studi, la possibilità di cominciare una parte del tirocinio necessario per l’ammissione all’esame di abilitazione alla professione di consulente del lavoro.

Gli studenti iscritti al corso di laurea triennale in Economia e Management e al corso di laurea magistrale in Economia, Diritto e Finanza d’Impresa, curriculum Economia e diritto d’impresa dell’Università Insubria, in regola con gli esami, possono chiedere di essere ammessi al periodo di tirocinio presso lo studio professionale di un consulente del lavoro, propedeutico all’esame di abilitazione.

La durata del periodo di tirocinio svolto, per così dire, in affiancamento alle ore di aula, dovrà essere non inferiore alle 250 ore, equivalenti a sei mesi, e dovrà essere svolto nello studio professionale di un consulente del lavoro tra quelli individuati dall’Ordine. Il numero di studenti ammessi sarà definito in base al numero di studi professionali disponibili.

«Questa convenzione dell’Università Insubria è soltanto uno dei tanti fronti sui quali i Consulenti del Lavoro di Varese sono impegnati – evidenzia la presidente, Vera Stigliano per fornire risposte efficaci ai bisogni espressi dalla società e che quotidianamente raccogliamo: noi siamo in un certo senso in prima linea, poiché a contatto diretto con le imprese, i professionisti, le realtà produttive del territorio. Questo traguardo ci rende particolarmente orgogliosi perché siamo tra i primi, a livello nazionale, a dare attuazione a questo valido strumento per creare opportunità di lavoro concrete ai neo laureati che si interrogano sulle prospettive occupazionali del loro percorso di studi. Ritengo che sia più che giusto fornire loro la possibilità di dare uno sbocco coerente al percorso di studi, di esercitare la professione per la quale hanno studiato e così a lungo investito in termini di impegno, di tempo e di denaro. Grazie alla collaborazione e alla sensibilità dell’Università Insubria su questi temi, è stato possibile realizzare questa convenzione che vede formazione ed esperienza “sul campo” procedere di pari passo, riducendo i tempi per l’esercizio effettivo della professione».

«E’ un’opportunità – sottolinea Maria Cristina Pierro, professore di diritto tributario, Direttore Vicario del Dipartimento di Economia e Responsabile del corso di laurea Magistrale CLEDIFI dell’Università Insubria – che il nostro Dipartimento, con la fattiva e illuminata collaborazione dei Consulenti del Lavoro di Varese , offre a coloro che si iscrivono ai corsi di laurea in Economia del nostro Ateneo.  Il corso di Laurea Magistrale in Economia e diritto e Finanza di impresa, in particolare il curriculum in Economia e diritto di impresa è stato studiato per fornire al neo laureato una buona conoscenza sia delle materie aziendali, sia di quelle giuridiche, necessarie per accedere alla professione di Consulente del Lavoro, figura che oggi svolge un ruolo sempre più essenziale a servizio delle imprese e di ogni realtà produttiva o professionale».

La convenzione prevede inoltre una certa flessibilità: i sei mesi di tirocinio possono essere attivati e temporaneamente sospesi in caso di soggiorni all’estero per la frequenza di corsi riconosciuti dall’Università Insubria.

Oltre al supporto fornito nell’individuazione degli studi professionali disponibili ad accogliere i tirocinanti, l’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Varese si è reso disponibile per una serie di attività collaterali quali, per esempio, il coinvolgimento dei tirocinanti in tutte le iniziative formative attivate dall’Ordine stesso ogni anno durante il periodo di tirocinio. Oltre a questo, rappresentanti dell’Ordine potranno essere coinvolti anche in qualità di docenti o per portare la loro testimonianza a corsi e seminari organizzati sempre nel periodo di tirocinio.

Oltre agli aspetti tecnici e normativi, particolare attenzione sarà posta ai temi della deontologia professionale.

Per approfondire:

  • Nel Dettaglio

    • I corsi ammessi alla convenzione
      • a – Laura triennale in Economia e Management (attivato nell’anno accademico 2010-2011) afferente alla classe: L33 Scienze Economiche;
      • b – Laurea triennale in Economia e Amministrazione delle imprese, classe 17
      • c – Laurea triennale in Economia e Commercio, classe 28
      • d – Laurea magistrale in Economia, Diritto e Finanza d’impresa, curriculum in Economia e Diritto d’impresa
      • e – Laurea magistrale in Economia e Diritto d’impresa, classe di laurea Scienze Economico-Aziendali
      • f – Laurea specialistica in Economia e Commercio, classe 84/s
    • Normativa di Riferimento
    • Legge 11 gennaio 1979, n. 12, recante “Norme per l’ordinamento della professione di Consulente del Lavoro;
    • Art. 9, comma 6, DL 24 gennaio 2012, n. 1, convertito in Legge 24 marzo 2012, n. 27, secondo cui “La durata del tirocinio previsto per l’accesso alle professioni regolamentate non può essere superiore a diciotto mesi; per i primi sei mesi, il tirocinio può essere svolto, in presenza di un’apposita convenzione quadro stipulata tra i Consigli Nazionali degli Ordini ed il Miur – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, concomitanza con il corso di studio per il conseguimento della laurea di primo livello o della laurea magistrale specialistica”
    • Art. 6, comma 4, DPR 7 agosto 2012, n. 137, recante la riforma degli ordinamenti professionali, a norma dell’art. 3, comma 5 del DL 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni dalla Legge 14 settembre 2012, n. 148, secondo cui “il tirocinio può essere altresì svolto per i primi sei mesi, in presenza di specifica convenzione quadro tra il Consiglio Nazionale dell’Ordine o Collegio, il Ministro dell’Istruzione, Università e della Ricerca ed il Ministro Vigilante, in concomitanza con l’ultimo anno del corso di studio per il conseguimento della laurea necessaria. I Consigli territoriali e le Università pubbliche e private possono stipulare convenzioni, conformi a quella di cui al periodo precedente, per regolare i reciproci rapporti”.

© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy