• Google+
  • Commenta
19 marzo 2014

Dal Poliba progetti di sviluppo per sistema aerospaziale pugliese

Ricerca Tor Vergata

Politecnico di Bari – Il Rettore del Poliba all’Ambasciata d’Italia a Washington. Accordi ENAC-FAA per il volo civile

Poliba - Sistema Aerospaziale

Poliba – Sistema Aerospaziale

E’ stato firmato a Washington (USA), il 12 marzo scorso, nella sede dell’Ambasciata d’Italia, un Memorandum di cooperazione tra l’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) ed il corrispondente ente statunitense FAA (Federal Aviation Administration) per lo sviluppo del trasporto commerciale sub spaziale. Il memorandum riguarda l’elaborazione della normativa nazionale sui temi della ricerca e dello sviluppo dei voli commerciali suborbitali.

Grazie a tale accordo del Poliba, tra qualche anno sarà possibile collegare, ad esempio, la costa est degli Stati Uniti con l’Italia in circa un’ora! Inizialmente i collegamenti interesseranno il solo trasporto di merci.

L’Italia è stata scelta come primo Paese europeo per la realizzazione di una normativa armonizzata con quella americana, in quanto, già da diversi anni, tra i due Paesi si è stabilita una sinergia tesa allo sviluppo del comparto spaziale, anche grazie alla fiorente collaborazione con l’industria nazionale, fatta di ricerche, innovazione e iniziative riconosciute a livello internazionale. Il memorandum è stato firmato alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti, Claudio Bisogniero. Nell’occasione, i due Presidenti, rispettivamente dell’ENAC, Vito Riggio e della FAA, Michael P. Huerta hanno partecipato ad un workshop dal titolo “THE NEW FRONTIERS FOR RESEARCH & AEROSPACE TECHNOLOGIES”, incentrato proprio sui temi prospettati.

Alla firma degli accordi, ed in qualità di relatore del workshop, ha partecipato anche il Magnifico Rettore del Polibai, Eugenio Di Sciascio, accompagnato dal Prorettore delegato alla ricerca, Vito Albino. Il Rettore, nella sua relazione, ha presentato il sistema costituente il comparto aerospaziale pugliese, al quale contribuiscono numerosi centri di ricerca, tra i quali il Poliba, l’Università di Bari, l’Università del Salento, il CNR, l’ENEA, il CETMA, nonché numerose e prestigiose aziende private del settore. “La Puglia – ha detto Di Sciascio – rappresenta un ecosistema regionale ideale per la ricerca e l’innovazione nel settore dell’aerospazio”. Il Rettore ha evidenziato che un ruolo centrale è svolto dal Distretto Tecnologico Aerospaziale “D.T.A.”, che costituisce l’ambiente corretto per consentire il dialogo tra gli enti di ricerca, le imprese del settore ed il territorio. Alcuni dati testimoniano tutto l’interesse al settore: dodici miliardi di euro infatti, è la cifra che l’Unione europea investirà per lo Spazio nel corso della programmazione 2014-2020. Di queste risorse, 1 miliardo e 400mila euro saranno destinate all’Italia, di cui una cospicua fetta andrà alla Puglia. Di queste cifre importanti, potranno beneficiare le oltre 80 aziende aerospaziali (grandi, medie e piccole) che in Puglia impiegano più di 5.500 lavoratori totalizzando, nel 2012, oltre un miliardo di euro di fatturato e incidendo nelle esportazioni nazionali per il 7,5%. Si calcola infatti che, dal 2010 al 2013, i posti di lavoro in questo settore, siano cresciuti più del 40%, da 3.760 a 5.500 addetti.

All’evento ufficiale d’oltreoceano, hanno partecipato inoltre: il Col. Roberto Vittori, astronauta dell’ESA, recentemente intervenuto alla inaugurazione dell’Anno Accademico del Poliba, numerosi esponenti della space community, sia statunitense che italiana, tra cui l’amministratore della NASA mr Gerstenmaier, Luigi Pasquali, amministratore delegato di Telespazio, rappresentanti dell’Agenzia Spaziale e dell’Aeronautica Militare italiane, del Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA), di SPIN-IT Space Innovation in Italy, oltre a rappresentanti dell’industria aerospaziale italiana, tra cui Thales Alenia Spazio. Da parte americana, erano inoltre presenti rappresentanti della Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) e di società del settore quali Lockheed Martin, SpaceX, Bigalow, Xcor, Sierra Nevada Corporation ed Orbital Sciences.

Nel corso della manifestazione, i prestigiosi soggetti intervenuti hanno manifestato vivo interesse nel promuovere nuovi progetti di sviluppo del settore Aerospaziale da collocarsi all’interno del sistema pugliese, riconoscendo alla nostra regione un ruolo di esempio virtuoso di “best practices”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy