• Google+
  • Commenta
10 marzo 2014

Rapporto AlmaLaurea 2014: i laureati Unibz nel XVI rapporto AlmaLaurea

Classifica Censis Repubblica 2015-2016

Libera Università di Bolzano – Rapporto AlmaLaurea 2014: situazione occupazionale dei laureati Unibz

AlmaLaurea

AlmaLaurea

Spesso sono le prospettive occupazionali a condizionare le scelte dei maturandi. Così si legge con piacere quanto riportato nel XVI Rapporto AlmaLaurea, presentato oggi a Bologna: il 65 per cento dei laureati della Libera Università di Bolzano è occupato ad un anno dalla Laurea.

A livello nazionale, la media si attesta al 41 per cento.

AlmaLaurea ha condotto l’indagine tra 450 mila laureati delle 64 università consorziate, compresi i laureati della Libera Università di Bolzano. All’indagine ha risposto il 68 per cento dei laureati unibz, ovvero 299 laureati triennali e 52 laureati magistrati, che hanno concluso gli studi nel 2012 e hanno compilato il questionario nel corso del 2013.

Il tasso occupazionale dei neolaureati triennali per AlmaLaurea 2014 è pari al 65 per cento, un valore che svetta rispetto alla media nazionale (41 per cento). Tra gli occupati triennali, il 52 per cento è dedito esclusivamente al lavoro, mentre il 13 per cento prosegue gli studi coniugando laurea magistrale e lavoro. In assoluto, prosegue gli studi il 36 per cento dei laureati triennali, con un 23 per cento concentrato appunto solo sulla laurea magistrale.

“L’accompagnamento agli studi, intensivo e personalizzato, e i contatti ravvicinati con il mondo del lavoro, grazie ai tirocini previsti per ogni corso di laurea, giocano un ruolo fondamentale e confermano anche questa volta i positivi risultati raggiunti e messi in luce dal Rapporto AlmaLaurea. E questo nonostante le sofferenze del mercato lavorativo che i giovani laureati si trovano a fronteggiare”, sostiene il rettore, prof. Walter Lorenz.

Tra i laureati triennali occupati secondo il rapporto AlmaLaurea, il lavoro stabile (a tempo indeterminato o autonomo) riguarda il 47 per cento degli intervistati, mentre la media nazionale si attesta al 34,5. Il restante 53 per cento lavora prevalentemente con contratti a tempo determinato.

Il guadagno (calcolato su chi lavora solamente) è più elevato di quello medio nazionale: al netto, 1363 euro a fronte di 997. “L’analisi – si legge nel Rapporto AlmaLaurea 2014 – deve tenere conto che si tratta di giovani che in larga parte entrano subito dopo la laurea nel mondo del lavoro”.

“Per migliorare le condizioni di studio dei nostri studenti – ha detto il presidente, prof. Konrad Bergmeister – abbiamo investito negli anni scorsi in misure per ottimizzare la didattica e la ricerca. La competitività della nostra regione non può prescindere, infatti, da standard elevati ed internazionali di didattica e ricerca.”

Il Rapporto AlmaLaurea 2014 è stato presentato e discusso oggi a Bologna, in occasione del Convegno “Imprenditorialità e innovazione: il ruolo dei laureati”. Le considerazioni conclusive le ha tenute Romano Prodi, ex primo Ministro e attualmente presidente del Gruppo di lavoro ONU-Unione Africana sulle missioni di peacekeeping in Africa.

Al Convegno sul Rapporto AlmaLaurea si è discusso, tra l’altro, di un dato preoccupante che emerge dal rapporto OCSE “Education at Glance 2013”, dal quale risulta che l’Italia investe in formazione universitaria meno di altri Paesi europei: l’1 per cento del prodotto interno lordo rispetto all’1,5 della Francia, 1,3 per cento della Germania, o al 2,8 per cento degli Stati Uniti. Con un tasso di disoccupazione del 13 per cento – più alta della media europea del 10,9 – i dati AlmaLaurea riportano ad una delle debolezze del’economia nazionale: solo il 24 per cento dei manager è laureato, a fronte di una media europea del 53. Da qui l’appello levatosi al Convegno di investire maggiormente in formazione e ricerca.

Le statistiche con le cifre relative alle varie università partecipanti sono pubblicate online all’indirizzo AlmaLaurea


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy