• Google+
  • Commenta
20 marzo 2014

Test di Medicina 2014: conferma iscritti al test di medicina Unisa

Università degli Studi di Salerno – Test di Medicina a e Chirurgia 2014/2015

Test Medicina

Test di Medicina

Si sono chiusi ieri, martedì 18 marzo, alle ore 13.00, i termini per l’iscrizione al test di medicina e chirurgia per a.a. 2014/2015.

A differenza da quanto riportato da alcuni organi d’informazione, si precisa che gli iscritti a sostenere il test di medicina e chirurgia all’Università degli Studi di Salerno, scegliendola come sede universitaria di prima preferenza di assegnazione, sono 1503.

Al test di medicina e chirurgia dello scorso anno gli iscritti sono stati 1502.

Si ricorda che per l’anno accademico 2014-2015 il numero di studenti da ammettere al corso di laurea magistrale in Medicina e chirurgia dell’Ateneo di Salerno è 195, e che il test di medicina e chirurgia si svolgerà il prossimo 8 aprile.

In merito a questi dati relativi al test di medicina e chirurgia dell’Unisa, il rettore Aurelio Tommasetti ha dichiarato:«Apprendo con piacere che il numero di candidati al test di medicina e chirurgia del nostro Ateneo  è invariato rispetto allo scorso anno. Il dato è ancora più significativo e incoraggiante se si considera che quest’anno il test di accesso è stato anticipato all’8 aprile, il periodo più intenso per la preparazione degli esami di stato. La nostra facoltà di Medicina è cresciuta in maniera graduale, armonizzandosi con le caratteristiche proprie del territorio salernitano e del suo Ateneo, valorizzando le risorse interne e attraendo le migliori intelligenze e professionalità dalle altre università nazionali e, in alcuni casi, internazionali. L’Ateneo di Salerno è l’unica università generalista  italiana che offre un campus dedicato esclusivamente al corso di laurea in Medica. E’ significativo ricordare che i primi laureati in Medicina e chirurgia di Salerno hanno dimostrato le proprie capacità professionali e il valore del percorso universitario compiuto risultando vincitori di concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione di numerosi e prestigiosi atenei italiani. Dunque, investire sulla formazione professionale si conferma l’unica strada per contribuire alla crescita del paese e garantire ai nostri giovani migliori prospettive di vita.Infatti, come confermato dal  Primo rapporto biennale sullo stato del sistema dell’università e della ricerca presentato ieri dall’ANVUR, nel nostro Paese le condizioni occupazionali risultano più favorevoli per i giovani laureati, in termini di chance la laurea offre maggiori opportunità del diploma, il tasso di disoccupazione dei laureati risulta molto inferiore rispetto a quello dei diplomati e la differenza percentuale del reddito medio mensile tra laureati e diplomati risulta essere ancora molto significativa».


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy