• Google+
  • Commenta
5 marzo 2014

Università dell’Aquila: “Abruzzo 2020 Sanità Sicura”

Giornata studio Univaq

Università dell’Aquila – I° Corso in Emergenza Urgenza Progetto “Abruzzo 2020 Sanità Sicura” in collaborazione con l’Università dell’Aquila

Università dell’Aquila

Università dell’Aquila

Lunedì 10 marzo 2013 a Tel Aviv ( Israele) si svolgerà la cerimonia di apertura del primo  corso in Emergenza-Urgenza nell’ambito del Progetto “Abruzzo 2020 Sanità  Sicura” destinato al primo gruppo di medici e infermieri abruzzesi selezionati fra gli operatori dei DEA delle quattro ASL del territorio di riferimento, secondo un  piano strategico a medio-lungo termine, condiviso fra ASR e Università regionali tra cui l’Università dell’Aquila.

Il direttore generale dei corsi in Israele è il professor Kobi Peleg che è anche direttore dell’Israel National Center for Trauma & Emergency Medicine  Research presso il Gertner Institute (Chaim Sheba Medical Center  di  Tel Hashomer) e capo del Department of Disaster Medicine della Sackler  Faculty of Medicine della Università di Tel Aviv. L’assistente nei corsi è il dottor Jacob Or, Direttore dell’Emergency Department del  Chaim Sheba Medical Center affiliato alla Sackler School of Medicine della Tel Aviv University.

All’evento dell’Università dell’Aquila sta contribuendo anche l’Ambasciata italiana  in Israele.

“Abruzzo 2020 Sanità Sicura” è un percorso di crescita culturale che ha  l’ambizione  di voler portare l’Abruzzo ad un elevatissimo standard professionale  nell’ambito  dell’emergenza sanitaria.

I Centri di Simulazione attivi per la formazione alla gestione della maxiemergenza in Israele, rappresentano  una eccellenza internazionalmente riconosciuta; condividere corsi avanzati, utili alla formazione dei formatori, è  strategicamente essenziale per gettare le fondamenta di un nuovo modo “di pensare” dei team del sistema urgenza-emergenza abruzzese.

Per questo motivo, il corso in Israele è stato pensato come base di una crescita  culturale degli operatori sanitari che vedrà sviluppare il Progetto con la successiva attivazione di iniziative coordinate in modo da trasferire alle nostre strutture sanitarie tutte le procedure ed i protocolli assistenziali più avanzati, necessari in  pratica all’attivazione di un modello assistenziale adeguato a fabbisogno di un sistema sanitario in evoluzione.

Sia l’Università dell’Aquila che l’Ateneo G. d’Annunzio di Chieti-Pescara si sono già impegnati a orientare la formazione sanitaria all’emergenza-urgenza. La cooperazione aperta con il Progetto ”Abruzzo 2020 Sanità Sicura”, insieme alle attività già condivise con società scientifiche di riferimento ed altri centri nazionali, consentirà di implementare iniziative dedicate all’area critica quali Master, Corsi ECM e sessioni in simulazione ad alta fedeltà, che potranno contare anche sulle risorse umane, medici e infermieri, formate in Israele. Per la prima volta nell’ambito dell’emergenza-urgenza, si sviluppa un piano regionale ufficiale di reale collaborazione tra Università e ASL, nonché di mutuo riconoscimento dei ruoli istituzionali, finalizzato a  portare ad un effettivo innalzamento della qualità di cura che tocchi tutti i punti essenziali dell’emergenza, dalla gestione del trauma, alla sicurezza delle vie aeree, al trattamento farmacologico, includendo anche la gestione del dolore in emergenza, portando all’applicazione in team di algoritmi e strategie appropriate al  paziente critico.

Il Gruppo di  Lavoro “Abruzzo 2020 Sanità Sicura” (costituitosi il 1 giugno 2013 e composto dai due docenti universitari di Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva degli Atenei di Chieti-Pescara e L’Aquila, rispettivamente proff. Flavia Petrini e Franco Marinangeli, oltre che dai  referenti dei Direttori Generali delle ASL della Regione, Dr. Antonio Caporella, ASL Lanciano – Vasto – Chieti, Dr. Tullio Spina, ASL Pescara, Dr. Angelo Blasetti, ASL L’Aquila – Avezzano – Sulmona e Dr.ssa Rita Rossi, ASL Teramo. nonché dal Dr. Amedeo Budassi, Direttore Generale dell’Agenzia Sanitaria Regionale e dal Dr. Gabriele Rossi, manager coordinatore del Progetto) è infatti già impegnato nell’elaborazione di un Programma di  formazione triennale,  che recluterà i Medici e gli Infermieri della rete abruzzese con  particolari  specificità professionali nel settore dell’emergenza. A tali corsi potranno progressivamente afferire tutti i  sanitari, oltre a coloro che, avendo vissuto l’esperienza formativa in Israele, potranno dare il  via  al circuito virtuoso del miglioramento di  qualità per dare una risposta più appropriata non solo alle maxiemergenze, ma a tutta la filiera del soccorso della rete abruzzese dell’emergenza, dal territorio all’ospedale.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy