• Google+
  • Commenta
7 marzo 2014

Università di Firenze: all’Unifi il nobel Wolfgang Ketterle

Università di Firenze – Ad Arcetri il Gotha della Fisica si confronta sulle frontiere del mondo dei quanti

Università di Firenze

Università di Firenze

Incontro all’Università di Firenze lunedì 10 marzo con la partecipazione di nobel Wolfgang Ketterle e altri scienziati di fama internazionale.

Si scrive Arcetri, si legge Nobel della Fisica. Si sono dati appuntamento sul colle fiorentino, lunedì 10 marzo al Dipartimento di Fisica e Astronomia (Largo Enrico Fermi, 2 – ore 9) Università di Firenze, per un confronto sui temi di frontiera nella meccanica quantistica alcuni tra i più grandi luminari al mondo.

Tra loro Wolfgang Ketterle, insignito della più importante delle onorificenze nel 2001, e scienziati quali Alain Aspect, Immanuel Bloch, Jean Dalibard, Augusto Smorzi, Sandro Stringari e Peter Zoller che hanno collaborato alle ricerche più avanzate degli ultimi anni. Tra questi brillanti fisici potrebbe esserci uno dei futuri premi Nobel.

Al centro dell’incontro all’Università di Firenze, dal titolo “Frontiers in the Quantum World”, l’analisi dei nuovi orizzonti della fisica e delle teorie che hanno prodotto delle innovazioni legate alla vita di uso quotidiano. Dai computer quantistici ai sistemi di localizzazione GPS (Global positioning system) precisi fino al millimetro , fino ai sistemi di comunicazione basati sul teletrasporto quantistico e non intercettabili.

“S’intravedono i primi passi concreti di una rivoluzione tecnologica – sostiene Massimo Inguscio, ordinario di Fisica della materia dell’Università di Firenze e presidente l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM) – che promette di portare nella vita reale di ogni giorno quella meccanica quantistica che nel secolo scorso veniva considerata soprattutto una filosofia da applicare esclusivamente al microcosmo”.

Promosso da Qstar (Quantum Science and Technology in Arcetri) in collaborazione con le Università di Firenze, Pisa e La Sapienza di Roma, l’Istituto Nazionale di Ottica (Ino) del Cnr, la Scuola Normale Superiore di Pisa, l’European Laboratory for non linear spectroscopy (Lens), l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM) e l’European Research Council (Erc), l’appuntamento è stato organizzato in onore di Ennio Arimondo, per la conclusione della carriera accademica all’Università di Pisa.

Si conferma con questo appuntamento la tradizione di Firenze, luogo di riferimento di grandi scienziati come Galilei, Fermi, Occhialini, proiettata con Arcetri a consolidare il proprio ruolo internazionale di primo piano per il futuro.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy