• Google+
  • Commenta
5 marzo 2014

Università di Torino: Gli studenti ricordano Ferdinando Rossi

Università di Torino – Gli studenti della scuola di studi superiori dell’Università di Torino ricordano Ferdinando Rossi

Università di Torino

Università di Torino

Nella Sala dei Mappamondi dell’Accademia delle Scienze (Via Accademia delle Scienze 6 – Torino), quattro studenti della Scuola di Studi Superiori dell’Università di Torino ricordano il professor Ferdinando Rossi – vice Presidente SSST e vice Rettore per la Ricerca, prematuramente scomparso lo scorso 24 gennaio – con una conferenza dedicata al tema “Biologia ed etologia della guerra”.

L’evento dell’Università di Torino, che fa parte del ciclo “I Mercoledì dell’Accademia”, rappresenta un attestato di stima e affetto da parte degli studenti della SSST, la Scuola fondata e diretta dal prof. Rossi con la convinzione che una formazione interdisciplinare sia necessaria per affrontare e risolvere i grandi problemi globali del futuro.  Si alterneranno nella conduzione della conferenza Virginia Ghiara (IV anno SSST – Magistrale in Filosofia), Caterina Lux (III anno SSST – Medicina e Chirurgia al San Luigi Gonzaga), Stefano Moia (III anno SSST – Scienze e Tecniche Psicologiche) e Tullia Penna (V anno SSST – Magistrale ciclo unico Giurisprudenza). I quattro giovani relatori dell’Università di Torino – studenti di filosofia, medicina, psicologia e giurisprudenza – ben rappresentano lo spirito che anima la Scuola, che promuove proprio l’integrazione tra scienze umane e naturali, saperi tradizionalmente separati, ma che insieme forniscono gli strumenti necessari per capire le trasformazioni del mondo contemporaneo. Nonostante la diffusione e l’importanza dell’aggressività nel regno animale, la guerra è un fenomeno esclusivamente umano. Si potrebbe quindi pensare che la guerra è un puro prodotto, o effetto collaterale, dell’evoluzione culturale.Tuttavia, la fenomenologia della guerra, e della violenza che porta con sé, è chiaramente legata alle manifestazioni dell’aggressività biologica. E allora ci si può chiedere: qual è la relazione fra l’aggressività del regno animale e la comparsa della guerra come fenomeno umano e storico?Il Mercoledì dell’Accademia dell’Università di Torino sarà dedicato a rispondere a questa domanda e a discutere alcune teorie che spiegano come la guerra sia nata dalla trasformazione di altre forme di aggressività naturale e controllata, necessarie per il corretto funzionamento del meccanismo evoluzionistico. Si vedrà quindi come la stessa guerra è emersa, pur nella sua perversione, come uno dei meccanismi di selezione naturale.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy