• Google+
  • Commenta
22 aprile 2014

Università di Macerata: Giuliano Amato a Unimc

Giuliano Amato a Unimc

Università degli Studi di Macerata – Giuliano Amato all’Unimc per le Alberico Gentili Lectures

Giuliano Amato a Unimc

Giuliano Amato a Unimc

Amato rappresenta uno dei principali protagonisti italiani delle vicende politiche europee e uno dei migliori costituzionalisti italiani dagli anni Settanta a oggi

Per due giorni l’Unimc ospiterà Giuliano Amato, giudice costituzionale, già presidente del Consiglio dei Ministri e vicepresidente della Convenzione per la costituzione europea, chiamata, nel 2002, a disegnare la nuova architettura istituzionale dell’Unione Europea.

L’Unimc, con il contributo del Centro Studi Gentiliani e dello Studio Lucchetti e la collaborazione del Centro Studi costituzionali, ha invitato l’illustre giurista a tenere la terza edizione delle Alberico Gentili Lectures sul tema “Come lavora la Corte costituzionale e come interagisce con le Corti europee”, il 29 e 30 aprile in Aula Magna dell’Unimc.

Giuliano Amato rappresenta uno dei principali protagonisti italiani delle vicende politiche europee, uno dei migliori costituzionalisti italiani dagli anni Settanta a oggi. È stato professore di Diritto Costituzionale Comparato all’Università di Roma dal 1975 al 1997, dopo aver insegnato da incaricato nell’Università di Modena e poi, da professore di ruolo, in quelle di Perugia e Firenze. Dopo avervi insegnato per anni, è ora professore emerito all’Istituto Universitario Europeo di Fiesole. Tiene inoltre seminari alla Scuola di Legge della Columbia University e della New York University e, dal 2009, all’Università Luiss di Roma. E’ anche uno dei pochissimi professori italiani ad essere stato eletto alla American Academy of Arts and Sciences. E’ oggi presidente dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, della Scuola Superiore S. Anna di Pisa e del Centro Studi Americani di Roma.  Presiede, inoltre, l’International Advisory Board della Fondazione ItalianiEuropei  e il Comitato Scientifico di Astrid e fa parte dell’Advisory Board del Center for European Reform di Londra.

La due giorni si svolgerà nell’Aula Magna dell’Unimc e prevede tre lezioni, introdotte dalla docente di diritto comparato Benedetta Barbisan: martedì 29 aprile alle 11,30 si parlerà del lavoro della Corte e, alle 15.30, del diritto all’anonimato della madre naturale fra le Corti di Roma e di Strasburgo; laterza lezione si terrà mercoledì 30 aprile alle 9,30 sui diritti dell’imputato contumace fra le Corti di Roma, Strasburgo e Lussemburgo. L’evento è promosso dalla Cattedra di Diritto costituzionale comparato.

Il programma completo può essere consultato sul sito Unimc


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy