• Google+
  • Commenta
2 aprile 2014

Università di Udine: sfide, opportunità e prospettive dell’internazionalizzazione

Università di UdineSociologia: sfide, opportunità e prospettive dell’internazionalizzazione. Venerdì 4 aprile nell’auditorium di palazzo Garzolini – di Toppo Wassermann

Università di Udine

Università di Udine

A Udine il convegno dell’Associazione italiana di sociologia Pic- Ais, organizzato dal Dipartimento di scienze dell’Università di Udine

Una giornata di informazione e discussione dell’Università di Udine con i rappresentanti di alcune fra le più prestigiose associazioni internazionali di sociologia, dedicata a individuare opportunità e strumenti che favoriscano lo scambio e il confronto a livello internazionale dei giovani ricercatori di sociologia, che operano nei Paesi europei ed extra europei.

La organizza il Dipartimento di scienze umane (Disu) dell’Università di Udine che, venerdì 4 aprile dalle 9 alle 17.30 presso l’auditorium di palazzo Garzolini – di Toppo Wassermann, in via Gemona 92, ospita il convegno annuale dell’Associazione italiana di sociologia – sezione Processi e istituzioni culturali. Introdurranno i lavori il rettore dell’Università di Udine, Alberto Felice De Toni, e il direttore del Disu, Mauro Pascolini. Interverranno studiosi delle Università di Cagliari, Cattolica e Politecnico di Milano, Napoli Federico II, Perugia, Roma La Sapienza, Udine e Lubiana.

Aperto a studiosi e interessati, «il seminario – spiega Leopoldina Fortunati, coordinatrice dell’iniziativa e docente di sociologia dei processi culturali e comunicativi dell’Università di Udine – sarà occasione di confronto sulle iniziative pubbliche e sulle modalità di accesso alle varie reti internazionali, ma anche di proposte sulle prossime occasioni di collaborazione tra i sociologi impegnati nello studio della comunicazione e della cultura in Italia e quelli degli altri Paesi europei e non». Nel corso dei lavori saranno presentate le istituzioni, i gruppi e le linee di ricerca sociologica più significative a livello internazionale; verranno individuati i canali e gli strumenti possibili per favorire lo scambio e il confronto nella ricerca e per incrementare la presenza e l’impegno della sociologia italiana a livello internazionale, oltre che i criteri, i percorsi e le prospettive concrete per definire e realizzare l’“internazionalizzazione”.

Dopo i saluti, Paolo Mancini dell’Università di Perugia introdurrà la giornata e presenterà l’International communication association – Ica. Fausto Colombo della Cattolica di Milano, presenterà la European communication research and education association – Ecrea. Paolo Volontè del Politecnico di Milano presenterà la nuova rivista International journal of fashion studies (Intellect), promossa, con lui, da studiosi italiani e britannici. Slavko Splichal dell’Università di Lubiana presenterà l’European science foundation – Esf e, in particolare, il rapporto Forword look report media in Europe: new questions for research and policy (2013).

Nel pomeriggio all’Università di Udine, Leopoldina Fortunati introdurrà il Cost – European cooperation in scienze and technology, mentre Albina De Martin Pinter dell’Area servizi per la ricerca dell’ateneo friulano presenterà il programma Horizon 2020. Interverranno poi: Sabrina Perra dell’Università di Cagliari, Maria Carmela Agodi dell’Università Federico II di Napoli, Mihaela Gavrila dell’Università La Sapienza di Roma. Alle 17 il dibattito finale.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy