• Google+
  • Commenta
16 maggio 2014

Klaus Gesing e Veit Heinichen con l’Units per le regole e improvvisazione nella musica e nel romanzo



Università degli Studi di Trieste – Regole e improvvisazione nella musica e nel romanzo. Su questo tema si confronteranno il musicista Klaus Gesing e lo scrittore Veit Heinichen

Klaus Gesing

Klaus Gesing

Regole e improvvisazione nella musica e nel romanzo con Klaus Gesing e Veit Heinichen.

Che cosa hanno in comune un musicista e uno scrittore di successo nel costruire spazi di creatività? Qual è il loro rapporto con le regole e l’improvvisazione?

Su questo tema si confronteranno il musicista Klaus Gesing e lo scrittore Veit Heinichenall’Antico Caffè San Marco di Trieste, martedì 20 maggio 2014, alle ore 18.30.

Klaus Gesing e Veit Heinichen incontro Units

L’incontro con Klaus Gesing e Veit Heinichen  è organizzato dal Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università degli Studi di Trieste e dall’Editore Asterios, nell’ambito degli incontri annuali su letteratura e diritto patrocinati dal Dipartimento.

Klaus Gesing: chi è

Klaus Gesing, multi strumentista, compositore e direttore e insegna improvvisazione e sassofono al conservatorio di Trieste. Ha tenuto concerti in teatri italiani, in Europa, Stati Uniti, Asia e Africa. Ha inciso numerosi CD per l’etichetta tedesca ECM con il trio con la cantante inglese Norma Winstone e il pianista Friulano Glauco Venier (“Distances”-2008 – nominato per il Grammy nel 2009; “Stories Yet to tell”-2011; “Dance without answer”-2014) e con il quartetto di Anouar Brahem (“The astounding Eyes of Rita”-2009-dedicato al defunto poeta Mahmud Darswish). Oltre a le sue incisioni come sideman ha registrato due dischi da solista: “First Booke of Songes”, e “Heartluggage con Gwilym Simcok (p), Asaf Sirkis (dr) e Yuri Goloubev (b). Il suo nuovo progetto “open source”, con Björn Meyer (b) e Samuel Rohrer (dr/perc) esplora l’improvvisazione melodica con una combinazione di strumenti acustici ed elettronici. Ha avuto numerosissime collaborazioni nel mondo del Jazz, tra le quali: Kenny Wheeler, Norma Winstone, Glauco Venier, Chris Lawrence, Jarrod Cagwin, Samuel Rohrer, Björn Meyer, Wolfert Brederode, Mats Eilertsen, Dave Liebman, Wolfgang Muthspiel, Uli Rennert, Peter Herbert e John Hollenbeck.

Veit Heinichen a Units chi è 

Veit Heinichen, nato nel 1957, dopo una laurea in economia e la prima esperienza lavorativa nella direzione generale di un’industria automobilistica ha lasciato la carrozzeria e si è dedicato ai contenuti diventando prima libraio poi editore in diversi paesi. Nel 1994 è stato co-fondatore dalla casa editrice Berlin Verlag. Il suo primo contatto con la città di Trieste risale a 34 anni fa, ma è ormai diventata la città in cui vive, dopo una vita di pendolare, da 17 anni. I suoi romanzi noir sono bestseller tradotti in dieci lingue, pluripremiati a livello internazionale e recentemente ha ricevuto il premio Selezione Bancarella 2014. Ambientati a Trieste e nel Nordest come sinonimo di luogo d’incontro europeo, il protagonista è il commissario Proteo Laurenti, d’origine salernitana ma, come l’autore, triestino di adozione.

Roberto Scarciglia, Direttore del Dipartimento di Scienze politiche e sociali, introdurrà Klaus Gesing e Veit Heinichen.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy