• Google+
  • Commenta
22 maggio 2014

Paolo Borsellino e Giovani Falcone ricordati dagli studenti in un video sulla Strage di Capaci

Falcone e Borsellino

Chi è Paolo Borsellino? Chi è Giovani Falcone? Cos’è la Strage di Capaci? Molte le iniziative degli studenti e dei giovani che vogliono ricordare due eroi morti combattendo le mafie e proteggendo la società civile

Paolo Borsellino e Giovanni Falcome

Paolo Borsellino e Giovanni Falcome

Sono passati 22 anni dal quel tragico Maggio 1993, quando il Giudice Giovanni Falcone in compagnia della moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro perdevano la vita sull’autostrada A29 nei pressi dell’uscita autostradale, direzione Capaci, alle ore 17 e 56 minuti e 32 secondi. Giovanni Falcone veniva fatto saltare in aria con una carica di 572 chili di esplosivo.

L’attentato fu rivendicato dalla mafia.

All’attentato – Strage di Capaci sono sopravvissuti Paolo Capuzzo, Angelo Corbo, Gaspare Cervello e Giuseppe Costanza.

La Strage di Capaci e l’uccisione di Giovani Falcone furono discussi e decisi da Cosa Nostra al cui capo c’era Salvatore Riina.

“Per non dimenticaresi intitola il video degli studenti dell’Università di Catania, il video che vuole ricordare non solo quel tragico 23 maggio 1992 passato alla storia come la Strage di Capaci, ma intende ricordare due giudici, due eroi morti crudelmente per mano della mafia: Paolo Borsellino e Giovani Falcone

E’ proprio dalla Sicilia che parte il ricordo per Paolo Borsellino e Giovani Falcone e per la Strage di Capaci, sono gli stessi studenti siciliani dell’Università di Catania che con un video e una puntata di approfondimento su radio Zammù, la radio dell’Unict, ricordano la strage di Capaci.

Video per non dimenticare Paolo Borsellino e Giovani Falcone

Il video è stato realizzato da un gruppo di studenti dell’Università degli Studi di Catania in collaborazione con altri studenti dell’Università degli Studi di Foggia, dell’Università degli Studi di Milano, dell’Università degli Studi di Palermo. Al video per ricordare Paolo Borsellino, Giovani Falcone e la Strage di Capaci hanno preso parte anche il Miur e la la Fondazione Giovanni e Francesca Falcone.

Il video cortometraggio sulla Strage di Capaci è diretto e coordinato dal senatore accademico Giuseppe Musumeci, rappresentante degli studenti: trae spunto proprio da una frase del magistrato assassinato insieme alla moglie e ai tre agenti della scorta che lo accompagnavano.

Si tratta di un evento – iniziativa a carattere nazionale, che vuole smuovere le coscienze e offrire la possibilità non solo di ricordare ma anche di sapere per chi non sapesse chi fossero Paolo Borsellino e Giovani Falcone, e cos’è la Strage di Capaci.

Di fatti pare secondo un sondaggio di un magazine online che una grande percentuale di studenti non sappia cosa sia la Strage di Capaci e come questa sia accaduta. Fortunatamente la percentuale della non conoscenza si abbassa se si chiede chi è Paolo Borsellino e chi è Giovani Falcone. Molti studenti e molti giovani li definiscono, infatti, martiri o eroi che hanno cercato di contrastare la mafia. Molti studenti ricordano Paolo Borsellino e Giovani Falcone, ma soprattutto perché visti nelle fiction o film che li ricordano, minore è la percentuale dei ragazzi che sente parlare di Paolo Borsellino e Giovani Falcone a scuola, all’università o in famiglia.

E questo lo scopo principale dell’iniziativa studentesca nazionale dedicata a Paolo Borsellino e Giovanni Falcone e alla Strage di Capaci, “per non dimenticare”.

Per non dimenticare cosa è successo il 23 maggio 1993, per non dimenticare cos’è la Strage di Capaci, per non dimenticare cos’è la mafia, per non dimenticare il valori della legalità della lotta alle mafie della cittadinanza attiva.

Per non dimenticare “Gli uomini, sulle cui gambe – come si augurava Giovanni Falcone – dovranno camminare queste idee e questi valori, in questo caso sono proprio gli studenti.”

Gli autori, a partiredalsenatore accademico Giuseppe Musumeci, con il cortometraggio e video “per non dimenticare” vogliono creare un racconto che nasce dal dolore e che si fa memoria, testimonianza e coraggio civile rispecchiando cosi il modo in cui oggi i giovani e le istituzioni vogliono responsabilmente assumersi l’eredità morale di combattere il fenomeno mafioso.

Cast Video per non dimenticare Paolo Borsellino e Giovani Falcone

Del cast sul video della Strage di Capaci fanno parte studenti dell’Ateneo Unict e degli altri Atenei Italiani, gli studenti di scuola superiore, nel video sono presenti anche messaggi del sindaco di Catania Enzo Bianco e del rettore Giacomo Pignataro. All’iniziativa hanno preso parte anche la Consulta comunale, l’associazione Actea del liceo scientifico Ettore Majorana di San Giovanni la Punta. Hanno collaborato alla realizzazione Andrea Materia (Video operatore e direttore della fotografia), Salvo Gravina (montaggio), Nunzio Mirenda (Tecnico del suono). La musica è di Stefano Mocini.

Radio Zammù per non dimenticare Paolo Borsellino e Giovani Falcone

Sempre dall’Università di Catania, per l’anniversario della strage di Capaci e per non dimenticare Paolo Borsellino e Giovani Falcone, la radio dell’Unict dalle 10,00 alle 12,00 trasmetterà un programma di approfondimento. Interverranno giovani e meno giovani catanesi, e lo scopo sarà quello di capire se tra le vecchie e le nuove generazioni nate dopo quella Strage di Capaci ci sia una differenza e per capire cosa sia rimasto nelle nuove generazioni di uno dei periodi più tragici della storia italiana.

Verranno sentiti anche studenti delle scuole superiori oltre che universitari, nati nei primi Anni ’90 per capire cosa è rimasto di un periodo estremamente tragico per la Sicilia e l’Italia alla generazione successiva a quegli avvenimenti.

Tra gli interventi, previsto anche quello del professore dell’Unict Salvatore Lupo, storico della mafia e autore del libro “La mafia non ha vinto. Il labirinto della trattativa”.

Per non dimenticare, chi sono Paolo Borsellino e Giovanni Falcone

Paolo Borsellino è nato a Palermo il 19 gennaio 1940, e morto per mano della mafia a Palermo il 19 luglio 1992. Fu ucciso da Cosa Nostra nella cosidetta Strage di via d’Amelio. Ha dedicato la sua via alla magistratura e alla lotta alla mafia

Frasi Paolo Borsellino: 

  • Palermo non mi piaceva, per questo ho imparato ad amarla. Perché il vero amore consiste nell’amare ciò che non ci piace per poterlo cambiare.
  • Siamo uomini morti che camminano.
  • Devo fare in fretta, perché adesso tocca a me.
  • Mi uccideranno, ma non sarà una vendetta della mafia, la mafia non si vendica. Forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri.
  • Chi ha paura muore ogni giorno.

Giovanni Falcone è nato a Palermo il 18 maggio 1939, è morto a Capaci per mano della mafia il 23 maggio 1992: Fu uccico da Cosa Nostra nella cosi detta Strage di Capaci . Ha dedicato la sua via alla magistratura e alla lotta alla mafia

Frasi Giovanni Falcone

  • La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto, bisogna rendersi conto che si può vincere non pretendendo l’eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni.
  • L’importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa.
  • Altrimenti non è più coraggio, è incoscienza!
  • Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola.
  • Il sospetto è l’anticamera della calunnia.
  • Avete chiuso cinque bocche, ne avete aperte 50 milioni.

Guarda il video “Per non Dimenticare” cortometraggio Unict


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy