• Google+
  • Commenta
22 maggio 2014

Il Rettore Lorenz dell’Unibz di fronte alle accuse di concorso truccato

Rettore Unibz Lorenz

Libera Università di Bolzano – La posizione della Libera Università di Bolzano di fronte alle gravi accuse lanciate in maniera anonima. – Le dichiarazioni del Rettore Lorenz e il direttore Günther Mathà – 

Rettore Unibz Lorenz

Rettore Unibz Lorenz

La Libera Università di Bolzano, con un decreto del Rettore del 3 febbraio 2014, ha bandito un posto per un RTD junior (“Ricercatore a tempo determinato”) presso la Facoltà di Scienze e Tecnologie informatiche della durata di tre anni.

Il termine ultimo per la presentazione delle candidature è scaduto lo scorso 10 aprile. Tre persone si sono candidate per il posto in questione e tutte e tre sono già state invitate a un colloquio dopo la valutazione dei rispettivi titoli. Si tratta pertanto di un procedimento di selezione ancora in corso.

Dichiarazioni Rettore Lorenz e direttore Mathà Università di Bolzano

“Il bando è stato indetto per un settore scientifico-disciplinare nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge. Di conseguenza, la procedura di valutazione era aperta a tutti coloro che hanno svolto attività di ricerca e di didattica nonché autori di pubblicazioni nel settore ING-INF/05 (Sistemi di Elaborazione delle Informazioni).”  – Dicono il Rettore Walter A. Lorenz e il direttore  Günther Mathà –

“In seguito alle numerose lettere anonime pervenute in forma scritta a persone interne ed esterne all’Ateneo, il medesimo ha confermato una settimana fa la regolarità del bando di concorso, emanato secondo le disposizioni del Ministero.”

“L’Università – Continuano il Rettore Walter A. Lorenz e il direttore  Günther Mathà – condanna nella maniera più netta il tentativo di voler influire per mezzo di lettere anonime su un concorso ancora in fase di svolgimento, per il quale non è stato ancora individuato alcun vincitore, e condanna altresì l’insinuazione che sia stata avviata una procedura scorretta.”

“La comunità universitaria, per statuto, ha istituito una commissione etica incaricata di esaminare eventuali lamentele o i casi di procedure non giustificate e una commissione disciplinare per il personale accademico. A queste due commissioni è possibile inoltrare, in maniera trasparente, eventuali reclami o istanze.”

“Alla luce di quanto sopra esposto, l’Università si riserva di adire le vie legali.” – conclude ilWalter A. Lorenz e il direttore  Günther Mathà –


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy