• Google+
  • Commenta
28 maggio 2014

Start up dell’anno a drDrin e Mobility Pass dall’Università di Pisa

Università degli Studi di Pisa –  Due giovani imprese pisane tra le dieci finaliste del premio Start up dell’anno

Start up Unipi

Start up Unipi

Biocare Provider, spin off dell’Università di Pisa e della Scuola Sant’Anna, e Kiunsys, spin off dell’Università di Pisa, sono state selezionate tra le migliori imprese generate dalla ricerca accademica

Alla finale dell’ottava edizione del premio nazionale start up dell’anno – in programma venerdì 30 maggio alla Scuola Sant’Anna – ci sono anche due giovani imprese pisane: BioCare Provider e Kiunsys sono tra le dieci finaliste nella competizione promossa da PNICube – l’Associazione degli Incubatori e delle Business Plan Competition accademiche italiane – che premia le start up generate dalla ricerca accademica e che hanno conseguito, nei primi anni di attività, la migliore crescita tecnica e il miglior riscontro sul mercato. Biocare Provider, spin off dell’Università di Pisa e della Scuola Sant’Anna, e Kiunsys – spin off dell’Università di Pisa – saranno valutate insieme alle altre finaliste da un pool di esperti provenienti dall’industria e della finanza.

Start up e spin off Università di Pisa: drDrin

La spin off BioCare Provider è nata nel 2013 da un gruppo di sette giovani ricercatori e laureati dell’Università di Pisa e della Scuola Superiore Sant’Anna e si è affermata grazie a drDrin, una piattaforma di servizi web accessibili sia da PC che attraverso smartphone e tablet, che mette le più moderne tecnologie informatiche al servizio di medici e pazienti.

La principale funzione di drDrin è ricordare ai pazienti in terapia farmacologica quando, come e quale medicinale prendere, ma il prodotto è molto più di una App-reminder: “L’idea è stata sviluppata partendo dal concetto che ricordare a un paziente quando assumere i farmaci non è sufficiente – spiega Francesca Sernissi “Il paziente deve essere innanzi tutto motivato, quindi seguito, e per rispondere a queste esigenze sono stati realizzati un insieme di servizi online e applicazioni”.

Ciò che rende drDrin unico è la possibilità di creare un nuovo canale comunicativo tra medico e paziente che, grazie a interfacce utente intuitive e allo sviluppo di algoritmi proprietari, è in grado di coinvolgere anche i familiari e i caregiver, facilitando il monitoraggio dell’aderenza del paziente alle singole terapie prescrittegli. drDrin è già stato utilizzato nel 2012-2013 da un gruppo di 15 pazienti affetti da malattie neurodegenerative presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, con il supporto dell’associazione NeuroCare Onlus del dottor Paolo Bongioanni.

Oggi le applicazioni per Android e iOS sono disponibili in versione beta dal sito Drdrin.

L’idea di drDrin è nata nell’ambito dell’edizione 2011 del PHD Plus, il percorso formativo promosso dall’Università di Pisa dedicato allo sviluppo dello spirito imprenditoriale, alla promozione dell’innovazione e alla valorizzazione delle proprie idee e dei risultati della ricerca.

Start up e spin off Università di Pisa: Mobility Pass

Kiunsys è un’azienda spin-off dell’Università di Pisa che progetta e realizza soluzioni innovative per la gestione della mobilità sostenibile, dei parcheggi e della logistica urbana. La giovane impresa si è già affermata in molte città italiane grazie ai suoi prodotti software, hardware e RFID che permettono di gestire al meglio parcheggi, permessi e circolazione di auto e mezzi pubblici. “Kiunsys sviluppa prodotti che aiutano a ridurre i tempi di spostamento nelle aree urbane, diminuiscono la congestione del traffico e contribuiscono a ridurre l’inquinamento – spiega Alfredo Salvatore, presidente dell’azienda – Il nostro team tecnologico si è specializzato nel mercato di riferimento e ha sviluppato competenze nell’Internet of Things per le smart cities”.

Tra i prodotti che hanno avuto più successo c’è “Mobility Pass”, la soluzione che permette di gestire i permessi di mobilità urbana tramite l’identificazione automatica di veicoli, autobus, merci, persone o servizi di pagamento. Oppure “INeS Cloud” un software per la gestione ottimale dei processi operativi delle aziende di mobilità, grazie anche all’integrazione con servizi di pagamento via web e mobile. Inoltre ci sono “Tap&Park”, la mobile app per pagare la sosta con il proprio smartphone, senza più bisogno di monete, e il “Parking Spot Sensor”, il sensore di parcheggio wireless per il rilevamento dell’occupazione del singolo stallo di sosta.L’impegno costante di Kiunsys nel dare risposte alle esigenze delle smart city ha avuto un costante riscontro negli anni: ha vinto il RFID Award nella categoria “progetti di rilevanza sociale e ambientale”, è stata finale agli SMAU Mob App Awards 2012 e recentemente ha costruito una partnership con Deutsche Telekom AG.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy