• Google+
  • Commenta
8 maggio 2014

Termina il Festival Cinematografico dell’università La Sapienza

Aeroporto

Università degli Studi di Roma La Sapienza – Il “lavoro aspettato” chiude l’ultima giornata del Labor Story

La Sapienza

La Sapienza

Con le proiezioni dei film “Spaghetti Story”, “Emergency Exit” e “Cosa desidera?” venerdì 9 maggio termina la prima edizione del Festival cinematografico sul lavoro promosso da Sapienza, Università di Roma e dal Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale.

Venerdì 9 maggio – Aula 10 Economia di La Sapienza Via del Castro Laurenziano 9 – h 9.00

Venerdì 9 maggio termina la prima edizione di “Labor Story, il lavoro e la sua rappresentazione nel cinema”, festival cinematografico promosso da Sapienza, Università di Roma e dal Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale.

Dopo i saluti del Preside della Facoltà di Economia La Sapienza, Giuseppe Ciccarone e dei docenti Mauro Gatti, Valentina Valentini, Antonella Ottai, il programma, a partire dalle ore 9, prevede tre proiezioni. La prima “Cosa desidera? (i desideri della futura classe dirigente)” regia di Mauro Pescio, Alberto Basaluzzo e Giulia Valli, un racconto del contemporaneo alla ricerca della futura classe dirigente, quasi una video inchiesta sulle aspettative professionali degli studenti universitari.

A seguire a La Sapienza il documentario “Emergency Exit – Young Italians Abroad” di Brunella Filì, ufficialmente selezionato di recente al Festival del Cinema Europeo e presentato al Parlamento UE, è un docu-trip, che racconta, in un viaggio a tappe attraverso le maggiori città Europee ed oltreoceano, sei storie di ‘ordinaria separazione dall’Italia. Anna, Mauro, Milena e gli altri non si conoscono, ma hanno tutti qualcosa in comune: hanno lasciato il Bel Paese per trasferirsi all’estero e scommettere sull’opportunità di un futuro migliore. Non solo cervelli, ma anche ragazzi ‘normali’, cittadini dimezzati, divisi fra una vita con maggiori possibilità all’estero e il senso di mancanza e frustrazione che ogni esilio, per quanto volontario, comporta. Una diaspora che coinvolge ogni anno circa 60.000 giovani.

Infine chiude la mattina la proiezione di “Spaghetti Story” di Ciro De Caro, il film indipendente che ha riscosso nel 2013 un imprevisto successo in sala finendo col rappresentare un caso nel panorama distributivo italiano. La pellicola offre uno spaccato generazionale fresco e ironico che guarda al futuro con gli occhi dei trentenni di oggi.

Nel pomeriggio, alle ore 15, è prevista la tavola rotonda “Il lavoro e le relazioni: quale rappresentazione” con la partecipazione Antonio Medici (Storico del cinema), Fabrizio Mariotti (Aeroporti di Roma – Responsabile dello Sviluppo Risorse Umane), Edoardo Monaco (Direttore della UOD Medicina del Lavoro e del Centro sul Mobbing – Azienda Ospedaliera Sant’Andrea).


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy