• Google+
  • Commenta
23 maggio 2014

Uber Milano e Roma: cos’è Uber Taxi e UberPop, perché illegali

Uber

A Milano e a Roma spopolano due nuove applicazioni che fanno infuriare i tassisti. Parliamo di Uber e di UberPop. Ma ch’è cos’è Uber? Ch’è cos’è UberPop? Come funzionano Uber e UberPop

Uber

Uber

In questi giorni abbiamo assistito a numerosi scontri che si sono tenuti sopratutto a Milano a causa di due nuove app, Uber e UberPop scaricati in rete e utilizzati da centinaia di utenti in poco tempo.

La protesta proviene dalle città di Milano e Roma, è ha avuto origine dai tassisti che lamentano l’uso a loro dire illegale delle app Uber e UberPop.

Cerchiamo di capire cosa sono le app Uber e UberPop e come funzioano e vediamo perché Uber Milano e Uber Roma hanno causato disagi e proteste.

Uber: cos’è e come funziona e come scaricarlo

Uber è un’applicazione per smartphone (quindi adatta ad iPhone o dispositivi con Android) che permette di cercare l’autovettura di noleggio con conducente più vicina al punto in cui ci si trova e disponibile al servizio

Uber

Uber

Come funziona Uber App? E’ molto semplice utilizzare questa applicazione: infatti l’app prevede che accedendo al servizio offerto, apparirà una mappa che indica l’auto a noleggio più vicina. L’auto in questione può essere sia una semplice utilitaria, sia un’ auto di lusso, limousine comprese.

Se si decide di accettare il servizio offerto, Uber indica esattamente il tempo di attesa per il suo prossimo passeggero, così da poter evitare lunghe attese inutili e decidere istantaneamente come impiegare il tempo di attesa prima dell’arrivo dell’auto con cui si è fissato l’appuntamento.

Generalmente il tempo di attesa, che garantisce Uber App, è davvero minimo data la capillarità con cui si sta diffondendo questo nuovo servizio.

Effettuata la chiamata virtuale, quindi, l’autovettura sarà visualizzabile sul proprio account di Google Maps.

Verrà inoltre indicato l’itinerario che il conducente dovrà seguire, ottimizzato per la percorrenza e per il traffico. Ecco come scaricare Uber OnLine.

Uber: costi del servizio

Anche il pagamento è una novità: infatti Uber prevede pagamenti tramite carta di credito. Ogni utente iscritto deve infatti inserire i riferimenti della propria carta di credito, da cui verrà scalato il costo del servizio. L’utente ricorre al contante solo se desidera lasciare una mancia al proprio autista.

Quanto costa il servizio di Uber? Il costo della corsa è generalmente il 20 per cento in più rispetto alle corse effettuate tramite taxi, ma a quanto pare il successo di Uber e dei servizi offerti da questa applicazione superano questo “inconveniente”.

Uber Milano: proteste tassisti

A Milano continuano le proteste dei tassisti ma la possibilità di avere un’autovettura con conducente sempre a disposizione sul proprio smartphone è un lusso che ha contagiato un numero sempre più elevato di utenti.

Uber Milano e Roma: come e perché nasce

Il servizio è offerto da una multinazionale che si chiama Uber . Questa società è stata fondata da Garrett Camp e Travis Kalanick nel giugno del 2010, ed è presente in circa cento città di tutto il mondo, passando per le principali metropoli. In Italia, ad esempio, esiste anche a Milano e Roma. Ha superato un miliardo di dollari d’incassi e continua a espandersi.

Uber

Uber

I fondatori di Uber, inventata la app per cellulare (quella che consente di vedere la mappa con l’auto più vicina e di pagare con la carta di credito) hanno cominciato a girare per San Francisco con le Lincoln, le Cadillac, le Bmw, le Mercedes. È scoppiato subito il caos: la San Francisco Municipal Transportation Agency gli è saltata addosso denunciandoli per illegalità, ci sono stati scioperi, ma alla fine s’è raggiunto un accordo. È successa la stessa cosa a Washington D.C., nel Massachussets, a Chicago, a New York, a Vancouver, a Toronto, a Londra. Proteste e poi l’accordo.

La general manager di Uber, Benedetta Arese Lucini, sostiene che i tassisti, alla fine, avranno da guadagnare: la gente si abitua a non girare con la propria macchina, ce n’è per tutti.

UberPop: cos’è e come funziona

Ma non è finita qui, perché la tecnologia non resta con le mani in mano e ha appena annunciato la versione UberPop, con la quale chiunque può diventare autista. In questo caso le tariffe diventano davvero irraggiungibili: la chiamata costa 2,5 € e la corsa circa cinquanta centesimi al minuto (con un minimo di 5 €).

Il servizio, anche se molto vantaggioso, pare non possa conciliarsi con le leggi molto restrittive che caratterizzano il settore e con le necessità di mantenere in funzione il servizio pubblico dei Taxi. Ecco come scaricare UberPop On Line.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy