• Google+
  • Commenta
5 maggio 2014

Università del Sannio: il futuro nelle Smart Grid

Università del Sannio - Smart Grid

Università del Sannio di Benevento – Consortium Meeting 18°mese. Progetto Europeo programma Fp7 i3res. Il futuro nelle Smart Grid. Se ne parla all’Università del Sannio

Università del Sannio - Smart Grid

Università del Sannio – Smart Grid

Domani martedì 6 e mercoledì 7 maggio l’Università del Sannio ospiterà la due giorni di lavoro del Consortium Meeting del Progetto FP7 I3RES (ICT based Intelligent management of Integrated RES for the Smart Grid optimal operation). Gli otto partner internazionali del progetto, tra cui l’Università del Sannio, si incontreranno presso il Rettorato di Piazza Guerrazzi, a partire dalle ore 9 allUniversità del Sannio.

L’Università del Sannio insieme a INABENSA, lo spin off Università del Sannio KES, NTE (società di distribuzione elettrica norvegese), SINTEF (centro di ricerca norvegese), Skeleton Tech (società produttrice di storage elettrici estone), Tecnalia (secondo centro di ricerca ICT in Europa, a Bilbao) e il Politecnico di Madrid stanno studiando delle smart grid su vari fronti per l’uso razionale ed efficiente dell’energia.

Il responsabile scientifico del progetto è il prof. Luigi Glielmo. Il gruppo di ricerca dell’Università del Sannio nell’ambito del progetto I3RES sta affrontando i temi di ottimizzazione e controllo, in particolare sta scrivendo algoritmi che mirano a mantenere il buon funzionamento della rete diminuendo le perdite di trasmissione sulle linee elettriche (ad esempio cercando di inviare l’energia non troppo lontano da dove è prodotta) “aggiustando” le decisioni in tempi abbastanza ravvicinati, ogni ora. Questo significa che ogni ora è possibile migliorare le decisione considerando le informazioni aggiornate, dai sensori e dalle previsioni.

Altri gruppi di I3RES lavorano sui sistemi di comunicazione, di trasmissione delle informazioni;  sul middleware, cioè sull’interfaccia informatica tra il “campo”, l’insieme di sensori e attuatori e, in genere, di componenti della rete, e le applicazioni che devono utilizzare le informazioni raccolte, come i nostri algoritmi di ottimizzazione; sull’architettura della base di dati.

Inoltre, la società norvegese NTE, partner del progetto, gestisce una utility, un gestore, nell’area di Trondheim, che serve un numero ragguardevole (per un contesto sperimentale) di abitazioni, oltre 700, e ha a disposizione un generatore di energia idroelettrica. Questa società ha il compito di fornire tutti i dati necessari al test del sistema, di sperimentarlo e infine di validarlo.

Nel 2015 gli algoritmi prodotti a Benevento verranno testati presso due casi d’uso dislocati in Europa, il Laboratorio Tecnalia di Bilbao e il piccolo paese di Steinkjer in Norvegia.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy