• Google+
  • Commenta
12 giugno 2014

Badge e Carta Studenti: il badge universitario come carta di pagamento

Badge e Carta Studenti, sono utilizzati per usufruire di servizi legati all’università, vita accademica o ludica. Arriva un nuovo modo di usare il badge universitario, il badge come carta di pagamento 

Badge e Carta Studenti

Badge e Carta Studenti

Le esigenze di una riduzione della parte burocratica, senza rinunciare alla sicurezza e ad un controllo capillare sull’uso di materiali, aule, laboratori, ecc, ha spinto da tempo le Università ad impiegare i Badge, uniformandosi a un tipo di approccio molto simile a quello delle migliori aziende.

Allo stesso modo “queste insostituibili tesserine” si sono fatte sempre più evolute e ricche di servizi, divenendo uno dei mezzi principali che le Università stesse usano per far risaltare la propria offerta rispetto a quella degli atenei concorrenti.

E’, in particolare, in forte crescita il numero degli atenei che, in virtù di speciali convenzioni con esercizi commerciali ed istituti di credito, propongono ai propri studenti delle soluzioni adatte anche alla gestione dei pagamenti proprio tramite i badge.

Tutto ciò senza rinunciare ai vantaggi economici legati a sconti e promozioni di vario tipo, e senza trascurare la possibilità di poter utilizzare il proprio badge come una carta di pagamento (da non confondersi però con le carte prepagate) un po’ ovunque (compreso l’estero).

Tipologie di Badge universitario come carta di pagamento

Oggi è possibile trovare due tipologie di badge che sono allo stesso tempo anche delle carte multifunzione, e che quasi sempre rivestono anche la funzione di vere e proprie carte di pagamento. Nel primo caso il badge funziona come carta ricaricabile prepagata che, a sua volta, può appartenere sia alla categoria delle semplici ricaricabili (e quindi consentire pagamenti e prelievi di contante, e spesso anche acquisti online, ma non quello di effettuare altre operazioni bancarie), che a quella delle vere e proprie carte conto (caratterizzate da una funzionalità più ampia). Nel secondo caso il badge si profila invece come una carta di credito (anche se con qualche logica limitazione).

Per ottenere queste “funzioni” aggiuntive nella maggior parte dei casi non bisogna fare assolutamente nulla, se non ricaricare il badge – carta ed attivarlo. I vantaggi di tipo economico sono ricollegabili a condizioni di assoluto favore per quanto riguarda la gestione della card come carta di pagamento (spesso con l’esenzione del canone di gestione, e con sconti anche per quanto riguarda i costi di ricarica), ma anche alla possibilità di ottenere degli sconti abbastanza cospicui se la card viene utilizzata per fare acquisti negli esercizi convenzionati, con una forbice che va dal 5% al 10%.

In sintesi economicità, praticità, sicurezza e comodità si sono concentrati in un pezzetto di futuro plastificato, dato che non solo gli studenti attraverso il loro percorso scolastico si stanno creando il loro domani, ma stanno anche prendendo confidenza con alcuni strumenti che, nella maggioranza di casi, saranno di casa durante la loro attività lavorativa.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy