• Google+
  • Commenta
24 giugno 2014

Esame Orale Maturità 2014: consigli per come affrontare l’esame orale

L’esame orale della maturità 2014 si avvicina: ecco i consigli da seguire per arrivare pronti all’esame orale della maturità 2014

I trucchi per affrontare il colloquio finale dell’esame di Stato e fare buona impressione alla commissione all’esame orale della maturità 2014.

Mancano pochi giorni all’esame orale della maturità 2014 ed è quindi indispensabile sfruttare ogni singolo momento per concentrarsi al massimo sulla propria presentazione.

L’esame orale è la prova più temuta all’esame di maturità: i più bravi devono dimostrare di essere all’altezza dei voti meritati durante gli anni e i meno bravi tentano il tutto per tutto all’esame orale per recuperare quanto più possibile.

La pressione è tanta e lo stress sale, soprattutto dopo aver sostenuto le fatidiche tre prove scritte dell’esame di maturità 2014 diffuse dal Miur. Non perdersi d’animo è fondamentale, si tratta dello sforzo conclusivo del vostro percorso di studi, almeno fino a questo momento, quindi la concentrazione e qualche sacrificio verranno poi ripagati da una meritata vacanza.

Per prepararsi al meglio all’esame orale basta seguire qualche consiglio e tener presenti alcune regole che possono esservi utili in sede di prova orale maturità 2014.

Esame orale maturità 2014: i consigli prima dell’esame orale

  • Innanzitutto imparate bene la vostra tesina o percorso pluridisciplinare: è da lì che inizierà l’esame orale della maturità, quindi avere modo di fare una buona presentazione, senza errori e incertezze, vi darà la possibilità di fare subito una buona impressione alla commissione.
  • L’esame orale della maturità 2014, dopo la “domanda a piacere” continuerà con il commento delle prove scritte, soffermandosi sugli errori commessi. Ricercate la soluzione esatta delle prove scritte tramite Internet o i compagni di classe più bravi: conoscere i propri errori e saperli giustificare può tornarvi utile.
  • Ripassate tutti gli argomenti che possono collegarsi con la vostra tesina o con le prove scritte: molto spesso i commissari formulano domande prendendo spunto proprio dalla vostra tesina, credendo di favorire lo studente. Non farsi cogliere impreparati può essere semplice se si segue questa regola. I collegamenti logici possono essere preparati anche a casa, con una “tesina ufficiosa” che abbraccia quanti più argomenti possibili la vostra tesina riesce a richiamare.
  • Ripetete velocemente: è inutile conoscere vita, morte e miracoli di tutti gli autori studiati o di tutti gli argomenti fatti in classe. Se non li avete studiati durante l’anno, difficilmente lo riuscirete a fare in questi pochi giorni, quindi riassumere e sottolineare le cose più importanti è un buon metodo per non fare confusione e ripetere tutte le cose più importanti.
  • Ripetere a voce alta è molto utile per la preparazione dell’esame orale, può aiutare a memorizzare più rapidamente. Inoltre, ripetere davanti ad uno specchio aiuta ad evitare di sbirciare dal libro mentre si sta studiando. Durante l’esame orale della maturità 2014, infatti, non avete a disposizione il libro aperto davanti a voi: per molti studenti il libro rappresenta una sicurezza, anche se non viene sbirciato. Trovarsi a discutere alla prova orale senza libro davanti ad una commissione può generare insicurezza, quindi meglio abituarsi a questo tipo di discussione per manifestare maggiore sicurezza e padronanza di se.
  • Organizzate le giornate prima dell’esame orale della maturità 2014: fate una scaletta, dividete le ore della giornata in base agli argomenti che vi restano da ripetere, così sarete sicuri di non aver tralasciato nulla. Ricordate di dedicare gli ultimi giorni alla presentazione della vostra tesina all’esame orale della maturità: metà prova orale, o quasi, verterà sulla discussione della stessa quindi ricordate di memorizzarla bene.
  • Non fate tardi, riposate quanto più possibile per non arrivare già sfiniti il giorno dell’esame orale di maturità: il colloquio finale dura dai 30 ai 50 minuti, anche se ora vi sembra un’eternità, in realtà passerà velocemente. Sono pochi minuti in cui dovete dare il meglio di voi per avere un buon voto.
  • Non fate scena muta all’esame orale della maturità: se la commissione vi chiede qualche argomento che non ricordate non fate scena muta, è imbarazzante per voi e per la commissione. Dimostrate di avere la maturità di ammettere di non ricordare quell’argomento perché non siete riusciti a soffermarvi a fondo sul suo studio o, se ci riuscite, cogliete la palla al balzo rispondendo vagamente alla domanda ma spostandovi su un altro argomento che ricordate meglio.

Come vestirsi all’esame orale della maturità 2014

L’abbigliamento sarà il vostro biglietto da visita all’esame orale di maturità, quindi ricordate che state sostenendo un esame di Stato e bisogna adottare un certo rigore. Essere sobri, sia nel vestire che nel truccarsi (per le ragazze) è d’obbligo.

Ogni occasione o evento prevede l’uso di un determinato tipo di abbigliamento, quindi all’esame orale della maturità bisogna vestirsi in maniera formale, non provocante, non eccentrica: una camicia ed un pantalone sono indicati sia per i ragazzi che per le ragazze. Evitate tacchi, sandali, infradito e acconciature stravaganti!


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy