• Google+
  • Commenta
9 giugno 2014

Esami Avvocato: risultati scritti 2013, ammessi esami orali 2014

I risultati delle prove scritte dell’esame avvocato 2013, le percentuali degli ammessi per ogni corte d’appello agli esami orali 2014. Ecco inoltre come diventare avvocato

Leggi le news in tempo reale e i risultati esame avvocato 2014 a OGGI

Un odissea quella degli esami d’avvocato annunciata ogni anno e che porta con se vittime e carnefici: ma chi sono gli uni e chi gli altri?

Come sono andati gli esami avvocato 2013/2014? Quanti gli ammessi alle prove scritte? Ecco il calendario aggiornato in tempo reale esame avvocato 2013 – 2014

Sono circa 30.000 i praticanti che hanno sostenuto la fatidica prova scritta e circa la metà è stata ammessa all’orale. Ecco nel dettaglio le percentuali degli ammessi. Un numero di avvocati troppo alto sostiene il CNF . Si tratta di 247.000 avvocati (tre volte la media europea).

Anche quest’anno l’esame per l’abilitazione all’esercizio della professione forense non è stato una passeggiata, delusione e scandali non sono mancati, la percentuale delle giovani aspiranti toghe ammessi all’orale, dopo un percorso post laurea durato almeno 18 mesi, non incentivato da stipendi o retribuzioni adeguate, diminuisce rispetto agli anni precedenti. Le percentuali più basse si registrano a Venezia con un 27,32% di ammessi all’orale, Ancona con una percentuale di ammessi tra 21% e il 40%. Salgono invece le percentuali degli ammessi all’orale a Palermo, dove si registra un 55,67%, e a Trieste con una percentuale di ammessi all’orale del 50,49%.

E nel mentre crescono le delusioni, rabbia e sconforto, dei laureati in giurisprudenza non ammessi all’orale aumentano anno dopo anno gli scandali, come quello di Catanzaro dove ben 120 compiti sono stati annullati.

Cresce cosi, anche la fuga delle aspirati toghe che partono, per andare in altri paesi per sostenere gli esami di avvocato all’estero .

Nel frattempo le corti d’appello in tutte le regioni stanno pubblicando giorno dopo giorno e a rilento, liste e nomi degli ammessi all’orale.Cerchiamo di capire nel dettaglio i dati e risultati scritti e ammessi agli esami orali per l’abilitazione dell’esercizio della professione forense

Esami Avvocato 2013/2014: risultati, nomi e percentuali ammessi

I risultati sono in tempo reale per aggiornati sulla base delle pubblicazioni delle relative corti d’Appello:

  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Ancona: percentuali ammessi 21% o 40%
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Caltanissetta: percentuali ammessi
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Potenza: percentuali ammessi
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Messina: percentuali ammessi 40%
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Brescia (non perverranno prima del 15 giugno) 37,74
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Cagliari: percentuali ammessi
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Genova: percentuali ammessi 41,35%
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Reggio Calabria: percentuali ammessi
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di L’Aquila: percentuali ammessi
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Catania: percentuali ammessi 35,52%
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Lecce: percentuali ammessi
  • Risultati Esame Avvocato Corte di Appello di Palermo: percentuali ammessi 55,67
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Salerno: percentuali ammessi
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Bologna: percentuali ammessi 43,64%
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Torino: percentuali ammessi 33,73%
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Venezia: percentuali ammessi 27,32%
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Roma: percentuali ammessi 25,72%
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello di Milano: percentuali ammessi 44,12%

Come diventare avvocato in Italia e all’estero, pratica ed esami

Ma come si diventa oggi avvocato in Italia e come superare le prove orali? Ecco nel dettaglio i consigli utili per divenatre avvocato in Italia o all’estero, ricordiamo infatti come diventare avvocati in Romania e inoltre come divetare avvocati in spagna.

Conditio sine qua non per diventare avvocato è la laurea in Giurisprudenza.

Conseguita la laurea è necessario un periodo di pratica forense presso uno studio legale, al fine di svolgere attività di studio degli atti e attività di udienza, affiancanti da un dominus (avvocato abilitato e iscritto all’ordine).

Il laureato deve chiedere l’iscrizione al Registro dei Praticanti tenuto dal Consiglio dell’ordine della città nella quale è residente oppure domiciliato  e dovrà anche iniziare la ricerca del “dominus” presso cui svolgere la pratica forense.

Alla pratica si può decidere di affiancare la frequenza di una scuola di specializzazione per le professioni legali istituite dai Consigli dell’Ordine. Il “praticantato” è obbligatorio per essere ammessi all’esame avvocato.

L’ultimo atto è l’esame avvocato. Per potersi iscrivere negli albi degli avvocati che ha cadenza annuale (in genere a dicembre) e si svolge nella sede di Corte d’Appello nel cui distretto si è effettuata la pratica si deve sostenere l’esame avvocato.

L’esame avvocato ha carattere pratico-teorico e si compone di tre prove scritte e una prova orale

Le prove scritte elaborate dal Ministero della Giustizia e si articolo in:

La prova orale dell’esame avvocato si articola in due parti:

  • La prima parte della fase orale degli esami di avvocato consiste nella discussione delle prove scritte.
  • La seconda parte consiste nel sostenere con la commissione delle brevi discussioni su cinque materie a scelta tra:
    • diritto costituzionale
    • diritto civile
    • diritto commerciale
    • diritto del lavoro
    • diritto penale
    • diritto amministrativo
    • diritto tributario
    • diritto processuale civile
    • diritto processuale penale
    • diritto internazionale privato
    • diritto ecclesiastico
    • diritto comunitario

La terza parte della fase orale è anche la parte più “semplice”: la dimostrazione della conoscenza dell’ordinamento forense e del codice deontologico dell’avvocato.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy