• Google+
  • Commenta
30 giugno 2014

Esami di lingua, Disum Unict: gli studenti denunciano soprusi

Università degli Studi di Catania – Gli studenti di linguedel Disum dell’Unict denunciano la questione degli esami di lingua: “Ancora una volta penalizzati da malintesi e soprusi” – dichiarano –

Tantissimi gli studenti dell’ex facoltà di Lingue (oggi DISUM) che stanno interrogando confusi i rappresentanti degli studenti in seno al Senato Accademico in merito alla questione degli esami di lingua.

“La vicenda, semplice e lineare, è purtroppo stata manipolata a sfavore degli stessi  studenti, e la verità della situazione e del corso dei fatti è venuta a galla solo per metà.” – è quanto trasmesso in una nota congiunta dai Senatori accademici circa il caso esami lingua all’Unict –

Il Caso Esami di lingua, Disum Unict

“I professori referenti dell’area del DISUM all’interno della commissione didattica del Senato Accademico,- Fa sapere Marilia Di Mauro Senatrice accademica – hanno portato avanti la richiesta di inserire il famosissimo, quanto eliminatissimo e obsoletissimo, salto d’appello per le prove scritte degli esami di lingua per gli studenti del dipartimento. Allarmati, i rappresentanti degli studenti hanno senza indugio bocciato la proposta, e grazie all’intervento della prof.ssa Lombardo, delegata della didattica, e del Magnifico Rettore, il pericolo per gli studenti è rientrato. Ebbene, forse non tutti, hanno gradito l’evolversi della vicenda, tanto che alcuni docenti, screditando l’operato dei senatori si sono mossi personalmente, raggirando così, sia il regolamento didattico, che obbliga ogni professore che esamina gli studenti mediante una prova scritta ad effettuarla in ogni singolo appello di ogni sessione, sia l’opinione degli studenti in merito al lavoro svolto dai senatori, che hanno impedito che si portassero avanti inutili sbarramenti e impedimenti alle prove per permettere a tutti gli studenti di essere esaminati in tutti gli appelli previsti dal calendario del DISUM”.

Esami di lingua, Disum: intervento di Di Mauro e Santoro

A correre ai ripari ci hanno pensato i senatori Marilia Di Mauro e Gaetano Santoro, che precipitatisi ai Benedettini hanno incontrato studenti e professori per chiedere delucidazioni sulle dinamiche della vicenda esami di lingua al Disum, e dopo la concertazione hanno concordato l’aumento delle prove scritte per gli esami di lingue sino a sei, con un riguardo per gli studenti in corso.

“I rappresentanti degli studenti, in linea con l’operato svolto fino ad ora, saranno vigili e monitoreranno la situazione all’interno dei consigli dei cds e della paritetica del dipartimento, per evitare che ulteriori malintesi e possibili soprusi si ripercuotano sulla carriera accademica degli studenti dell’Ateneo.” – Conclude Marilia Di Mauro Senatrice accademica –


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy