• Google+
  • Commenta
25 giugno 2014

Scuola Estiva di Orientamento del Sant’Anna di Pisa

Numeri da record per la XVI edizione della scuola estiva di orientamento che si chiuderà il 27 giugno: 1100 domande presentate da studenti che hanno appena concluso il quarto anno delle superiori, 400 scuole coinvolte in tutta Italia, due moduli da una settimana ciascuno per immaginare il futuro e per scoprire potenzialità e attitudini, personali e per lo studio

“Il mio primo contatto con il mondo universitario inizia alla scuola estiva di orientamento del Sant’Anna”

Vivranno il primo contatto con il mondo universitario a Volterra fino a venerdì 27 giugno, dopo aver superato la fase di selezione a cui hanno partecipato oltre 1100 studenti del quarto anno delle scuole medie superiori, a fronte di 190 posti disponibili.

XVI edizione della Scuola Estiva di Orientamento del Sant’Anna di Pisa

La XVI edizione della scuola estiva di orientamento, promossa dalla Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento S.Anna di Pisa e divisa in due moduli da una settimana (il primo si è chiuso il 20 giugno) si avvia alla conclusione con numeri da record, a conferma della richiesta, anzi della “necessità”, di attività di orientamento efficaci per una scelta universitaria consapevole e che risponda alle proprie aspirazioni. L’individuazione dei partecipanti ha rappresentato per la Scuola Superiore Sant’Anna il passaggio fondamentale di un progetto che, dall’orientamento, si proietta verso obiettivi più ampi e che le ha permesso di entrare in contatto con gli interlocutori privilegiati delle attività formative: gli studenti e i docenti delle scuole medie superiori.

Per i due moduli del 2014, suddivisi tra la sede centrale di Pisa e la Siaf (Scuola internazionale di alta formazione) a Volterra, la selezione si è rivelata un’operazione particolarmente impegnativa. Oltre 1100 le candidature ricevute, 400 gli istituti coinvolti e rappresentativi del panorama scolastico italiano, di tutte le regioni.

Per chi ha valutato le richieste di partecipazione, non è stato soltanto il dato quantitativo elevato a sorprenderlo, quanto la loro validità e l’accuratezza con cui ogni studente si è fatto conoscere e si è messo in bgioco. Nonostante il numero di posti incrementato in misura significativa (quasi raddoppiato) e la suddivisione in due moduli delle attività della scuola di orientamento, non è stato possiobile accogliere tutte le richieste.

“Dall’analisi delle domande – si sottolinea – è stato raccolto il quadro articolato di una comunità giovanile dinamica e pronta a mettersi in gioco e ad investire sul proprio futuro. Sullo sfondo si è colto il vero operato delle scuole italiane, attraverso i progetti che gli studenti hanno presentato per ‘sostenere’ le proprie candidature”.

Fino al 27 giugno, i partecipanti alla scuola estiva di orientamento, si confronteranno partendo dalla frase del saggista tedesco Karl Kraus, nato nel 1874: “il mondo ha esattamente i confini che l’immaginazione gli dà”. Da queste parole è stata avviata la riflessione sul ruolo innovatore degli intellettuali e dei professionisti del domani. Davanti alla crisi della società, è sempre più radicata la convinzione secondo la quale cultura e scienza diventano risorse preziose per rifondare la società. La capacità di immaginare, unita alla comprensione e alla “scoperta” dei propri interessi di studio, resterà al centro del corso di orientamento fino al 27 giugno, con interventi mirati per scoprire le motivazioni più profonde e personali che portano alla scelta del percorso universitario e che servono a conoscere meglio le proprie potenzialità e attitudini.

Questa capacità di immaginare il futuro di ognuno dei partecipanti, partendo dal percorso di studio, avverrà attraverso l’incontro con ilm Rettore Pierdomenico Perata, con il Presidente Yves Mény, con l’ascolto di testimonianze dirette di ex allievi della Scuola Superiore Sant’Anna, Sant’Anna, lezioni e seminarilaboratori didattici, incontri con docenti e ricercatori. E, soprattutto, insieme agli allievi della Scuola Superiore Sant’Anna con i quali gli studenti potranno confrontarsi in maniera diretta e spontanea. Per tutti coloro che non avessero superato le selezioni per la scuola estiva di orientamento, a fronte di una generale e complessiva alta qualità delle domande, c’è la possibilità di iscriversi – nel 2015 – al concorso di ammissione: tutti hanno le carte in regola per affrontarlo.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy