• Google+
  • Commenta
15 giugno 2014

Seconda prova maturità 2014 greco: traccia e svolgimento seconda prova

Seconda prova economia aziendale maturità 2015

Seconda prova maturità 2014 greco

Seconda prova maturità 2014 greco

Siamo alla Seconda prova maturità 2014 greco del liceo classico: ecco come si svolge.

Ecco tracce e svolgimenti e traduzione della versione di greco alla seconda prova dell’esame di stato

Siamo al giorno seconda prova della Maturità 2014. Il Miur rende pubbliche le tracce.

Quest’anno per i maturandi del liceo classico la Seconda prova maturità 2014 greco è la traduzione di greco.

Per molti studenti alla seconda prova d’esame una brutta notizia ma per molti altri è stato un sollievo.

Una parte dei maturandi alla seconda prova scritta dell’esame di stato, infatti, trova più semplice svolgere una versione di greco che di latino. Nonostante ciò, è bene avere chiara la situazione e capire come muoversi per svolgere al meglio la seconda prova di greco alla Maturità 2014.

Strano ma vero, per prima cosa togliete le mani dal vocabolario, alla seconda prova maturità. Tradurre una versione alla seconda prova dell’esame di stato non vuol dire tradurre una parola dopo l’altra, come se fossero un’accozzaglia senza senso. Non sottovalutate l’importanza del titolo, dunque partite da quello. Attraverso il titolo capirete l’argomento della versione, in questo modo contestualizzerete il tema. L’argomento può essere storico, mitologico, politico, o filosofico. Conoscere la poetica dell’autore può essere utile per richiamare le conoscenze in merito proposito.

Fatto ciò leggete il testo della versione con attenzione: sarà utile alla seconda prova al fine di comprendere il significato globale del contenuto, capire se conoscete l’argomento, individuare la struttura generale e individuare nomi propri che faranno capire quanti e quali siano i personaggi e magari dove sia ambientato il fatto.

E’ il momento di passare all’analisi del testo della seconda prova d’esame.  Procedete per periodi: suddividete il testo in modo da facilitare l’analisi. Isolate le singole proposizioni e sforzatevi di comprendere meglio il senso e la struttura sintattica che caratterizza il testo.

Seconda prova maturità 2014 greco: come fare la traduzione per il liceo classico

Si inizia ora a tradurtela versione di greco della seconda prova di maturità. Dopo aver tradotto la proposizione principale si passa alla traduzione delle eventuali proposizioni coordinate e delle proposizioni subordinate, applicando gli stessi criteri seguiti per la principale (verbo, soggetto, complementi). Nella costruzione italiana del periodo, ordinate i periodi secondo un criterio che tenga conto dei vari gradi di subordinazione.

Una  volta tradotta la versione alla seconda prova controllatela e rileggete i passaggi più difficili. Attenetevi al testo: traduzioni troppo libere, soprattutto in contesto d’esame, possono risultare rischiose. Usate un italiano curato, non esagerate con le espressioni auliche o poco attinenti.

“L’ignoranza acceca gli uomini” di Luciano da Samosata, brano tratto da “Un bibliomane ignorante”.

Per avere maggiori informazioni abbiamo sentito professoressa Giannone in merito alla seconda prova di greco Maturità 2014.

Prof.ssa Giannone, che consigli si sente di dare ai maturandi del liceo classico che stanno per svolgere la seconda prova maturità 2014 greco?

“Suddividete la traduzione della seconda prova in tappe. Leggete bene il testo e individuate le frasi principali”.

“Suggerisco di partire dal verbo. In ogni periodo, infatti, ci sono diverse proposizioni e ciascuna racchiude il suo verbo: occorre individuare in primis il verbo della proposizione principale, sottolineatelo, e procedete allo stesso modo con gli altri.”

“Ora è il momento di identificare i costrutti presenti all’interno del periodo individuando le congiunzioni. Dal verbo sarà facile arrivare al soggetto.”

“A seguito dell’individuazione del soggetto attraverso il verbo, passate all’individuazione degli altri complementi; per costruire correttamente il periodo numerate tutte le parti e poi traducete.”

Uno dei più grossi problemi nelle traduzioni è la diversa quantità di significati per ogni termine. Come capire quale sia quello giusto? Quale consiglio per gli studenti alla seconda prova maturità 2014 greco?

“Solo il contesto, l’insieme degli elementi della frase, può aiutarvi; se, ad esempio, è un verbo a dare senso di incertezza, annotate tre o quattro significati importanti tenendo presente l’idea-base del verbo e passate a vagliare il significato del soggetto.”

“In base a questi due elementi sceglierete il significato più appropriato del verbo. Se, invece, fosse il complemento oggetto ad avere più significati, in base al verbo e al soggetto sceglierete il più plausibile. Ciò vale anche per il soggetto. Nel caso la frase restasse comunque ambigua, non sarebbe proficuo insistere su una proposizione, perdendo troppo tempo:lasciate nella bozza alcuni significati provvisori scritti a matita e passate alle proposizioni successive, queste aiuteranno a dare una smentita o una conferma dell’interpretazione  in base al significato generale della versione.”


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy