• Google+
  • Commenta
13 giugno 2014

Test Medicina 2015: AU chiede al Miur chiarezza sui test medicina



Test Medicina 2015, Azione Universitaria: “sui test di medicina il ministro faccia chiarezza”

Non ne possiamo più di questo eterno valzer del Ministro sulla questione test medicina,” – dichiara Vittorio Guastamacchia, Dirigente Nazionale di Azione Universitaria -.

“Chiediamo chiarimenti al Ministro dell’Istruzione a proposito delle sue dichiarazioni sulla questione dei test medicina, secondo le  quali  nel 2015  il test di medicina per l’accesso ai corsi di laurea in  Medicina e Chirurgia sarà basato sul modello francese”.

Dichiarazioni e Richieste di AU al Miur rispetto ai Test Medicina 2015

“Come possono le strutture delle facoltà di Medicina, ospitare un numero di studenti che si aggira intorno ai 90 000?  Come sarebbe possibile gestire ed organizzare lezioni ed attività formative?” – dice AU –

“Riteniamo che l’immissione al primo anno di Medicina di tutti quelli che vogliono intraprendere la professione  – continua AU sulla questione test medicina – possa mettere in crisi le Università e ridurre la possibilità di accesso alla studio di qualità. La proposta della Giannini potrebbe distruggere la formazione che viene fatta nel primo anno”.

“Troviamo l’affermazione sui test medicina una semplice trovata elettorale che non ha portato al Ministro i frutti sperati” .

“Inoltre, come si pensa di trasportare un impianto , basato su di un modus operandi tanto lontano dal nostro, che parte da un serio  orientamento nelle scuole superiori”.

“Infine, resta aperto l’annoso problema della condizione degli specializzandi che versano da anni in condizioni di lavoro ed economiche inadeguate e nonostante questo svolgono un’attività senza la quale il SSN non porterebbe reggere.” – Dichiara Mattia Kolletzek specializzando) – che il “sistema-medicina” vada riformato nella sua interezza e nell’ambito di una riforma più ampia del sistema sanità.

“Da sempre ci battiamo per la laurea abilitante,con l’eliminazione di un esame di stato inutile,una maggiore valorizzazione dei tirocini e una riforma dell’accesso alle scuole di specializzazione.”

“Se proprio dobbiamo guardare ai “modelli francesi” dovremmo importarne la parte più “sana”,ovvero quella relativa all’accessibilità alle scuole di specializzazione. “

Invitiamo il Governo e il Ministero dell’Istruzione a valutare tutti i limiti e gli svantaggi dell’applicazione del “metodo francese” e a pianificare un adeguato stanziamento fondi per programmare un percorso post-laurea di qualità e accessibile ai meritevoli e ai capaci. – conclude AU sulla questione per il test medicina 2015 –


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy