• Google+
  • Commenta
18 giugno 2014

William Janeway a Unitn sulle Crisi Finanziarie

William Janeway

Università degli Studi di Trento – Crisi Finanziarie: William Janeway ospite della scuola estiva del ceel

William Janeway

William Janeway

Teorico ed empirico della finanza, William Janeway incontrerà gli studenti della scuola estiva dell’Università di Trento

L’incontro con William Janeway (al mattino, prima dell’inizio delle lezioni e poi in serata alle 20.30) rientra nell’ambito delle attività della 15° edizione della Scuola estiva dedicata all’analisi delle crisi finanziarie “Adaptive Economic Dynamics”, promossa dal Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento.

Sempre domani, William Janeway terrà anche una lezione pubblica (in lingua inglese) alle 17.30 alla Fondazione Bruno Kessler (via Santa Croce 77) sul tema “The Innovation Economy: where it is and where it is going”

William Janeway alla scuola estiva in “adaptive economic dynamics”

Giunta alla sua quindicesima edizione, la Scuola estiva promossa dal Dipartimento di Economia e Management si occuperà quest’anno delle crisi finanziarie e delle loro disastrose conseguenze sulle economie mondiali. In particolare, gli studenti della Scuola avranno l’opportunità di riflettere sulla natura, sulla genesi e sull’evoluzione delle passate crisi finanziarie e sul contesto in cui esse si sono generate. Comprendere meglio questi aspetti potrà servire ad aprire un dibattito su come possano essere progettate le politiche di macroeconomia e gli interventi di regolamentazione finanziaria nel futuro.

Crisi economiche di grande impatto come quella che abbiamo attraversato hanno, infatti, ripercussioni anche in ambito legale e politico e le decisioni che puntano a trovare un equilibrio tra l’indebitamento pubblico, la regolazione del mercato e della finanza appaiono sempre più difficili e controverse.

Gli studenti avranno la possibilità di ragionare su questi temi insieme a grandi nomi dell’economia internazionale, esperti di finanza e docenti di prestigiose università che da anni sono in contratto con il gruppo di ricerca trentino, coordinato Axel Leijonhufvud, professore della UCLA e dell’Università di Trento e da Daniel Heymann, professore della University of Buenos Aires e dell’University of San Andrés.

La Scuola estiva è coordinata, oltre che da Axel Leijonhufvud anche da Enrico Zaninotto, economista e professore del Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento.

William Janeway: chi è

Teorico ed un empirico della finanza, William Janeway insegna al Dipartimento di Economia della Cambridge University e alla Princeton University. Ha conseguito un PhD in Economia alla Cambridge University come Marshall Scholar. La sua tesi di dottorato ha analizzato la formulazione delle politiche economiche dopo il 1929 con Richard Kahn, allievo di John Maynard Keynes, come supervisore.

Bill Janeway ed è co-fondatore e membro del Governing Board di INET, Institute for New Economic Thinking, Fondazione che sostiene la Scuola estiva promossa dal CEEL.

Janeway è membro del Board of Directors dello “US Social Science Research Council” e del “Board of Science Technology and Economic Policy” della “National Academy of Sciences”. Per il suo impegno nelle relazioni internazionali nel 2012 ha ricevuto anche il titolo onorario di “Commander of the Order of the British Empire” conferito dalla Regina Elisabetta.

Per oltre 40 anni ha operato come economista e venture capitalist dando vita al Warburg Pincus Technology Investment, che ha dato un contributo cruciale allo sviluppo della “internet economy”.

Autore di saggi di economia e finanza, Janeway presenterà anche a Trento (sempre domani alle 17.30 alla Fondazione Bruno Kessler (via Santa Croce 77) il suo ultimo volume “Doing Capitalism in the Innovation Economy” pubblicato da Cambridge University Press nel 2012. Il volume è stato selezionato come “Best book of the year” da Martin Wolf (chief economist del Financial Times) e da Foreign Affairs.

La sua analisi sulla “innovation economy” enfatizza il ruolo strategico dello Stato e dell’intervento pubblico (ma anche della speculazione) come elementi di investimento che mobilitano i mercati e aiutano a superare l’incertezza intrinseca nella globalizzazione.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy