• Google+
  • Commenta
23 luglio 2014

Classifica Censis 2014-2015: Unimc, dal Sole 24 Ore alla Classifica Censis

Università degli Studi di Macerata – Classifica Censis, l’Unimc è prima nelle Marche e sesta in Italia tra i medi Atenei. 

Classifica Censis 2014-2015 Unimc

Classifica Censis 2014-2015 Unimc

L’Università di Macerata nella top ten degli Atenei secondo la Classifica Censis 2014-2015

Le lauree sono tra le migliori a livello nazionale

L’Università di Macerata è nella top ten degli Atenei italiani: è il dato lusinghiero che emerge dalla periodica Classifica Censis Repubblica e che conferma gli ottimi risultati della recente graduatoria del Sole 24 Ore, che vedeva Unimc sedicesima su 61 università valutate.

Classifica Censis 2014-2015: Unimc  prima nelle Marche e sesta in Italia

Secondo le rilevazioni della Classifica Censis, l’Ateneo si è piazzato al 6° posto su 17 medie Università e al 10° sui 58 atenei statali valutati. Ben otto dei corsi di laurea di primo livello, inoltre, rientrano tra le prime dieci posizioni del gruppo disciplinare di appartenenza. L’Istituto di ricerca, infatti, propone una classifica delle lauree triennali organizzata nelle 15 Aree disciplinari in cui sono state raccolte le 47 classi di laurea istituite dal Ministero dell’Università, mentre sono state classificate a parte le lauree a ciclo unico quinquennale. Per quanto riguarda Macerata, anche quest’anno il corso di laurea in giurisprudenza è al primo posto in assoluto in Italia tra i corsi in giurisprudenza; le lauree in scienze dell’educazione e della formazione sono al secondo posto. Ottime valutazioni anche per tutti gli altri corsi di laurea, per la maggioranza dei quali l’Ateneo si classifica tra il settimo e l’ottavo posto a livello nazionale.

Rispetto al gruppo dei medi atenei, quelli con un numero di iscritti tra i 10 mila e 20 mila e che annovera realtà molto dinamiche come la Politecnica delle Marche, Urbino, Ca’ Foscari di Venezia e Ferrara – Unimc si conferma al sesto posto, preceduta solo da Siena, Trento, Trieste, Modena-Reggio Emilia e Sassari, ed è prima nelle Marche. La Classifica Censis tiene conto di quattro grandi indicatori: servizi (mensa e alloggio), borse e contributi, strutture (aule e biblioteche), web e internazionalizzazione.

L’Ateneo continua a crescere in internazionalizzazione, con un punteggio, aumentato ulteriormente da 92 a 95 su 110, che vede Unimc prima nelle Marche e decima in Italia. Sono migliorate anche le valutazioni delle strutture, arrivata a 105, e del web, 91.

L’Università di Macerata vede, quindi, la laurea in Giurisprudenza – nucleo storico dell’Ateneo – al primo posto in Italia. Ottimi i risultati ottenuti anche nell’Area linguistica e in quella socio-politica: per entrambe, Unimc si colloca al settimo posto a livello nazionale della Classifica Censis, con i corsi in lingue e mediazione linguistica per la prima e quelli in turismo, servizi sociali, scienze politiche, scienze dell’amministrazione e scienze della comunicazione per la seconda. Per l’Area letterario-umanistica, l’Ateneo è ancora ai piani alti, cioè all’ottavo posto, con i corsi in beni culturali, filosofia, lettere e storia.

“Dopo il brillante risultato – commenta la Classifica Censis il rettore Luigi Lacchè – ottenuto nella prestigiosa classifica del Sole 24 ore, sedicesima posizione su 61 Atenei statali, ora l’indagine Censis conferma il forte consolidamento qualitativo del nostro Ateneo, in costante ascesa.Da questi dati emerge come l’Università di Macerata sia un Ateneo sempre più internazionalizzato. Ora abbiamo sette lauree internazionali, in inglese e a doppio titolo, programmi di mobilità tra i migliori in Italia, il Collegio Matteo Ricci per i visiting professor e l’Istituto Confucio. L’offerta formativa è solida e quest’anno parte il nuovo corso in beni culturali e turismo, un mix decisivo per lo sviluppo del nostro paese.  Il tutto affiancato da servizi efficienti e da una grande attenzione alle famiglie.  Lo slogan scelto quest’anno per la campagna immatricolazioni, “Prego, dica 34”, sottolinea l’importanza dell’art. 34 della Costituzione sul diritto allo studio. Noi investiamo oltre 3 milioni di euro per esenzioni, riduzioni e borse di studio e quest’anno concederemo contributi a lavoratori o figli di lavoratori disoccupati, in mobilità, in cassa integrazione, agli alluvionati di Senigallia, a chi si iscrive a una laurea magistrale e agli studenti stranieri”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy