• Google+
  • Commenta
8 luglio 2014

I primi laureati in medicina di emergenza-urgenza a Unipd

Università degli Studi di Padova – Ecco i primi laureati in Medicina di Emergenza-Urgenza. Altissima professionalità nel momento più critico per il paziente

Medicina di Emergenza-Urgenza

Medicina di Emergenza-Urgenza

Giovedì 10 luglio dalle ore 10.00, in Aula De Giovanni al piano terra del Policlinico Universitario in via Giustiniani 2 a Padova, i primi otto specialisti in Medicina di Emergenza-Urgenza riceveranno il Diploma di Specialisti in Medicina di Emergenza-Urgenza (MEU) dell’Università di Padova alla presenza delle autorità di Ateneo e dell’Azienda Ospedaliera.

La Specialità in Emergenza-Urgenza rappresenta un fondamentale traguardo non solo per il riconoscimento professionale dei medici che lavorano in tale settore, ma anche come garanzia di qualità per tutte le persone che si rivolgono al sistema del 118 e Pronto Soccorso ogni giorno. Avere uno specialista in Emergenza e Urgenza ci avvicina a quel mondo anglosassone portato spesso come esempio per la qualità assistenziale in ambito critico: in Inghilterra, USA e Australia questa figura professionale esiste da più di trent’anni e rappresenta un vanto e un’eccellenza per i rispettivi servizi sanitari ed una assicurazione di qualità per il cittadino che si rivolge ogni giorno al sistema sanitario dell’emergenza. Il diploma di specialità conclude un ciclo formativo di 5 anni che prevede che lo Specialista in Medicina d’Emergenza-Urgenza debba maturare le competenze professionali e scientifiche nel campo della clinica e terapia delle urgenze ed emergenze mediche, nonché dell’ epidemiologia onde poter operare con piena autonomia nel sistema integrato dell’Emergenza-Urgenza rappresentato dalle Unità Operative di Pronto Soccorso e dal 118 che costituiscono la chiave di accesso alle strutture di ricovero del paese.

Scuola di Specialità in Medicina di Emergenza-Urgenza

La Scuola di Specialità in Medicina di Emergenza-Urgenza (MEU) dell’Ateneo padovano è diretta dal Prof. Fabrizio Fabris, Professore Ordinario di Medicina Interna, che coordina l’attività formativa di 45 specializzandi insieme al corpo docente formato da docenti universitari e numerosi esperti esterni nell’ambito del Dipartimento di Medicina-DIMED, Scuola di Medicina, Università di Padova.

Più in generale, la Medicina di Emergenza-Urgenza rappresenta un settore di vitale importanza per il Servizio Sanitario Regionale e Nazionale. Infatti nel sistema di Emergenza territoriale del 118 e nei Pronto Soccorso operano in Italia 12000 medici a cui si rivolgono ogni anno 13 milioni di cittadini (dati Age.na.s 2012). L’importanza della formazione in Medicina di Emergenza-Urgenza appare quindi cruciale per il SSNN. La specializzazione in Medicina di Emergenza-Urgenza (MEU) è stata istituita in Italia con Decreto Ministeriale nel febbraio 2006 ed è stata collocata nell’area della Medicina Interna. L’avvio della prima coorte di specializzandi è avvenuto nel 2009 con l’assegnazione di soli 46 contratti garantiti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) riservando di fatto alle Regioni la funzione di sostanziale integrazione. Il fabbisogno espresso nel 2012 dalla Conferenza Stato-Regioni italiana di specialisti in Medicina d’Emergenza-Urgenza è di 245 specialisti annui, ciò significa che ogni anno l’82% dei posti di lavoro nell’ambito dell’emergenza saranno assegnati a personale non specialistico o proveniente da altre specializzazioni. In Italia la specializzazione in Medicina di Emergenza-Urgenza (MEU) è stata attivata in 25 sedi universitarie in gran parte nel centro-nord del paese.

La Scuola è in stretta collaborazione con l’U.O.C. di Accettazione e Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliera di Padova diretta dal Dr. Franco Tosato. Il profondo legame tra la figura del medico di Emergenza-Urgenza e il sistema sanitario regionale ha reso opportuna una decisa diversificazione della presenza degli specializzandi coinvolgendo, oltre all’Azienda Ospedaliera e l’Ulss 16 di Padova, anche l’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso (Ulss 9), l’Ospedale dell’Angelo di Mestre (VE) e SS. Giovanni e Paolo di Venezia (Ulss 12), l’Ospedale S. Maria della Misericordia di Rovigo (Ulss 18), l’Istituto Codivilla Putti di Cortina d’Ampezzo, Istituto EURAC per la Medicina di Montagna di Bolzano, in cui gli specializzandi MEU trascorrono almeno 24 mesi nei 5 anni di formazione.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy